Il progetto europeo eNEIDE per le centrali appaltanti di contratti pubblici

 

eNotification and ESPD Integration for Developing Eprocurement, progetto cofinanziato dalla Commissione Europea, attraverso il programma Connecting European Facilities (CEF-TC-2018-4 Azione n. 2018-IT-IA-0170), punta ad una evoluzione dell'architettura nazionale di eProcurement, partendo dai risultati raggiunti attraverso i progetti CEF (Connecting European Facilities) in ambito e-Procurement già conclusi, quali IIeP - Italian Interoperable eProcurement  (Azione n. 2015-IT-IA-0108) e ESPD European Single Procurement Document - Interoperability and Diffusion (Azione n. 2016-IT-IA-0038).

Obiettivi. Il progetto ha l’obiettivo generale di implementare l’architettura nazionale di eProcurement attraverso tre obiettivi:

  • l’evoluzione della banca dati nazionale dei contratti pubblici (BDNCP) che dovrà operare come eSender nazionale inviando le informazioni di gara al sistema elettronico di notifica TED (Tenders Electronic Daily);
     
  • l’adozione dell’European Single Procurement Document (ESPD), basato sull’Exchange Data Model (EDM) versione 2 self-contained, e l’integrazione con e-Certis per le piattaforme regionali di acquisto di ARIA S.p.a. e di Regione Toscana,
     
  • l'adozione di eNotification da parte delle tre principali centrali di committenza attraverso l'integrazione della BDNCP con la piattaforma Tenders Electronic Daily (TED).

Budget complessivo di progetto: 1 milione 25 mila 827 euro
La quota assegnata a Regione Toscana è di 169 mila 847 euro con il 25% di co-finanziamento della Regione Toscana.

Durata: 18 mesi (primo ottobre 2019  – primo marzo 2021)

Partenariato
capofila: 1. Agenzia per l'Italia Digitale.(AgID)

partner
2. Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC),
3.  Intercent-ER Agenzia regionale per lo sviluppo dei mercati telematici (INTERCENT-ER), Regione Emilia Romagna,
4. Regione Toscana (RT),
5. Azienda Regionale per l’Innovazione e gli Acquisti (ARIA S.p.A.), Regione Lombardia,
6. Luiss Business School (LUISS).

Per approfondire

Sergio Papiani sergio.papiani@regione.toscana.it
Marco Giovannetti marco.giovannetti@regione.toscana.it
Francesca Bargellini francesca.bargellini@regione.toscana.it
Sandra Raddi sandra.raddi@regione.toscana.it

Aggiornato al:
24.11.2020
Article ID:
29262320

Aggiornamenti

Vedi tutti

Quasi 2 milioni di euro dal Fondo europeo asilo migrazione integrazione (Fami) 2014-2020 per potenziare in Toscana l’inclusione lavorativa dei migranti

Molti dei progetti finanziati dal Programma Italia-Francia Marittimo, finanziano o sostengono a loro volta con strumenti di vario tipo, progetti, idee, percorsi formativi

Un servizio di previsione della qualità dell'aria attivo per 2 anni i...
Nuove tecnologie e big data per ridurre impatti negativi del turismo....