Finanziamenti per servizi di inclusione sociale dei detenuti

Fondo per lo sviluppo e la coesione


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

09 marzo 2022

Data di scadenza presentazione domande

19 aprile 2022

La Regione Toscana con decreto dirigenziale 2945 del 16 febbraio 2022 ha approvato il bando
Servizi di inclusione sociale per persone detenute (allegato A del decreto).
Il bando si inserisce nel contesto delle iniziative della Regione Toscana per realizzare percorsi di inclusioni sociale rivolte a persone svantaggiate. In particolare con questo avviso pubblico la Regione punta a dare continuità alle azioni di inclusione sociale rivolte alle persone detenute ed ex-detenute,  già avviate, con il finanziamento di precedenti progetti cofinanziati dal Por Fse 2014 – 2020, su tutto il territorio regionale.

Finalità

Il bando è finalizzato a

- favorire l'accesso ai diritti e alle tutele sociali da parte dei detenuti riducendo la carenza di servizispecifici in un contesto in cui la popolazione penitenziaria è composta prevalentemente da persone provenienti dalle fasce più svantaggiate della società,  in coerenza con il principio di universalità,eguaglianza ed equità di accesso delineato nel Pssir 2018 – 2020 (obiettivo 2 Equità e giustizia sociale: contrasto alle disuguaglianze e accoglienza delle differenze, centralità delle persone, delle famigli ee delle comunità);

- sostenere le persone detenute ed ex-detenute nel percorso di re-inserimento nella società,tramite un servizio ponte (interno/esterno) con funzione di collegamento con i servizi territoriali, mirato a ridurre la recidiva e rafforzare il concetto di continuità assistenziale nell’ambito della presain carico globale della persona.


Destinatari del bando / Beneficiari

Sono ammessi alla presentazione di progetti le imprese e le cooperative sociali, i soggetti pubblici e privati che operano nel recupero socio-lavorativo di soggetti svantaggiati, categoria all'interno della quale sono riconducibili le persone destinatarie degli interventi previsti dall'avviso pubblico.

I progetti devono essere obbligatoriamente presentati ed attuati da una Associazione temporanea di impresa (Ati) o di scopo (Ats) costituita o da costituire a finanziamento approvato.
Non sono ammissibili  progetti che vedono la partecipazione di partner all’Ati/Ats in un numero maggiore di 6,  compreso il soggetto capofila e considerati anche gli eventuali consorziati coinvolti nella realizzazione di attività del progetto.

Scadenza e presentazione domande

La proposta progettuale e la relativa domanda di finanziamento devono pervenire al settore "Innovazione sociale" entro e non oltre le ore 24.00 del 19 aprile 2021.
La domanda e la documentazione allegata deve essere trasmessa tramite l'applicazione "Formulario di presentazione dei progetti FSE on line" previa registrazione al Sistema Informativo FSE

Qualora il soggetto proponente (ente capofila) non risulti ancora registrato sul Sistema Informativo FSE (SI), occorre

si comunica che l'ente intende presentare una candidatura a valere sull'avviso "Servizi di inclusione sociale per persone detenute" come soggetto proponente cui verrà attribuita la responsabilità di quanto presentato (soggetto capofila)
si indicano i seguenti dati:

  • 1. denominazione
  • 2. sede legale, sede operativa, recapito telefonico, indirizzo email;;
  • 3. codice fiscale, e se del caso, partita IVA;
  • 4. codice Istat Ateco della attività economica;
  • 5. nome e cognome del legale rappresentante


Interventi ammissibili

Le attività finanziate dal bando hanno come obiettivo quello di favorire l’inclusione sociale delle persone detenute ed ex-detenute; le prime, attraverso un servizio di supporto e di tutele sociali erogate all’interno degli Istituti di pena, le seconde, attraverso l’attivazione di un servizio “ponte” che, iniziato nella fase di pre-dimissione a fine pena, accompagni la persona nel primo periodo di libertà.
Le attività quindi si distinguono in:

  • 1. attività di sportello interno agli Istituti per le persone detenute;
  • 2. attività di accompagnamento e orientamento esterno per le persone che stanno concludendo il periodo penale.

I progetti devono prevedere obbligatoriamente i servizi indicati nel bando.

Destinatari degli interventi

Sono destinatari degli interventi finanziati dal bando

  • le persone detenute (azione 1) e
  • le persone detenute a fine pena nelle fase di pre-dimissione e in quella successiva di reinserimento sociale (azione 2).

Dotazione finanziaria
Per l'attuazione del presente Avviso è stanziato l'importo complessivo di 1.000.000 euro.

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda di finanziamento consultare integralmente

Sono disponibili in formato editabile  i seguenti allegati, in corso di pubblicazione,a breve online:

Per saperne di più

Eventuali informazioni possono essere richieste, esclusivamente a mezzo posta elettronica scrivendo a

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
20.04.2022
Article ID:
102351941