Salta al contenuto Salta al menu'

Nuovo focolaio di Tarlo asiatico

Nuovo focolaio di Tarlo asiatico

Anoplophora chinensis


testo in inglese (english version) >>

Il Servizio fitosanitario regionale, nel corso di ispezioni di routine in Comune di Pistoia ha rinvenuto un focolaio di Anoplophora chinensis, nome comune "Tarlo Asiatico".

Il Tarlo asiatico è un insetto che, per la sua dannosità è incluso tra le specie da quarantena nell'Unione Europea, in Canada, negli USA e molte altre nazioni. L'insetto, originario dell'Asia (Cina, Giappone, Corea, Taiwan), è già stato rinvenuto in Europa ed anche in Toscana, in Comune di Prato, dove è stato eradicato grazie all'intervento tempestivo del Servizio fitosanitario della Regione Toscana.

Le analisi biomolecolari effettuate sugli insetti presenti nel nuovo focolaio hanno confermato che si tratta di un nuovo ceppo mai rinvenuto in Italia di cui per ora non si conosce l'origine.

Dai rilievi meticolosamente eseguiti il focolaio interessa 166 piante arboree od arbustive su una superficie di 1,03 ettari.

La sua pericolosità consiste nel fatto che attacca un grande numero di specie vegetali arboree ed arbustive, causando gravi danni economici e situazioni di pericolosità, dato che mina la stabilità degli alberi. La normativa europea prescrive agli Stati membri misure obbligatorie di eradicazione, comprendenti distruzione di piante e blocco della movimentazione dei vegetali suscettibili all'infestazione.

Grazie ai controlli continui nell'area vivaistica di Pistoia, il focolaio è stato celermente rinvenuto dal servizio fitosanitario, per cui è recente e di dimensioni limitate, il che lo rende probabilmente eradicabile, a condizione di intervenire prontamente distruggendo le piante infette e controllando attentamente i movimenti delle piante suscettibili all'infestazione (aceri, platani, ippocastani, meli, peri, salici ecc.). Le azioni di eradicazione riguardano la zona focolaio, concentrata in un unico luogo e posta a due km dal centro di Pistoia, e un'area circostante del raggio di almeno un km.

Le misure fitosanitarie intraprese si basano su una forte collaborazione dei vivaisti e della popolazione locale, che devono essere coinvolti nelle attività di ricerca e di eradicazione dei focolai presenti, in modo da eradicare quanto prima il limitato focolaio rinvenuto.

Le azioni di eradicazione sono svolte con il sostegno scientifico del Consiglio per le ricerche in agricoltura e l'analisi dell'economia agricola (CREA) che ha già seguito da vicino l'eradicazione dei focolai di Prato e di Roma, entrambi i casi conclusi con successo.
 

English version

NEW OUTBREAK of ASIAN LONG-HORNED BEETLE (Anoplophora chinensis)

During a routine inspection in Pistoia municipality the Phytosanitary service of Tuscany Region reported an outbreak of Anoplophora chinensis, common name "Asian long-horned beetle".

Due to its harmfulness, the Asian long-horned beetle is listed as a quarantine insect in the European Union, Canada, the USA and many other countries as it has the ability of attacking a large number of tree and shrub species, causing severe economic damage and hazardous situations and undermining the stability of the trees.

The insect, native of Asia (China, Japan, Korea, Taiwan), had already been reported in Europe and also in Tuscany, in the Municipality of Prato, from where it was eradicated thanks to the prompt intervention of the Phytosanitary Service. However biomolecular analyses performed on insects present in the outbreak confirmed that this is a new strain never seen in Italy before whose origins are still unknown.

Thanks to continuous surveillance and meticulous sampling in the nursery area in Pistoia the outbreak was quickly discovered and found to be recent and of limited size. affecting 166 trees or shrubs on a surface of 1.03 hectares.

European legislation requires Member States to adopt compulsory eradication measures, including destruction of plants and block of handling for plants susceptible to infestation.

The age and size of the outbreak makes it probably eradicable simply by quickly destroying infected plants and checking carefully the movements of the plants susceptible to infestation (maples, Sycamores, horse chestnuts, apples, pears, willows etc.). Eradication actions will interest the outbreak area, concentrated in one place - placed at two km from the Centre of Pistoia - and the surrounding area with a radius of at least one km. In order to enhance speed and effectiveness, the foreseen phytosanitary measures will be based on strong cooperation in research and eradication activities of nurseries and local people as well ad with the support of the Council for scientific research in agriculture and agricultural economic analysis (CREA) that has already been closely following the eradication of 2 hotbeds of Prato and of Rome, both successfully concluded.

 

 

Con DGR 1102 del 9/10/2017: "Approvazione del piano di intervento per l'eradicazione del focolaio di Tarlo asiatico (Anoplophora chinensis) in Comune di Pistoia", è stato approvato un  Piano regionale d'intervento  volto alla eradicazione del nuovo focolaio rinvenuto.

Con decreto dirigenziale n. 15294 del 23 ottobre 2017 sono state approvate le aree delimitate (All. A) e le misure ufficiali per l'eradicazione del focolaio (All. B)


scarica il modello per comunicazione dell'introduzione di piante specificate dopo la data del  1 novembre nelle aree delimitate
scarica il modello per la comunicazione di spostamento di piante specificate all'interno dell'area cuscinetto
 

Per approfondire: scarica la pubblicazione sul Tarlo asiatico


Ultima modifica: 18/12/2017 17:06:27 - Id: 14738734
  • Condividi
  • Condividi