Verso la programmazione Por Fesr 2021-2027

Con l’approvazione del Quadro strategico regionale per il ciclo di programmazione comunitaria 2021-2027  (approvato con delibera di giunta regionale 78 del 3 febbraio 2020), la Regione Toscana ha avviato il percorso di concertazione e confronto con il territorio per l’elaborazione dei Programmi operativi regionali per l'utilizzo dei fondi europei della programmazione UE 2021-2027.

Il Quadro strategico regionale costituisce la prima cornice strategica di riferimento in coerenza con i cinque obiettivi strategici contenuti nella proposta di regolamento UE recante le disposizioni comuni sui fondi:

  • un’Europa più intelligente
  • un’Europa più verde
  • un’Europa più connessa
  • un’Europa più sociale
  • un’Europa più vicina ai cittadini

Il Quadro strategico regionale prevede per il Fondo europeo di sviluppo regionale (Fesr) una architettura strategica che fa leva su quattro direttrici:

  • Direttrice strategica n.1 - Ricerca, innovazione e crescita intelligente;
  • Direttrice strategica n.2 - Sostenibilità e transizione ecologica;
  • Direttrice strategica n.3 - Infrastrutture regionali;
  • Direttrice strategica n.4 - Sviluppo locale e coesione territoriale.   

Per ciascuna direttrice strategica sono individuati obiettivi specifici in coerenza con le previsioni delle proposte dei regolamenti UE per la Politica di coesione 2021- 2027. E’ partendo da questi obiettivi specifici che sarà attivata la riflessione ed il confronto con il territorio finalizzata a perfezionare una strategia condivisa con le istituzioni pubbliche nonché con parti economico sociali.

Tra gli elementi in continuità con il periodo di programmazione 2014-2020, il Quadro strategico regionale 2021-2027 conferma per il Fesr una rilevante attenzione

  • ai temi della ricerca dell’innovazione e della digitalizzazione, mediante l’attuazione della Strategia di specializzazione intelligente (S3);
  • alla sostenibilità, con un focus particolare alle infrastrutture verdi, alla transizione ecologica e digitale e all’economia circolare;
  • alla mobilità urbana sostenibile, con il potenziamento di percorsi ciclopedonali ed infrastrutture a sostegno dell’intermodalità;
  • all’inclusione e coesione territoriale, perseguite con strategie territoriali integrate in ambito urbano ed il sostegno ad aree interne, rurali e costiere.

Il 3 dicembre 2020, in modalità videoconferenza, si è svolta la riunione congiunta dei tavoli di concertazione istituzionale e generale, sono stati discussi i temi rappresentati nel Quadro strategico regionale e i componenti del tavolo sono stati invitati a far pervenire contributi e osservazioni utili ai successivi incontri e alla messa a punto degli obiettivi da perseguire e delle azioni da svolgere sui vari Fondi nella nuova stagione della programmazione europea.

Atti europei, regionali e documenti

    • Proposta di Regolamento del Consiglio e del Parlamento europeo 29 maggio 2020 COM(2018) 375 final 2018/0196(COD)

    • Proposta modificata del Regolamento del Consiglio e Parlamento europeo COM(2020) 28 maggio 2020 450 final 2018/0196 (COD)

    •  Proposta di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio 29 maggio 2018 COM(2018) 372 final 2018/0197 (COD), relativo al Fondo europeo di sviluppo regionale e al Fondo di coesione

    • Proposta modificata di Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio 28 maggio 2020 COM(2020) 452 final 2018/0197(COD) relativa al Fondo europeo di sviluppo regionale e al Fondo di coesione

    • Verbale del Tavolo di concertazione generale ed istituzionale del 3 dicembre 2020

    • Approvazione del Quadro strategico regionale per uno sviluppo sostenibile ed equo Programmazione Comunitaria 2021 2027 (delibera di giunta regionale 78 del 3 febbraio 2020)

Video La politica di coesione 2021-2027

Aggiornato al:
02.02.2021
Article ID:
38001046