Aggiornamento in: Salute Malattie e cura

Coronavirus

Misure per la prevenzione e gestione dell'emergenza epidemiologica

Condividi
Riparti sicuro 1500x500

Tre buone regole per la salute tua e di tutti


Tre buone regole per la salute dei bambini

____________________________________

Dati COVID-19

ARS ha realizzato un portale web grafico "COVID 19 Toscana" sui dati, forniti da Regione Toscana, relativi al numero di casi, deceduti, ricoveri e tamponi suddivisi per Province, Aziende Sanitarie e Regioni.

Per consultare il portale ►►

____________________________________

Raccomandazioni per tutti i cittadini

Raccomandazioni per gli operatori sanitari e per l'accesso alle strutture

_____________________________________

Raccomandazioni per tutti i cittadini
Le raccomandazioni per ridurre l'esposizione e la trasmissione della possibile malattia sono analoghe a quelle previste per la sindrome influenzale

____________________________________

Raccomandazioni per gli operatori sanitari e per l'accesso alle strutture
Informazioni e comportamenti generali da tenere presenti per chiunque acceda alle strutture sanitarie, siano essi operatori, pazienti o visitatori.

Regole minime di comportamento per operatori sanitari per protezione e prevenzione
Relative a uso dei DPI nelle "Operazioni di trasporto con autoveicoli o barella percorsi interni",  "Attività di pronto soccorso", "Attività di degenza COVID", "Attività di T.I. COVID" e "Attività svolte al domicilio del paziente"

Regole per le strutture sociosanitarie (RSA e RSD)

_____________________________________________

Regole per ingressi in Italia

Sintomi e definizione di caso sopetto

A chi rivolgersi

Cos'é e come si trasmette

______________________________________________

Ingressi in Italia dall'estero

A partire dal 3 giugno 2020 le regole sono diverse a seconda dello Stato di provenienza o destinazione.
Sono liberamente consentiti gli spostamenti per qualsiasi ragione da e per i seguenti Stati:

  • Stati membri dell’Unione Europea (oltre all’Italia, sono Stati membri della UE: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Irlanda, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia e Ungheria)
  • Stati parte dell’accordo di Schengen (gli Stati non UE parte dell’accordo di Schengen sono: Islanda, Liechtenstein, Norvegia, Svizzera)
  • Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del nord
  • Andorra, Principato di Monaco
  • Repubblica di San Marino e Stato della Città del Vaticano.

Dal 3 giugno le persone che entrano o rientrano in Italia da questi Paesi non sono più sottoposte a sorveglianza sanitaria e isolamento fiduciario per 14 giorni, a meno che non abbiano soggiornato in Paesi diversi nei 14 giorni anteriori all’ingresso in Italia.

Dal 1 luglio, è consentito l’ingresso nel territorio nazionale di cittadini di stati terzi residenti nei seguenti stati e terriotori: Algeria, Australia, Canada, Georgia, Giappone, Montenegro, Marocco, Nuova Zelanda, Ruanda, Serbia, Repubblica di Corea, Tailandia, Tunisia Uruguai.

Il rientro da Stati e territori diversi da quelli sopra elencati è consentito solo per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza, per motivi di salute, per comprovate ragioni di studio o in caso di rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

Tutte le persone che tornano in Italia da tali Stati e territori, compresi, dal 1 luglio, i cittadini di stati terzi residenti negli stati e territori elencati, anche se asintomatiche, sono obbligate a sottoporsi a sorveglianza sanitaria e all'isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni e a comunicare immediatamente il proprio ingresso al Dipartimento di Prevenzione della competente Azienda sanitaria tramite il modulo on-line
Per maggiori dettagli: DPCM del 11 giugno 2020.

torna su

______________________________________________

Sintomi e definizione di caso sopetto
I sintomi più comuni sono febbre, tosse e difficoltà respiratorie.
Le informazioni attualmente disponibili suggeriscono che il virus possa causare principalmente una forma lieve, simil-influenzale, ma anche una forma più grave di malattia respiratoria.

Le informazioni relative alla definizione di caso sospetto, probabile, confermato e contatto stretto sono ben dettagliate negli allegati 1 e 2 della circolare ministeriale n. 7922 del 9 marzo 2020.  

L’esecuzione dei tamponi è riservata ai casi sintomatici di ILI (Influenza-Like Illness, Sindrome Simil-Influenzale) e SARI (Severe Acute Respiratory Infections, Infezione Respiratoria Acuta Grave), ai casi sospetti di COVID-19 secondo la definizione di cui all’allegato 1 della suddetta circolare 7922, e nei casi di positività al test sierologico (effettuato secondo i criteri stabiliti dall'ordinanza 54).
In assenza di sintomi, pertanto, il test non appare sostenuto da un razionale scientifico, in quanto non fornisce una informazione indicativa ai fini clinici in coerenza con la definizione di "caso".

torna su

______________________________________________

A chi rivolgersi 

  • Se hai raffreddore febbre o altri sintomi influenzali stai a casa e chiama il tuo medico o pediatra di famiglia disponibili al telefono dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di tutti i giorni
     
  • Numero telefonico di pubblica utilità 1500 attivo 24 ore su 24
    istituito dal Ministero della Sanità per informazioni
  • Numero regionale 055.4385850, attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 per informazioni, orientamento e indicazioni sui percorsi e le iniziative individuate dalla Regione sul Covid-19, al quale rispondono operatori del Centro di Ascolto Regionale adeguatamente formati
  • Assistenza psicologica ai cittadini ►►

torna su

 

______________________________________________

Cosa é e come si trasmette
Il virus responsabile dell’epidemia partita da alcune province della Cina, è un nuovo ceppo di coronavirus mai identificato in precedenza nell’uomo. I coronavirus fanno parte di una vasta famiglia di virus che possono causare un raffreddore comune, una forma lieve simile all’influenza ma anche  malattie più gravi come la sindrome respiratoria mediorientale (MERS) e la sindrome respiratoria acuta grave (SARS). 

Si diffonde principalmente attraverso il contatto stretto con una persona malata. La via primaria sono le  goccioline del respiro delle persone infette ad esempio tramite la saliva, tossendo e starnutendo, i contatti diretti personali e le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate (non ancora lavate) bocca, naso o occhi

torna su

______________________________________________

 

Per ulteriori informazioni 

Ministero della Salute ►►

Epicentro (ISS) ►►

OMS (Organizzazione mondiale della Sanità)  ►►

ECDC (Centro Europeo per la prevenzione ed il controllo delle malattie) ►►

Agenzia Regionale di Sanità della Toscana  ►►

Consulta le F.A.Q sul Coronavirus ►► - F.A.Q fase 2 ►►

 

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
03.07.2020
Article ID:
23934275