Autorizzazione e accreditamento strutture del sistema sociale integrato

Autorizzazione ed Accreditamento sono due processi di valutazione sistematica e periodica per garantire la sicurezza e la qualità dell’assistenza dei servizi e delle strutture del sistema sociale integrato toscano di cui alla l.r. 41/2005 (Sistema integrato di interventi e servizi per la tutela dei diritti di cittadinanza sociale). La valutazione si basa sulla verifica del possesso di determinati requisiti relativi alle condizioni strutturali, organizzative e di personale che influiscono sulla qualità dell’assistenza e cura delle persone anziane, disabili, minori e soggetti svantaggiati.

L’autorizzazione al funzionamento attribuisce ai soggetti pubblici e privati, l’idoneità ad attivare e svolgere interventi e servizi sociali e ad integrazione socio-sanitaria. Riguarda le strutture di cui all’art 21 della l.r. 41/2005 e in particolare gli aspetti relativi alle condizioni strutturali, organizzative e di personale. Le strutture di cui all’art. 22 della l.r. 41/2005 sono subordinate alla sola comunicazione di inizio attività.
La procedura di Autorizzazione al funzionamento è disciplinata dal Regolamento 9 gennaio 2018, 2/R, di attuazione dell'articolo 62 della l.r. 41/2005.

L’accreditamento attribuisce ai soggetti pubblici e privati l’idoneità ad erogare prestazioni sociali e socio-sanitarie per conto degli enti pubblici competenti ed è obbligatorio per i soggetti pubblici. Ha validità su tutto il territorio regionale e costituisce condizione preliminare e necessaria per la stipula di accordi contrattuali tra soggetti pubblici e privati del sistema sociale integrato, compatibilmente con le risorse disponibili.
Riguarda le strutture autorizzate, i servizi di assistenza domiciliare e gli altri servizi alla persona erogati da enti e organismi a carattere non lucrativo, nonché i servizi di assistenza domiciliari erogati da operatori individuali (badanti).
Il Regolamento 11 agosto 2020, 86/R di attuazione della l.r. n. 82/2009 (Accreditamento delle strutture e dei servizi alla persona del sistema sociale integrato) e le Deliberazioni di Giunta regionale 245 del 15 marzo 2021 e s.m.i. (delibere di giunta regionale 289/2021, 918/2021 e 1239/2021) definiscono le procedure e i requisiti per l’Accreditamento.

Norma transitoria: le strutture e i servizi accreditati prima del 15 marzo 2021, devono adeguare i propri requisiti al regolamento in vigore entro il 15 marzo 2022.

Di seguito sono riportate le indicazioni per provvedere a tali adempimenti, con le specifiche per ogni tipologia di struttura, servizio, operatore individuale/badante:

Strutture del sistema integrato

  • Autorizzazione (per strutture di cui all’art. 21 l.r. 41/2005) ►►
  • Comunicazione inizio attività (per strutture di cui all’art. 22 l.r. 41/2005) ►►
  • Accreditamento (per strutture autorizzate di cui all’art. 21 l.r. 41/2005) ►►
  • Adeguamenti entro il 15 marzo 2022 (per accreditati prima del 15/03/2021) - norma transitoria ►►

Servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona e Operatore individuale/Badante

  • Accreditamento dei servizi di assistenza domiciliare e degli altri servizi alla persona ►►
  • Adeguamenti entro il 15 marzo 2022 (per accreditati prima del 15/03/2021) - norma transitoria ►►
  • Accreditamento degli operatori individuali/badanti ►►
     

Aggiornato al:
10.01.2022
Article ID:
77545663