Rieti e Norcia 2016

Amatrice dopo il sisma del 24 agosto 2016 vista dall'altoEventi principali

Alle ore 7:40 (ora italiana – UTC 6:40) del 30 ottobre 2016, si è verificato nella zona dell'Appennino centrale un terremoto di Mw = 6.5, profondità 9 Km, con epicentro in provincia di Perugia (presso il comune di Norcia). Hanno fatto seguito migliaia di repliche, fra cui almeno una ventina con magnitudo superiore a 4.0, fra queste almeno sei con magnitudo superiore a 4.5. Tale evento è stato preceduto da due forti scosse di magnitudo 5.4 e 5.9 avvenute il 26/10/2016 rispettivamente alle 19:10 e 21:18 (ora italiana - UTC 17:10 e 19:18) di circa 9 Km di profondità. L'evento non ha avuto effetti nel territorio toscano.

Alle ore 3:36 (ora italiana – UTC 1:36) del 24 agosto 2016, si è verificato nella zona dell'Appennino centrale un terremoto di Mw = 6.0, con epicentro in provincia di Rieti presso i comuni di Accumoli, Amatrice e Arquata del Tronto, che ha interessato anche le province di Perugia, Ascoli Piceno, L'Aquila e Teramo. Hanno fatto seguito numerose scosse fra cui una di magnitudo 5.3 oltre ad una quindicina superiori a magnitudo 4.0. L'evento non ha avuto effetti nel territorio toscano.

Report sulla sequenza sismica

Il Settore Sismica - Prevenzione sismica della Regione Toscana ha elaborato i seguenti report sulla sequenza sismica con epicentro nel comune di Accumoli (RI):

 24/08/2016 ore 12:45 | 25/08/2016 ore 8:45 | 26/08/2016 ore 8:45 | 13/09/2016 

Per ulteriori informazioni consultare il sito dell'INGV (report a cura dell'INGV del 30/10/2016 ore 16:00)

Attività di censimento danni e agibilità degli edifici

La Regione Toscana, secondo quanto definito dal Piano Operativo regionale (delibera n. 1040 del 25/11/2014) e sulla base delle indicazioni del Nucleo Tecnico Nazionale (DPCM 08/07/2014), su richiesta del Sistema Regionale di Protezione Civile, ha inviato tecnici abilitati al censimento danni e agibilità post-sisma degli edifici, nelle località colpite dall'evento sismico. I tecnici abilitati del Settore Sismica sono 59, a cui si aggiungono i tecnici di altre Direzioni e degli Enti locali. Il Settore Sismica - Prevenzione sismica della Regione Toscana coordina l'invio delle squadre di tecnici presso la Dicomac.

In riferimento all'evento sismico del 24/08/2016, le attività di censimento danni e agibilità post-sisma degli edifici hanno avuto inizio il giorno 6/09/2016 nel comune di Amatrice (RI) dove è stato allestito il Campo base della Protezione Civile regionale. Sono poi proseguite nelle aree danneggiate delle quattro regioni coinvolte con turni settimanali e una media di 8-10 squadre per turno. Dopo le forti scosse del 26/10 e del 30/10/2016, le attività sono state sospese per una settimana, su indicazione della Dicomac, per proseguire nei giorni successivi.

A seguito dell'evento del 24/08 le richieste di sopralluogo pervenute fino al 18/10 risultano circa 80 mila, a fronte di 25 mila schede Aedes censite dopo solo 6 settimane. Una sosta di riflessione è opportuna in merito alle modalità di svolgimento delle attività, al metodo di censimento di agibilità degli edifici, al carico di lavoro prevedibile e ai costi per le amministrazioni coinvolte, alle condizioni di sicurezza dei tecnici che operano in aree dove i terremoti proseguono con intensità elevate, tutte questioni aperte che potrebbero inficiare gli esiti delle schede già compilate.

Ocdpc n. 400 del 31 ottobre 2016: ulteriori interventi urgenti di protezione civile conseguenti all'eccezionale evento sismico che ha colpito il territorio delle Regioni Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo il 24 agosto 2016

Report della Dicomac del 14.10.2016 (in allegato al comunicato n. 665 del 15.10.2016) | Comunicato n. 634 del 12.10.2016 (pervenuto il 14.10.2016)

Circolare n. 54593 del 17.10.2016 della Coordinatrice della Dicomac con alcune informazioni rivolte ai Coc, in merito ai sopralluoghi ripetuti e agli esiti A+F e D.

Circolare del Capo Dipartimento del 3.09.2016: pagina del DPC relativa alle procedure operative, strumenti di rilievo e gestione per il censimento danni e l'agibilità post-evento delle costruzioni (con allegati vari documenti)

Per quanto riguarda la documentazione necessaria per lo svolgimento delle attività da parte dei tecnici abilitati, per il censimento danni, si invita a consultare la pagina Schede di agibilità >>>

Report dell'attività di censimento danni

Report sull'attività di censimento danni e agibilità post-sisma: 24/08/2016 ore 8:45 | 12/09/2016 ore 15:00 | 15/09/2016 ore 15:00 | 29/09/2016 ore 12:00 | 14/10/2016 12:30 | 04/11/2016 15:30

TG2 del 7/09/2016 ore 20:30 - tecnici del Settore Sismica regionale in sopralluogo ad Amatrice  Servizio del TG2 del 7/09/2016 delle ore 20:30: squadre di tecnici del Settore Sismica della Regione Toscana impegnate nelle attività di rilievo dei danni >>>

Atti e Ordinanze del Dipartimento della Protezione Civile

Il Consiglio dei Ministri ha deliberato in data 25/08/2016 lo stato di emergenza per le Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria colpite dal terremoto del 24 agosto, fissandone la durata in 180 giorni. Per l'attuazione degli interventi si provvede con ordinanze emanate dal Capo del Dipartimento della protezione civile, acquisita l'intesa delle Regioni interessate. Per ulteriori informazioni relative allo stato di emergenza | home page del DPC

Le procedure per le attività di censimento danni e agibilità sismica degli edifici e gli altri riferimenti normativi sono disciplinati con Ordinanze del Capo del Dipartimento della Protezione Civile. Il giorno 25/08/2016 è stata istituita la Di.coma.c. a Rieti con a Capo ufficio Immacolata "Titti" Postiglione.

E' stato approvato il Dpcm del 28 agosto 2016: Composizione e funzionamento della Direzione di Comando e Controllo ai sensi di quanto previsto dall'Ordinanza n. 388 del 26 agosto 2016 | pagina del DPC

Per le informazioni relative al Gruppo Tecnico di Sostegno (Gts) si invita a consultare le pagine dedicate del DPC: ruolo e compiti del Gts | le procedure del Soggetto Attuatore per il funzionamento dei Gts

Report sull'Osservatorio Sismico delle Strutture

Il Settore Sismica - Prevenzione sismica della Regione Toscana ha elaborato il seguente report relativo ai risultati del monitoraggio degli spostamenti di alcuni edifici oggetto del programma di ricerca "Osservatorio  Sismico delle Strutture" frutto di un protocollo di intesa con il DPC: 24/08/2016

Report fotografici delle Università e centri di ricerca

Si pubblicano i report fotografici pubblicati dall'Università e centri di ricerca (Reluis) sul sito Ingenio (Informazione tecnica e progettuale)

Informazioni sulla prevenzione sismica in Toscana

Di seguito un link alle produzioni multimediali con le informazioni sulla prevenzione sismica in Toscana

Aggiornato al:
04.05.2020
Article ID:
13633420