Mobilità, i toscani si spostano di più e più informati


Nel 2016 si spostano in Toscana ogni giorno oltre 2 milioni e 717mila persone, 224mila persone in più rispetto ai 2 milioni 493mila del 2009.  Aumenta rispetto al 2009 la popolazione che si sposta: il tasso di mobilità complessivo passa dal 76,7% all'82,3% nel 2016. La mobilità risulta elevata su tutto il territorio e presenta la percentuale maggiore tra gli abitanti dell'area metropolitana. Le persone che si spostano realizzano un totale di oltre 9 milioni e 300mila (figura 1) spostamenti giornalieri, con un numero medio di spostamenti pari a 2,8 se calcolato sull'intera popolazione toscana, pari a 3,4 se calcolato con riferimento alla popolazione che si sposta. Nel complesso il 79,8% degli spostamenti è stato realizzato con mezzi di trasporto e il 20,2% interamente a piedi. Il 53,8% degli spostamenti sono fatti almeno 5 giorni a settimana e circa un terzo (34,8%) da 2 a 4 giorni a settimana. Il 92,5% degli spostamenti effettuati con mezzi è realizzato solo con mezzi privati, il 6,2% solo con mezzo pubblico, e l'1% combinando mezzi pubblici e privati. Circa il 70% degli spostamenti avviene all'interno del comune di residenza e il 22,1% al di fuori del comune ma all'interno della provincia.  Sono alcuni dei dati che emergono dall'indagine campionaria "La mobilità e l'infomobilità in Toscana", promossa dal settore Trasporto pubblico locale e curata dal settore Sistema Informativo di Supporto alle decisioni Ufficio Regionale di Statistica della Regione Toscana.

L'indagine ha coinvolto, tra il 15 e il 30 aprile 2016, mediante interviste telefoniche con il metodo CATI (Computer Assisted Telephone Interview), 3.451 cittadini residenti in Toscana con almeno 14 anni. Il campionamento ha seguito il metodo casuale, stratificato per 4 aree territoriali e 3 classi di ampiezza demografica del comune.  E' la prima indagine che esplora i comportamenti e gli orientamenti dei cittadini toscani rispetto all'uso delle nuove tecnologie dell'informazione per gestire i propri spostamenti, focalizzando l'attenzione sulla popolazione che usa dispositivi portatili con accesso a internet.

Secondo l'indagine si spostano in modo sistematico (spostamenti sistematici) per raggiungere il luogo di lavoro il 44,5% delle persone, per ragioni di studio il 7,5% e per rientrare a casa dal luogo di lavoro o di studio il 47,6% delle persone. Occasionalmente si spostano (spostamenti occasionali) il 21,9% delle persone per fare di acquisti / commissioni e il 15,4% per raggiungere luoghi di sport e svago; eguono in percentuali minori: accompagnare, prelevare persone, fare visite a parenti e amici, seguire cure mediche e affari. La quota di spostamenti a piedi sale al 26,4% negli spostamenti occasionali ed è del 7,6% in quelli sistematici. Nel complesso la durata media degli spostamenti è pari a 21 minuti. Gli spostamenti sistematici hanno una durata maggiore (25 minuti), mentre quelli occasionali hanno una durata media di circa 19 minuti.
L'utilizzo del mezzo pubblico è maggiore negli spostamenti sistematici, sia da solo (10,2%) che in combinazione con i mezzi privati (2,4%), mentre risulta minore tra gli spostamenti di tipo occasionale.

Il 29,9% degli intervistati motiva la scelta del mezzo privato per il minor tempo impiegato, il 24,7% motiva la scelta con l'assenza di trasporto pubblico. Seguono le motivazioni tipiche dei mezzi privati: l'assenza di vincoli di percorso e orario (12,5%), l'assenza di vincoli di orario e attese (12,4%), e il maggior comfort e privacy (7,2%).

Il 56,9% della popolazione toscana che si sposta possiede un dispositivo mobile per la connessione ad internet (smartphone, tablet, palmare) e il 57,8% può connettersi alla rete da una postazione fissa (da casa o dal lavoro). Il 43,6% della popolazione usufruisce di una pluralità di canali di connessione potendo connettersi alla rete sia attraverso una postazione fissa sia usando un dispositivo portatile. I dispositivi sono usati soprattutto nella fase che precede lo spostamento . I dispositivi portatili vengono usati per gli spostamenti principlamente per la ricerca di informazioni sulle condizioni meteorologiche e la ricerca di informazioni pratiche su orari, costi e percorsi.
Nel complesso circa il 70% dei cittadini toscani che dispongono di dispositivi mobili considera questi strumenti utile nell'organizzazione dei propri viaggi e spostamenti:  il 22,2% dei toscani considera la loro utilità molto importante e il 47,9% abbastanza importante (grafico 2).

Figura 1 - Grafico a torta "Tipologia di mobilità. Anno 2016" e tabella "Spostamenti sistematici e
occasionali. Anno 2016"
. Fonte: Regione Toscana, "La mobilità e l'infomobilità in Toscana" – 2016.



 


Grafico 2 - Importanza dei dispositivi mobili nell'organizzazione degli spostamenti % sul totale della popolazione che si sposta e che usa dispositivi mobili per gestire gli spostamenti. Fonte: Regione Toscana, "La mobilità e l'info-mobilità in Toscana", 2016

 

Aggiornato al:
19.09.2018
Article ID:
14208172