Professioni ordinistiche: contributi per tirocini obbligatori e non obbligatori

Avviso pubblico attivo dal 10 dicembre 2019. A fronte di una indennità corrisposta dal soggetto ospitante al tirocinante pari ad almeno 500 euro lordi mensili, il contributo regionale concesso sia per i tirocini obbligatori sia per quelli non obbligatori, è quantificato, nei limiti delle risorse disponibili, da 300 a 500 euro mensili


BANDO SEMPRE APERTO
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

09 dicembre 2019

Avviso pubblico attivo dal 10 dicembre 2019. A fronte di una indennità corrisposta dal soggetto ospitante al tirocinante pari ad almeno 500 euro lordi mensili, il contributo regionale concesso sia per i tirocini obbligatori sia per quelli non obbligatori, è quantificato, nei limiti delle risorse disponibili, da 300 a 500 euro mensili

Promuovere l'attivazione di tirocini obbligatori e non obbligatori delle professioni ordinistiche secondo quanto previsto nel protocollo e negli accordi specifici, disciplinando le modalità di concessione al soggetto ospitante del contributo regionale per la copertura totale o parziale dell'indennità corrisposta al tirocinante. E' questa la finalità dell'avviso pubblico "Contributo regionale ai tirocini obbligatori e non obbligatori delle professioni ordinistiche" della Regione Toscana approvato con decreto dirigenziale 19709 del 25 novembre 2019.

Il  bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (Fse) 2014-2020, in particolare dalle risorse assegnate all'attività "Tirocini di orientamento e formazione, inserimento e reinserimento, praticantato" dell'Asse A "Occupazione" del programma.

Gli elementi essenziali dell'avviso pubblico sono stati definiti con delibera di Giunta n. 1194 del 1 ottobre 2019 e ai sensi del comma 1 dell'art. 17 sexies della legge regionale n. 32/2002. 

L'avviso pubblico rientra nel progetto Giovanisì, il progetto della Regione per l'autonomia dei giovani

Soggetto ospitante il tirocinio (destinatario del bando): è il professionista, lo studio professionale o altro soggetto privato o ente pubblico presso cui viene svolto il tirocinio e che può presentare domanda di contributo in risposta all'avviso pubblico

Validità dell'avviso
Il presente avviso ha validità a far data dal 10 dicembre 2019 e si applica alle domande di contributo presentate a partire da tale data.
Non sono ammesse a finanziamento domande di contributo relative a tirocini già finanziati – anche solo parzialmente - sul precedente avviso pubblico approvato con decreto dirigenziale n. 4203 del 24 maggio 2016.

Termini per presentare la domanda di ammissione
Le domande di ammissione a contributo devono essere presentate nel periodo di validità dell'avviso.
La domanda potrà essere presentata a partire dal 15° giorno antecedente e comunque non oltre l'inizio del periodo rimborsabile (vedi definizione di "periodo rimborsabile" di cui all'articolo 1 del l'avviso
Le domande di contributo che non rispettino i termini di presentazione indicati all'articolo 2 dell'avviso non saranno ammesse a finanziamento.

Tirocinio. Requisiti di ammissibilità al finanziamento
Ai fini dell'ammissibilità al finanziamento, ciascun tirocinio per il quale viene richiesto il contributo deve rispettare i seguenti requisiti:
a) essere svolto in Toscana presso la sede del soggetto ospitante;
b) deve prevedere una indennità di almeno Euro 500,00 mensili lordi che il soggetto ospitante dovrà corrispondere al tirocinante;
c) deve rispettare il limite massimo di 18 mesi di durata del periodo rimborsabile previsto sia per i tirocini obbligatori che non obbligatori
d) non può prevedere che il tirocinante sia utilizzato per funzioni che non rispettino gli obiettivi formativi del tirocinio stesso;
e) non può prevedere che il tirocinante sia utilizzato per sostituire i contratti a termine, per sostituire il personale del soggetto ospitante nei periodi di malattia, maternità o ferie né per ricoprire ruoli necessari all'organizzazione;
f) per i soli tirocini non obbligatori, il tirocinio deve prevedere un progetto formativo vistato dall'ordine/collegio/albo di riferimento.
g) Ai fini dell'erogazione del contributo è necessario che il tirocinio, comprensivo dell'eventuale proroga, raggiunga nel suo complesso una  percentuale minima di realizzazione pari  al 70% del monte ore complessivamente previsto nel progetto formativo, come specificato nel successivo art. 6.

Le domande di contributo che non risultino in possesso di tutti i requisiti indicati ai precedenti punti a)–b)–c)–d)-e)- f)-g)  non sono ammissibili al finanziamento dell'avviso pubblico.


