Bando Ricerca COVID 19 Toscana

GRADUATORIE e PROGETTI FINANZIATI - Per la promozione di progetti di ricerca mirati all'identificazione di sistemi di prevenzione, terapie e sistemi di diagnostica e analisi per combattere le infezioni da SARS-CoV-2 e altre emergenze virali che si potrebbero presentare in futuro.


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

03 giugno 2020

Numero e parte del BURT

n. 23, supplemento 99 alla parte III

Data di scadenza presentazione domande

03 luglio 2020

E' un bando che nasce nel contesto dell'emergenza epidemiologica da SARS-CoV-2 per promuovere progetti di ricerca mirati all'identificazione di sistemi di prevenzione, terapie e sistemi di diagnostica e analisi con l'obbiettivo di combattere le infezioni da SARS-CoV-2 e altre emergenze virali che si potrebbero presentare in futuro.
I progetti saranno principalmente finalizzati a migliorare la comprensione dell’epidemia di COVID-19 e a migliorare la preparazione e la risposta alle emergenze di sanità pubblica.

Il bando è rivolto alle Aziende sanitarie ed Enti del Servizio sanitario regionale, all’Agenzia Regionale di Sanità della Toscana (ARS) e agli Organismi di ricerca (OR).
Le risorse finanziarie messe a disposizione dal presente bando ammontano a € 6.000.000.

Aree tematiche
Sono ammissibili a contributo progetti di ricerca e sviluppo realizzati in Toscana nei seguenti ambiti: 

  1. Studio ed analisi di modelli organizzativi e di presa in carico, come ad esempio:
    • Messa a punto di strumenti di monitoraggio della diffusione dell'epidemia e di tracciamento dei casi e dei contatti
    • Realizzazione di sistemi informativi per la raccolta dei dati e la creazione di strumenti di monitoraggio e di controllo dell’epidemia e di modellizzazione delle dinamiche epidemiche
    • Predisposizione di modelli di stratificazione del rischio
    • Studi finalizzati ad implementare servizi a supporto dell’individuazione precoce e il successivo contenimento del contagio, ivi inclusa l’allerta precoce, la sorveglianza attiva, la verifica dell'isolamento, la gestione dei sintomi, con particolare riferimento alla protezione delle fragilità e alle marginalità.
    • Valutazione di nuovi modelli organizzativi anche attraverso l'uso di nuove tecnologie informatiche.
     
  2. Indagini epidemiologiche e studi sociologici, come ad esempio:
    • Stima della prevalenza della malattia nella popolazione attraverso l'uso di test diagnostici anche per valutazione, a breve, medio e lungo termine, dell'impatto globale dell'epidemia
    • Studio dei comportamenti e della percezione sociale con riferimento alla percezione delle comunicazioni e delle misure di sanità pubblica da parte dei soggetti interessati
    • Studi dell’impatto sociale e psicologico delle restrizioni e dell’isolamento nella gestione delle fasi di outbreak epidemico. Studi sulla promozione della salute in particolare sulla adesione consapevole a comportamenti di prevenzione tramite metodi di tipo partecipativo.
     
  3. Studi di diagnostica e virologia, come ad esempio:
    • Sistemi diagnostici utilizzabili per screening di popolazione ampi
    • Studi di diagnostica in vitro nell'ambito della individuazione di anticorpi specifici COVID-19 in campioni di siero/plasma
    • Studi di virologia utili al tracciamento di varianti virali (attuali e/o future), la loro siero-epidemiologia e trasmissione.
     
  4. Approcci terapeutici e vaccini, come ad esempio:
    • Studio di approcci profilattici e preventivi della malattia
    • Studio di soluzioni terapeutiche innovative e di repurposing per il trattamento delle infezioni COVID-19.
    • Sviluppo di trattamenti per immunizzazione passiva e vaccini.


Le declinazioni dei 4 ambiti tematici sono riportate a mero titolo di esempio, non hanno pertanto carattere esaustivo e/o esclusivo e non hanno carattere preferenziale o premiale ai fini della valutazione.

Soggetti proponenti
Possono presentare la proposta progettuale e beneficiare dei contributi previsti dal bando i seguenti soggetti in associazione tra loro:

 a) Soggetto obbligatorio: 1) Aziende Sanitarie del Servizio Sanitario Regionale Toscano (Aziende USL e Aziende Ospedaliero-Universitarie) e gli Enti del Servizio Sanitario Regionale che svolgono istituzionalmente attività di ricerca (ISPRO Istituto per lo Studio, la Prevenzione e la Rete Oncologica e Fondazione Toscana Gabriele Monasterio)

2) Agenzia Regionale di Sanità della Toscana (Ars)
     
  b)  Organismi di ricerca aventi sede legale o unità operativa sul territorio regionale.

Possono presentare la proposta progettuale e beneficiare dei contributi previsti dal presente bando anche i soggetti costituiti ai sensi dell'art. 9 bis del DLgs 502/92. 
Non sono ammessi progetti presentati da un solo soggetto.

Finanziamento
Il  contributo è concesso nella misura massima del 80% del costo totale ammissibile del progetto.

Modalità e termini per la presentazione dei progetti
Le  proposte progettuali devono essere presentate secondo le modalità ed i termini previsti dal Bando, corredate della documentazione richiesta (art. 8 del bando).

Per tutti i dettagli ulteriori consultare integralmente il bando ed i suoi allegati.

Il bando è stato approvato con decreto dirigenziale 7731/2020 con i seguenti allegati: 

  • Allegato 1 -   Bando ►►
  • Allegato A -  Domanda di finanziamento per Aziende ed Enti del Ssr, Ars e OR pubblici ►► [file .odt] ►►
  • Allegato A1 - Domanda di finanziamento per OR privati ►► [file .odt] ►►
  • Allegato B -   Scheda tecnica di progetto ►► [file .odt] ►►
  • Allegato B1 - Piano finanziario ►► [file .xls] ►►
  • Allegato C  -   Linee Guida per la rendicontazione ►►


Graduatoria progetti
Con decreto dirigenziale 17733 del 30/10/2020  
pubblicato sul BURT  46 parte III  del 11/11/2020,  
è stata approvata la graduatoria dei progetti finanziabili
e l'elenco dei progetti non ammessi a valutazione scientifica.

Progetti finanziati
Con decreto dirigenziale n. 19049 del 17/11/2020,
pubblicato sul BURT n. 49 parte III del del 2/12/2020,  
sono stati individuati i beneficiari del Bando Ricerca COVID 19 Toscana:

La redazione del Consortium Agreement deve avvenire secondo quanto indicato dal bando;
a supporto si rende disponibile uno schema►► 
che può essere utilizzato adeguandolo alle necessita del partenariato e del
progetto.
 

Informazioni
Per qualsiasi informazione o chiarimento:
    • consultare le domande frequenti (FAQ)
    • o scrivere a bandoricercacovid@regione.toscana.it 

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
26.11.2020
Article ID:
25092065