CART - Cooperazione Applicativa Regione Toscana

 

L'interoperabilità e la cooperazione applicativa sono un punto cardine per assicurare la fruizione di servizi digitali realizzati da una Pubblica Amministrazione (P.A.) per cittadini, imprese e altre Pubbliche Amministrazioni (PP.AA.), è inoltre uno degli asset indispensabile per favorire l’implementazione complessiva del Sistema informativo della P.A.

CART (Cooperazione Applicativa Regione Toscana) è l'infrastruttura di interoperabilità a norma CAD (Codice Amministrazione Digitale) attraverso la quale Regione Toscana e le amministrazioni del territorio assicurarano l’accesso ai propri dati e/o l’integrazione dei propri processi grazie all'interazione dei propri sistemi informatici con quelli dei fruitori. In particolare CART risponde alla Circolare AGID n. 1 del 9 settembre 2020 che ha definito la Linea di indirizzo sull’interoperabilità tecnica che tutte le PP.AA. devono adottare. CART è quindi lo strumento che abilita le applicazioni software a realizzare transazioni elettroniche con la P.A., funzionale ai servizi di comunicazione e di amministrazione digitale per cittadini ed imprese. Sull'infrastruttura CART transitano in modalità interoperabile i dati che i diversi Enti del territorio si scambiano e che sono un patrimonio non solo della P.A. ma di tutta la comunità.

Nello specifico è l’infrastruttura di RT dedicata a regolare le comunicazioni applicative sia con soggetti esterni che tra soggetti con l’obiettivo di:

  • mettere in sicurezza l'accesso ai servizi;
  • censire i servizi e le loro modalità di utilizzo;
  • assicurare il rispetto dei requisiti applicativi e normativi;
  • certificare i flussi in maniera indipendente dai vari interlocutori;
  • mettere a disposizione funzionalità infrastrutturali di utilità comune per le applicazioni;
  • uniformare le modalità di integrazione con gli applicativi, in maniera trasparente rispetto alle modalità di interscambio richieste dai vari interlocutori esterni.

L’obiettivo che ci si pone attraverso questa infrastruttura è quello di facilitare l’adozione delle tecnologie e degli standard che le PP.AA. devono utilizzare nella realizzazione dei propri sistemi informatici, al fine di permettere il coordinamento informativo e informatico dei dati tra le amministrazioni centrali, regionali e locali, nonché tra queste e i sistemi dell'Unione Europea, con i gestori di servizi pubblici e dei soggetti privati.

Allo stesso tempo, le tecnologie e standard promossi dalla infrastruttura possono essere utilizzati anche all’interno delle singole P.A. per assicurare livelli di interoperabilità tra i vari ecosistemi e processi intra-amministrazione. Regione Toscana collabora con Agid attraverso tavoli tecnici sulla interoperabilità e si coordina con altre pubbliche amministrazioni per l’implementazione delle stesse mediante la partecipazione a progetti interregionali (ICAR) assicurando dunque un costante aggiornamento della infrastruttura sia a livello tecnologico che di norma tecnica.

Specifiche d’uso della infrastruttura CART (pdf : 108 kB).

 

Per approfondimenti vedere il documento Interoperabilità e Cooperazione Applicativa in Regione Toscana (pdf : 387 kB).

 

Riferimenti normativi:

lettera a comma 2 dell’Art. 14-bis del DECRETO LEGISLATIVO 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell'amministrazione digitale.), che individua le funzioni di AgID tra cui: “emanazione di Linee [...] di indirizzo [...] sull'attuazione e sul rispetto delle norme di cui al presente Codice, anche attraverso l'adozione di atti amministrativi generali, in materia di [...] interoperabilità e cooperazione applicativa tra sistemi informatici pubblici e quelli dell'Unione europea”. Circolare AGID n. 1 del 9 settembre 2020.

 

Contatti:

Per saperne di più scrivi a: cart@regione.toscana.it.

Se stai utilizzando CART ed hai bisogno di supporto scrivi a: cartdesk@regione.toscana.it.

Condividi
Aggiornato al:
16.04.2021
Article ID:
25791744

Link e allegati