Presentazione domanda di ammissione al finanziamento. Il Soggetto ospitante il tirocinio in possesso dei requisiti di cui all'art. 4 dell'avviso, che intenda chiedere il contributo, deve presentare domanda on line di ammissione a finanziamento (modello 1) collegandosi al seguente indirizzo web:
https://webs.rete.toscana.it/idol/tirocinioOnLine/index.html

La richiesta di ammissione è soggetta al pagamento dell'imposta di bollo da effettuarsi a cura del soggetto ospitante con le modalità di cui al punto 5.2 dell'avviso

L'accesso dovrà avvenire tramite Carta Nazionale dei Servizi (CNS) con la quale il compilatore dovrà registrarsi all'applicativo "Tirocini On Line" per la presentazione telematica della domanda di contributo.
È possibile accedere all'applicativo anche con credenziali SPID (Sistema Pubblico di IdentitàDigitale), che permette alle persone fisiche di presentare domanda sulla piattaforma "Tirocini OnLine" da computer, tablet e smartphone mediante username e password, in tal caso la registrazione andrà effettuata collegandosi al seguente URL:
https://pda-arpa.tix.it/pda/arpa/PD/PDARegioneToscana/PDARegioneToscana/PDACORegioneToscana/idol/tirocinioOnLine/index.html
Le domande di contributo presentate con modalità diverse da quelle descritte nell'articolo 5 dell'avviso publico non saranno ammesse a finanziamento.


Contributo. A fronte di una indennità corrisposta dal soggetto ospitante al tirocinante pari ad almeno 500 euro lordi mensili, il contributo regionale concesso sia per i tirocini obbligatori sia per quelli non obbligatori, è quantificato, nei limiti delle risorse disponibili, nel modo seguente:

- per i giovani nella fascia d'età 18-29 anni, in possesso dei requisiti di ammissibilità di
cui all'art. 6, l'importo del contributo è pari a 300 euro mensili;

- per i giovani disabili o svantaggiati, di cui all'art.17 bis comma 5 della LR 32/2002, nella fascia d'età 18-29 anni, in possesso dei requisiti di ammissibilità di cui all'art. 6, l'importo del contributo è pari a 500 euro mensili


Erogazione del contributo. In relazione alla procedura di erogazione del contributo e all'emissione delle relative note di liquidazione, le strutture amministrative responsabili sono le seguenti:

Settore "Gestione, rendicontazione e controlli per gli ambiti territoriali di AREZZO,
FIRENZE e PRATO" della Regione Toscana – Giunta Regionale - Dirigente responsabile Maria Chiara Montomoli;

Settore "Programmazione in materia di formazione continua, territoriale e a domanda
individuale. Interventi gestionali per gli ambiti territoriali di GROSSETO e LIVORNO"
della Regione Toscana – Giunta Regionale - Dirigente responsabile Guido Cruschelli;

Settore "Gestione, rendicontazione e controlli per gli ambiti territoriali di LUCCA , MASSA
CARRARA e PISTOIA" della Regione Toscana – Giunta Regionale - Dirigente responsabile Stefano Nicolai;

Settore "Gestione, rendicontazione e controlli per gli ambiti territoriali di PISA e SIENA"
della Regione Toscana – Giunta Regionale - Dirigente responsabile Cristiana Bruni


Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il testo del bando e i suoi allegati

Per saperne di più.  Ulteriori informazioni possono essere reperite:
1. in relazione alla normativa regionale sui tirocini non curriculari, presso i Centri per
l'Impiego, i cui indirizzi e recapiti telefonici e di posta elettronica sono indicati all'indirizzo
web: http://www.regione.toscana.it/-/recapiti-e-orari-degli-uffici-sul-territorio

2. in relazione a quanto disposto dall'avviso pubblico, al numero verde di Giovanisì
800.098.719
, all'indirizzo di posta elettronica:  
info@giovanisi.it  e agli indirizzi internet https://giovanisi.it/tirocini

3. in relazione all'istruttoria di ammissione a finanziamento (mod. 1 e 2) e alla rendicontazione della spesa e all'istruttoria di erogazione del contributo (mod. 3), ai Settori "Gestione, rendicontazione e controlli" competenti per territorio, i cui contatti sono disponibili nella pagina http://www301.regione.toscana.it/bancadati/uffici/Strutture.xml?cmu=05937

Per assistenza informatica alla registrazione, compilazione e presentazione delle domande online contattare il numero verde indicato nella pagina web "informazioni e contatti" presente all'interno dell'applicativo "Tirocini On Line

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
11.06.2020
Article ID:
23106706