Permessi di soggiorno a cittadini non comunitari nel 2018: in Toscana -13%

Dati Istat forniti dal Ministero dell'interno. I permessi per richiesta di asilo - 52,8% rispetto al 2017. Più permessi per altre motivazioni: lavoro (+46,5%), ricongiungimenti familiari (+5,8%), motivi di studio (+3,4%) e residenza elettiva / religione e salute (+20,5%). I richiedenti asilo e protezione umanitaria in Toscana sono principalmente cittadini di Nigeria, Pakistan, Senegal e Ghana che insieme coprono il 43% degli ingressi nella regione.


Nel 2018 sono stati rilasciati in Toscana 17.451 nuovi permessi di soggiorno, il 13,3% in meno rispetto al 2017.  I paesi più rappresentati sono: Albania (3.388), Cina (1.978) e Marocco (1.212). La diminuzione dei permessi di soggiorno è attribuibile principalmente al calo dei permessi rilasciati per richiesta di asilo che sono passati da 7.200 del 2017 a 3.418 nel 2018 (-52,8%). Crescono invece i permessi rilasciati per altre motivazioni: lavoro (+46,5%), ricongiungimenti familiari (+5,8%), motivi di studio (+3,4%), residenza elettiva / religione e salute (+20,5%).  I nuovi flussi di migranti non comunitari in Toscana interessano soprattutto le province di Firenze (33%), Pisa (12,6%) e Arezzo (11,5%), mentre a Livorno e Massa Carrara sono stati rilasciati rispettivamente il 5% e il 2,4% dei nuovi permessi di soggiorno. I principali paesi di cittadinanza delle persone in cerca di asilo e protezione umanitaria in Toscana sono: Nigeria, Pakistan, Senegal e Ghana che insieme coprono il 43% dei flussi di ingresso per tale motivazione. Sono alcuni dei dati del rapporto di statistica "Cittadini non comunitari in Toscana anni 2018 e  2019 Anni 2018-2019" (file pdf) pubblicato dal settore "Sistemi Informativi di Supporto alle Decisioni ed alle funzioni in materia ambientale. Ufficio regionale di Statistica" della Regione Toscana, sulla base di dati Istat forniti dal Ministero dell'Interno.


I cittadini non comunitari regolari in Toscana
Secondo il rapporto, che analizza i dati relativi ai nuovi ingressi di cittadini non comunitari avvenuti in Toscana nel 2018 (analisi di flusso) e gli stranieri regolarmente presenti in Regione al 1° gennaio 2019 (analisi di stock),  al 1 gennaio 2019 sono regolarmente presenti in Toscana 316.023 cittadini non comunitari, numero in lieve calo rispetto all'anno precedente. I paesi più rappresentati sono: Cina (64.271), Albania (63.662) e Marocco (30.297).

Al 1 ° gennaio 2019 in Toscana si verifica un aumento sia della presenza femminile (5.000 permessi in più rispetto al 2018) che dei minori (1600 permessi in più rispetto al 2018).

La presenza non comunitaria continua ad essere stabile sul territorio toscano: i soggiornanti di lungo periodo si mantengono costanti al 64%  rispetto al 1° gennaio 2018.

Cittadini non comunitari entrati nel 2018 per motivo del permesso. Toscana e Italia.Anno 2018. Fonte: Settore Informativo di supporto alle decisioni ed alle funzioni in materia ambientale- Ufficio regionale di Statistica, Regione Toscana. Elaborazioni su dati Istat 

 


Ingressi nell'anno di cittadini non comunitari per province di destinazione e paese di provenienza. Toscana. Anno 2018. Fonte: Settore Informativo di supporto alle decisioni ed alle funzioni in materia ambientale- Ufficio Regionale di Statistica, Regione Toscana. Elaborazioni su dati Istat

Permessi di soggiorno rilasciati al 1° gennaio dei cittadini non comunitari per durata del permesso e province di destinazione. Toscana e Italia.  Anni 2018 e 2019. Fonte: Settore Informativo di supporto alle decisioni ed alle funzioni in materia ambientale- Ufficio regionale di Statistica, Regione Toscana. Elaborazioni su dati Istat
 

 

Anna Luisa Freschi

Aggiornato al:
10.06.2020
Article ID:
16789176