Cos'è

Condividi

 

Il PAN, Piano di azione nazionale per l'uso sostenibile dei prodotti fitosanitari, approvato con DM del 22/01/2014, si prefigge di guidare, garantire e monitorare un processo di cambiamento delle pratiche di utilizzo dei prodotti fitosanitari verso forme caratterizzate da maggiore compatibilità e sostenibilità ambientale e sanitaria, con particolare riferimento alle pratiche agronomiche per la prevenzione e/o la soppressione di organismi nocivi sia in aree agricole che extra-agricole.

In linea con i contenuti della direttiva 2009/128/CE e del decreto legislativo n. 150/2012,
il PAN si propone di raggiungere i seguenti obiettivi generali, al fine di ridurre i rischi associati all'impiego dei prodotti fitosanitari:

  • ridurre i rischi e gli impatti dei prodotti fitosanitari sulla salute umana, sull'ambiente e sulla biodiversità;
  • promuovere l'applicazione della difesa integrata, dell'agricoltura biologica e di altri approcci alternativi
  • proteggere gli utilizzatori dei prodotti fitosanitari e la popolazione interessata
  • tutelare i consumatori
  • salvaguardare l'ambiente acquatico e le acque potabili
  • conservare la biodiversità e tutelare gli ecosistemi.


Per il raggiungimento dei citati obiettivi il PAN, in via prioritaria, si propone di:

  • assicurare una capillare e sistematica azione di formazione sui rischi connessi all'impiego dei prodotti fitosanitari
  • garantire un'informazione accurata della popolazione circa i potenziali rischi associati all'impiego dei prodotti fitosanitari
  • assicurare una capillare e sistematica azione di controllo, regolazione e manutenzione delle macchine irroratrici
  • prevedere il divieto dell'irrorazione aerea, salvo deroghe in casi specifici
  • prevedere specifiche azioni di protezione in aree ad elevata valenza ambientale e azioni di tutela dell'ambiente acquatico
  • prevedere che le operazioni di manipolazione, stoccaggio e smaltimento dei prodotti fitosanitari e dei loro contenitori sia correttamente eseguita
  • prevedere la difesa a basso apporto di prodotti fitosanitari delle colture agrarie, al fine disalvaguardare un alto livello di biodiversità e la protezione delle avversità biotiche delle piante, privilegiando le opportune tecniche agronomiche
  • prevedere un incremento delle superfici agrarie condotte con il metodo dell'agricoltura biologica, ai sensi del regolamento (CE) 834/07 e della difesa integrata volontaria (legge n. 4 del 3 febbraio 2011)


A chi si rivolge il PAN:

Gli ENTI coinvolti nell'attuazione del PAN sono: il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, il Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare, il Ministero della salute, il Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca, le regioni e le province autonome, i comuni, gli enti pubblici di ricerca, gli enti gestori delle aree Natura 2000 e delle aree naturali protette.

Gli OPERATORI coinvolti nella attuazione del PAN sono: gli operatori agricoli e ogni altro utilizzatore di prodotti fitosanitari, i produttori e i distributori di prodotti fitosanitari nonché tutti i soggetti coinvolti che propongano metodologie e tecniche alternative, i consulenti della difesa fitosanitaria, gli enti gestori delle reti ferroviaria e stradale, tutti gli enti pubblici e privati, comprese le associazioni, che gestiscono aree verdi frequentate dalla popolazione.

La POPOLAZIONE interesata residente all'interno o i prossimità delle aree in cui vengono effettuati trattamenti con prodotti fitosanitari.

I CONSUMATORI in quanto utilizzatori dei prodotti agroalimentari.

Aggiornato al:
02.04.2015
Article ID:
12412328

Indicazioni in merito all applicazione delle disposizioni concernenti la vendita, l acquisto e l utilizzo dei prodotti fitosanitari e dei coadiuvanti di cui al decreto legislativo 14 agosto 2012, n. ...

Obbligo del controllo funzionale delle macchine irroratrici, per le aziende che aderiscono alla sottomisura 10.1 Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali e alla misura 11 Agricoltura Biologi...