L’attività di controllo ufficiale alle esportazioni non si arresta in tempi di COVID -19

La Toscana, ed in particolare il distretto pistoiese, è uno dei maggiori produttori di piante ornamentali a livello mondiale: le piante qui prodotte sono richieste ed apprezzate in tutto il mondo per la qualità estetica e per la sicurezza fitosanitaria che garantiscono.

Per raggiungere tutte le destinazioni esterne alla UE, le merci vegetali hanno però bisogno di un certificato ufficiale che attesti i requisiti fitosanitari, rilasciato dal Servizio fitosanitario della Regione Toscana prima dell’invio.

Anche in tempi di emergenza sanitaria gli uffici del Servizio fitosanitario stanno garantendo assistenza continua agli operatori del settore, intervenendo prontamente per rilasciare i certificati fitosanitari entro 48 ore dalla richiesta.

Nel periodo di blocco totale di quasi tutte le attività (12\3 – 10\4\2020) nell’Ufficio di Pistoia sono stati così emessi ben 121 certificati fitosanitari per esportazioni di piante, principalmente verso Norvegia, Turchia ed Uzbekistan, ovviamente con gli opportuni accorgimenti di sicurezza. Nel 2019 nello stesso periodo i certificati emessi sono stati 381, e la riduzione di più di 2 terzi del numero dei certificati fotografa lo stato di grave crisi del comparto cui il Servizio fitosanitario regionale sta cercando di dare il massimo sostegno garantendo servizi tempestivi ed accurati per non intralciare le spedizioni. Anche il laboratorio di analisi del Servizio fitosanitario garantisce l’esecuzione delle analisi necessarie per la certificazione ufficiale in tempi rapidissimi, garantendo la sicurezza fitosanitaria delle piante in spedizione.

Gli ispettori fitosanitari dell'ufficio di Pistoia,  sulla base delle disposizioni emanate dell’Amministrazione regionale, stanno effettuando turni di servizio in coppia fissa organizzati in modo tale da escludere la compresenza nello stesso giorno di altri colleghi sul luogo di lavoro. Al fine di garantire le condizioni di sicurezza di tutti gli operatori coinvolti nelle attività di controllo all’esportazione delle piante vengono privilegiate le ispezioni in ambienti aperti, riducendo al minimo indispensabile quelle effettuate nei magazzini chiusi.  L’ispezione fitosanitaria in ogni caso viene svolta da personale dotato di specifici DPI atti a garantire la dovuta sicurezza sanitaria.

 

Aggiornato al:
20.04.2020
Article ID:
24767047