ICT nella PA locale: rilevazione Istat 2012. Dettagli e grafici


Sono qui illustrati i principali dati definitivi Toscana 2012 divulgati da Istat nella rilevazione sulle Information and Communication Technologies (ICT) nella Pubblica amministrazione locale: "Rilevazione sulle tecnologie dell'informazione e della comunicazione nelle pubbliche amministrazioni locali". I dati interessano il totale delle Amministrazioni toscane (Regione, 10 Province, 287 Comuni e 18 Unioni dei Comuni montani), e riguardano dotazione ICT, informatizzazione delle attività, servizi offerti ed ostacoli alla diffusione delle ICT. Vanno inoltre ad integrare, in relazione al confronto nazionale, i dati pubblicati dalla Regione Toscana nel Rapporto ICT Toscana 2012, relativamente al comparto pubblica amministrazione locale.

Dotazione ICT.  Pur rimanendo pressoché costante la quota di amministrazioni locali dotate di servizi di informatica autonomi (39% circa) e quella di dipendenti che si occupano in maniera prevalente di Ict (2,5%),  rispetto al dato nazionale, la Toscana continua a crescere nell'adozione di tecnologie utili alla PA per la riduzione dei costi (grafico 1). Con particolare riferimento alla tecnologia Voip, la % di enti locali che la adotta (58,5%) è più del doppio rispetto allo stesso dato nazionale e alla stessa quota calcolata nel 2009 (26%). Cresce di 9 punti, la quota di coloro che nel 2011 hanno effettuato acquisti di beni e servizi in modalità e-procurement (54%), contro un dato nazionale del 30%; vale la stessa tendenza per le amministrazioni che utilizzano soluzioni Open source (la quota è cresciuta di 6 punti percentuali rispetto al 2009 ed eccede il dato nazionale di ben 27 punti).
Altro dato interessante risulta essere quello delle amministrazioni che dispongono di reti wireless: in Toscana, queste sono 64 su 100, rispetto ad una media nazionale del 48%.

Grafico 1 Amministrazioni locali che hanno adottato tecnologie utili alla riduzioni dei costi (valori %). Toscana e Italia


Sul totale delle amministrazioni che hanno accesso ad internet (e che sono il totale delle amministrazioni toscane) i dati rivelano una maggiore propensione della Toscana alla connessione in banda larga, con particolare riferimento alla fibra ottica, che riguarda il 26% delle amministrazioni toscane e l'11% di quelle nazionali. Uno zoom sui comuni permette di collocare la Toscana al secondo posto della graduatoria relativa alla quota di amministrazioni comunali che si connettono ad internet tramite fibra ottica (24%, praticamente a pari merito con la Provincia Autonoma di Trento), preceduta dall'Emilia Romagna (73%) e immediatamente seguita da Veneto (14%) e Friuli Venezia Giulia (10%).

Informatizzazione delle attività:  in più del 90% della amministrazioni regionali, le attività di gestione del personale, gestione pagamenti e tributi, anagrafe e stato civile risultano essere informatizzate; nel primo caso il dato regionale supera quello nazionale di quasi 9 punti percentuali. Da evidenziare il buon livello di informatizzazione che caratterizza la Toscana rispetto alla media nazionale, per quel che attiene all'URP informatizzato e all'attività di gestione del provveditorato (grafico 2). Sebbene  la percentuale di enti che hanno un protocollo informatico attivo sia in linea con la media italiana (99% Toscana, 96% Italia), è rilevante la quota di coloro che hanno adottato soluzioni interoperabili: questi sono infatti il 45% nella nostra regione, contro un 15,5% osservato a livello nazionale.

Grafico 2 Ammnistrazioni locali che svolgono alcune attività in maniera informatizzata (valori %). Toscana e Italia 2012



Servizi offerti.  Il sito web continua ad essere il canale privilegiato per i rapporti con l'utenza. A tal proposito, un'analisi più specifica dei livelli di disponibilità on line, riferita ad alcuni servizi, rivela che il 26% circa degli anti toscani permette attraverso il proprio sito l'avvio e la conclusione dell'intero iter relativo al servizio richiesto; lo stesso valore non arriva al 20% se consideriamo la media nazionale. Uno zoom sui comuni, colloca la Toscana (24%) al quinto posto nella graduatoria delle amministrazioni comunali che offrono servizi al livello massimo di disponibilità online, preceduta da Emilia Romagna (40%), Veneto (30%), Lombardia (27%) e Sardegna (26%). Fra i servizi disponibili rivolti alle aziende, il SUAP è presente sui siti delle amministrazioni toscane nel 94% dei casi e supera di 40 punti percentuali la media italiana; se si considera che la stessa percentuale nel 2009 era del 59%, diventa chiaro quanto sia aumentata negli anni la disponibilità del servizio.
Sono 46 su 100 le amministrazioni toscane che garantiscono punti di accesso gratuiti sul proprio territorio, mentre corrisponde a 27 la media nazionale; con particolare riferimento ai comuni, la Toscana, col suo 46%, è comunque sul podio, preceduta solo da Emilia Romagna (53%) e Puglia (50%). Ciò che emerge con chiarezza (grafico 3) è che nei comuni medio - piccoli il dato regionale supera sempre quello nazionale.

Grafico 3 Comuni che forniscono punti di accesso Wi-Fi gratuiti nel proprio territorio, per classe demografica (valori %). Toscana e Italia 2012



Ostacoli nella diffusione delle ICT nei Comuni. In linea con le tendenze emerse nel resto d'Italia, carenza di staff qualificato in materia e spesa troppo elevata sono le barriere principali all'uso delle ICT nei comuni toscani: la prima motivazione è segnalata infatti dal 46% delle amministrazioni comunali della nostra regione (lo stesso dato è del 60% a livello nazionale) e la seconda dal 44% (la media italiana si approssima intorno al 54%); segue la mancanza di integrazione fra applicazioni, ostacolo indicato dal 39% degli enti rispondenti (il 30% a livello nazionale). La situazione cambia se si considera la dimensione demografica (grafico 4): con riferimento ai comuni con oltre 60 mila abitanti, infatti, la rigidità al cambiamento e la mancanza di una leadership adeguata alla promozione delle Ict sono le motivazioni più frequenti (nel 73% dei casi la prima, nel 45,5% dei casi la seconda). Nella graduatoria elaborata a livello nazionale per i grandi comuni la mancanza di una leadership è invece menzionata soltanto nel 19% dei casi.

Grafico 4 Barriere all'uso delle tecnologie nei comuni per ampiezza demografica (valori %). Toscana 2012

Aggiornato al:
02.04.2020
Article ID:
1239437