Borse biennali per dottorato Pegaso: il bando 2020

Contributi per finanziare borse per dottorati di ricerca di giovani laureati under 35. Domande online entro il 20 marzo 2020


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di scadenza presentazione domande

20 marzo 2020


Sostenere la partecipazione di giovani laureati under 35 a corsi di dottorato di ricerca innovativi, realizzati in Toscana da reti di soggetti universitari in collaborazione con il mondo produttivo e della ricerca ed incentiva l’attivazione di percorsi su tematiche di rilevanza per i settori strategici  per   lo   sviluppo   regionale.  E' la finalità dell'avviso regionale per il finanziamento di corsi di dottorato organizzati in rete fra università, istituti universitari ed enti di ricerca anche in collaborazione con imprese attivati nell’anno accademico 2020-2021 ciclo XXXVI, approvato dalla Regione Toscana con  decreto dirigenziale 1157 del 27 gennaio 2020.

Il bando è cofinanziato dal Programma operativo regionale del Fondo sociale europeo 2014-2020
La linea di intervento rientra nel Progetto regionale Università e nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Re gione Toscana per l'autonomia dei giovani.

Gli elementi essenziali http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/Contenuto.xml?id=5241397&nomeFile=Delibera_n.23_del_20-01-2020-Allegato-A

del bando sono stati approvati dalla Regione con delibera di giunta n. 23
La stessa delibera, In considerazione delle scadenze per gli adempimenti del Programma operativo regionale (Por) del Fondo sociale europeo (fse) 2014-2020, dispone il finanziamento delle borse di durata biennale con le risorse del Fse. Mentre con delibera n. 24 del 20 gennaio 2020
http://www301.regione.toscana.it/bancadati/atti/DettaglioAttiG.xml?codprat=2020DG00000000007
la giunta ha deciso di coprire il terzo anno delle borse di dottorato Pegaso ricorrendo a fondi regionali.


Finalità. L'avviso ha lo scopo di finanziare borse di studio per frequentare corsi di dottorato realizzati da partenariati fra Università e enti di ricerca, in collaborazione con Imprese. I dottorati dovranno prevedere, nella didattica e nell'attività di ricerca, l'utilizzo della lingua inglese e la programmazione di soggiorni di studio e ricerca all'estero (4/8 mesi nel biennio) e/o esperienze in contesti applicativi di almeno 3 mesi.
 

Destinatari del bando: chi può rispondere all’avviso publico

Possono presentare domanda  Associazioni temporanee di scopo (ATS) costituite o costituende fra:

  • Università pubbliche statali e Università non statali riconosciute dal Ministero dell'istruzione, università e ricerca (Miur), con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana;
  • Istituti di istruzione universitaria a ordinamento speciale con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana;
  • Enti di ricerca pubblici nazionali con sede legale e/o almeno una sede operativa in Toscana.

Le borse saranno successivamente assegnate ai dottorandi dalle stesse Istituzioni universitarie che realizzano il corso.


Beneficiari della borse Pegaso

Giovani laureati utilmente classificati nella graduatoria di ammissione al corso di dottorato di ricerca, di età non superiore a 35 anni al momento della domanda di ammissione, in possesso di una adeguata conoscenza della lingua inglese (equiparabile almeno al livello B2), disponibili a effettuare soggiorni di studio e ricerca all'estero per almeno 4/8 mesi nel biennio e a frequentare corsi per l'acquisizione di soft skills nell'arco del triennio di corso.
         

Borsa di dottorato

Il contributo regionale trasferito al soggetto che realizza il corso è così quantificato:

  • a) borsa biennale Pegaso con soggiorno all’estero di 4 mesi: 40.885,00 euro;
  • b) borsa biennale Pegaso “internazionale” con soggiorno all’estero di 8 mesi: 44.117,00;
  • c) borsa Pegaso a tematica vincolata senza soggiorno all’estero: 37.650,00 euro.

I finanziamenti regionali assegnati ai corsi di dottorato sono finalizzati esclusivamente all’erogazione di borse di dottorato di durata biennale, a copertura dei primi due anni di percorso dottorale (aa 2020-2021 e aa 2021-2022) e sono soggetti alla rendicontazione secondo le disposizioni previste nell'ambito del Por Fse 2014-2020.


Scadenza e presentazione della domanda

Le domande devono essere presentate alla Regione Toscana – Settore DSU e sostegno alla ricerca, dal giorno successivo alla data di pubblicazione dell’avviso sul Burt sino al termine perentorio del giorno 20 marzo 2020

Le domande devono essere trasmesse utilizzando l’applicazione web “Formulario di presentazione dei progetti FSE on line”, pubblicata al seguente indirizzo https://web.rete.toscana.it/fse3/gateway?applicativo=fse3&passo=/indexFormularioV&funzionalita=indexFormularioV&operazione=indexFormularioV

Per poter procedere alla compilazione è necessario che l’operatore dell’ente sia registrato al sistema informativo FSE (indirizzo:https://web.rete.toscana.it/fse3) e che disponga di una Carta nazionale dei servizi (Cns) oppure di  credenziali Spid.

Per presentare la domanda occorre compilare il formulario online ed allegare in upload  la seguente documentazione:
1) domanda di finanziamento e dichiarazioni redatte secondo gli schemi allegati (file editabile allegato A);
2) formulario descrittivo di progetto  redatto secondo lo schema allegato (file editabile allegato B)
3) copia dell’atto di costituzione della ATS se già costituita, oppure lettera di intenti sottoscritta dai partner da cui risulti l’impegno a costituirsi in caso di approvazione del progetto;
4) documentazione/attestazione degli eventuali soggetti esterni alla ATS, pubblici e/o privati, che finanzino borse per la frequenza al corso;
5) lettera di adesione al progetto di eventuali altri soggetti collaboratori/sostenitori, per i quali non è prevista associazione formale in ATS. La lettera deve specificare il ruolo/funzione dei soggetti stessi nell’ambito del progetto;
6) lettera di intenti dei soggetti disponibili ad ospitare i dottorandi vincitori di borse a tematica vincolata;
7) copia carta identità dei soggetti sottoscrittori (non necessaria in caso i documenti siano firmati in digitale).


Dotazione finanziaria: Il bando ha un budget di 4 milioni di euro

 

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda, consultare integralmente il testo dell'avviso e i suoi allegati:


Per saperne di più contattare il settore Diritto allo studio universitario (Dsu) della Regione Toscana e sostegno alla ricerca:

         
Per problemi tecnico-informaticii connessi alla procedura on line

  • contattare il numero 800 688 306

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
03.02.2020
Article ID:
23968810