Microinnovazione digitale, in arrivo bando per acquistare servizi

Approvati gli elementi essenziali per attivare un bando a sostegno dell'acquisto di servizi avanzati e qualificati per l'innovazione tecnologica, strategica, organizzativa e commerciale delle imprese

Sono stati approvati con delibera di giunta regionale 1152 del 3 agosto 2020 gli elementi essenziali (allegato A della delibera) per l'attivazione di un bando teso a sostenere le imprese toscane che sono state colpite dalle conseguenze dell’emergenza covid 19 nell'acquisto di servizi innovativi di supporto ai processi di trasformazione digitale delle micro, piccole e medie imprese, come definiti nella specifica sezione del Catalogo dei servizi avanzati e qualificati).

Il bando sarà pubblicato in attuazione della linea di azione 1.1.2 del Programma operativo regionale (Por) del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (Fesr) 2014-2020. Questa misura del programma rientra nella recente riprogrammazione dei programmi operativi dei fondi europei (delibera 855 del 9 luglio 2020).

Potranno presentare domanda le micro, piccole e medie imprese, in forma singola o associata, quali ATS, ATI, Reti di imprese senza personalità giuridica (Rete-Contratto), Reti di imprese con personalità giuridica (Rete-Soggetto) e Consorzi, nonché professionisti, aventi la sede principale o almeno un’unità locale ubicata nel territorio regionale, operanti nei settori di attività
corrispondenti ai codici Ateco individuati con delibera di giunta 643/2014 "Approvazione elenco delle attività economiche Ateco 2007 afferenti i due raggruppamenti di settori industria, artigianato, cooperazione e altri settori e turismo, commercio e cultura" (scarica elenco attività Ateco, alegato A della delibera 643).

Il progetto innovativo di trasformazione digitale dell’impresa, con costo non inferiore a 7.500 euro e non superiore a 100.000 euro. deve prevedere una o più delle seguenti attività:
a) acquisizione di servizi di consulenza in materia di innovazione e canoni d’uso di piattaforme software
b) acquisizione di servizi di sostegno all'innovazione compreso i canoni relativi a piattaforme software
c) acquisizione di personale altamente qualificato.

La sovvenzione consiste in un contributo a fondo perduto erogato, di norma, sotto forma di voucher

Tutte le domande verranno valutate sulla base dei requisiti di ammissibilità previsti nelle linee guida approvate con delibera di giunta 467/2018 "Nuove linee guida per la redazione di un bando tipo per agevolazioni alle imprese".
Verrà verificata la capacità economico-finanziaria in relazione al progetto da realizzare, in base a parametri di valutazione specifici che riguarderanno adeguatezza patrimoniale, affidabilità economica e finanziaria.

Per ulteriori informazioni sulle caratteristiche del bando consulta

Anna Luisa Freschi

Aggiornato al:
24.08.2020
Article ID:
25440767