Salta al contenuto Salta al menu'

Voucher aziendali per la formazione dei lavoratori sulla sicurezza

Voucher aziendali per la formazione dei lavoratori sulla sicurezza

Contributi pubblici alle imprese, in forma di voucher destinati ai lavoratori, per progetti di formazione "aggiuntiva" sulla sicurezza e la salute nei luoghi di lavoro: massimo 3mila euro a lavoratore e massimo 5 voucher ad azienda. Domande solo in forma cartacea entro le ore 13:00 del 15 marzo.

giovedì, 07 gennaio 2016 00:00
martedì, 15 marzo 2016 13:00
Non specificato

Con Decreto Dirigenziale n.12584 del 28/11/2016 sono state approvate le graduatorie definitive (e relativa assunzione d'impegno di spesa per la realizzazione dei voucher aziendali sicurezza) del bando approvato con decreto dirigenziale n. 6343 del 23/12/2015.
successivamente modificato con decreto n. 280 del 2/02/2016


E' in corso di attuazione anche il bando "Sicurezza sul lavoro, bando per finanziare progetti formativi"

Procedure di gestione voucher aziendali di sicurezza:

La Regione Toscana con decreto dirigenziale n.6670 del 12/07/2016 ha approvato le graduatorie delle domande per voucher aziendali sulla sicurezza sul lavoro, ammissibili e non ammessibili al finanziamento, relative ai diversi ambiti territoriali della Toscana.

Si rende noto che con successivo atto saranno approvate le graduatorie definitive delle domande ammissibili e non ammissibili a finanziamento e sarà assunto l'impegno di spesa.


L'atto unilaterale di impegno dovrà essere sottoscritto solo successivamente all'approvazione delle graduatorie definitive e all'assunzione dell'impegno di spesa. Lo schema di atto unilaterale sarà approvato e reso disponibile contestualmente alla suddetta approvazione delle graduatorie.

La Regione Toscana, con decreto dirigenziale n. 6343 del 23/12/2015, ha approvato e pubblicato il l'avviso pubblico per finanziare, attraverso l'assegnazione di voucher aziendali, interventi di formazione finalizzati alla sicurezza sul lavoro. Il bando è stato modificato con decreto dirigenziale n. 280 del 2/02/2016 (scarica il testo aggiornato del bando). L'intervento regionale è stato deliberato in applicazione del decreto legislativo 8 aprile 2008 n. 81 articolo 11 comma 1 lettera b) e del decreto legge 20 maggio 1993 n. 148 articolo 9 "Interventi di formazione professionale". I progetti di formazione possono riguardare soltanto la formazione aggiuntiva sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, ossia non potrà trattarsi di percorsi di formazione già presenti nei normali percorsi regionali.
Riguardo alla formazione dei lavoratori
sulla sicurezza e salute e luoghi di lavoro, è aperto anche il bando Por Fse 2014-2020 "Finanziamenti per progetti formativi sulla sicurezza sul lavoro"


Destinatari del bando. Possono presentare domanda di finanziamento tutte le imprese soggette al contributo di cui all'art. 12 "Finanziamento del fondo pensioni dei lavoratori dipendenti" delle "Norme per il miglioramento dei trattamenti pensionistici e per il collegamento alla dinamica salariale" (legge n. 160/1975) come modificato dall'art. 25 della Legge-quadro in materia di formazione professionale (legge n. 845 del 21/12/1978) e successive modifiche e integrazioni (versamento dello 0,30% sul monte salari all'INPS, quale contributo integrativo per l'assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione involontaria), le quali intendano mettere in formazione propri dipendenti in servizio presso unità locali ubicate sul territorio regionale della Toscana.
Non sono ammesse domande presentate direttamente dai lavoratori destinatari o da agenzie formative per i dipendenti di altre imprese. Ciascuna domanda concerne i voucheraziendali richiesti da una sola impresa. Non sono ammissibili domande i cui destinatari siano più imprese.


Destinatari dei voucher. I voucher aziendali sono destinati ai lavoratori delle stesse imprese che presentano domanda, lequali devono essere in possesso del requisito indicato all'articolo 3 del bando stesso. I lavoratori destinatati deivoucher aziendali devono essere impiegati in una sede operativa della medesima impresa, ubicata in Toscana.

Scadenza e presentazione domande. A seguito delle modifiche intervenute con D.D. n.280 del 2/02/2016 si segnala che le domande possono essere redatte e presentate, dall'8 gennaio fino alle ore 13,00 del 15 marzo 2016, solo in forma cartacea, indirizzate a: Regione Toscana, settore "Gestione, Rendicontazione e Controlli per gli ambiti territoriali di Grosseto e Livorno" - Piazza dell'Unità Italiana, 1 - 50123 Firenze

Il voucher aziendale.  E' riconosciuto, per ciascun voucher aziendale, un importo massimo di contributo pubblico di 3mila euro per ogni lavoratore ed un massimo di 5 voucher per impresa
L'intervento pubblico si configura come aiuti di Stato e deve quindi rispettare le normative comunitarie in materia. L'avviso prevederà la possibilità di optare tra regime "de minimis" e regime di aiuti alla formazione. Il contributo percentuale massimo dipende dal regime di aiuto che sarà scelto dal soggetto attuatore,e precisamente:
- in caso di aiuti de minimis: 100% del costo del progetto;
- in caso di aiuti alla formazione (art. 31 Reg (UÈ) 651/2014), le percentuali massime di contributo pubblico sotto riportate.
Intenistà percentuale del contributo pubblico per tipo di impresa:

  • 50% per la azienda piccola
  • 60% per la azienda media
  • 70% per l'azienda grande

Dove e come spendere il voucher (chi sono i soggetti erogatori delle attività formative)
A - I voucher aziendali devono essere spesi presso agenzie formative accreditate dalla Regione Toscana ai sensi della delibera di Giunta regionale n. 968/2007 e successive modifiche.
B - I  voucher possono inoltre essere spesi presso:
1 - agenzie formative in possesso di certificazione/accreditamento di qualità secondo norme/sistemi riconosciuti a livello europeo (vale a dire ISO, EFQM, ASFOR conesclusione di qualsiasi altro)
2 - agenzie formative accreditate dalla Regione italiana di appartenenza


Interventi e spese ammissibili. Le azioni previste nei progetti formativi, che dovranno concludersi entro 18 mesi dalla data di avvio (si considera data di avvio del progetto la data di sottoscrizione dell'atto di impegno unilaterale da parte dell'impresa), dovranno riguardare esclusivamente la formazione aggiuntiva sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Non dovrà trattarsi di percorsi di formazione già presenti nei normali percors regionali.Sono ammissibili esclusivamente i costi di frequenza alle attività formative.

Per conoscere tutti i dettagli necessari a presentare correttamente la domanda cosultare integralemente il testo del bando e i suoi allegati:

Allegato A - Avviso voucher aziendali (testo aggiornato alle modifiche intrdotte con decreto n.280/2016)
Allegato 1 - Informativa privacy
Allegato 2 - Sistema valutazione - Specifiche
Allegato 3 - Domanda di candidatura e dichiarazioni (facsimile)
Allegato 4 - Formulario di presentazione piani formativi
Allegato 5 - Aiuti di Stato
Allegato 6 - Dichiarazione soggetto erogatore

- Scarica le FAQ
 

Regione Toscana

Ultima modifica: 11/04/2017 16:04:33 - Id: 13077027
  • Condividi
  • Condividi