Salta al contenuto Salta al menu'

Psr Feasr 2014-2020, operazione 10.1.3: Miglioramento di pascoli e prati-pascolo a finalità ambientali

Psr Feasr 2014-2020, operazione 10.1.3: Miglioramento di pascoli e prati-pascolo a finalità ambientali

Integrazioni del bando relative a requisiti di accesso e regolarità del beneficiario in materia di lavoro, approvate il 27 marzo 2017. Pagamento di un premio annuale ad ettaro di superficie di pascolo e prati-pascolo sottoposto agli impegni previsti dal tipo di operazione per un periodo quinquennale. Domande di aiuto entro il 10 aprile.

lunedì, 10 aprile 2017 23:59
Non specificato


 

Bando
Premi ad ettaro per il miglioramento di pascoli e prati-pascolo in presenza di allevamento

Scadenza
Le domande possono essere presentate entro il 10 aprile 2017, per proroga approvata con decreto dirigenziale n. 3659 del 27 marzo 2017

A chi si rivolge
Agli agricoltori ai sensi dell'art. 2135 del Codice Civile

Opportunità
Pagamento di un premio annuale ad ettaro di superficie di pascolo e prati-pascolo sottoposto agli impegni previsti dal tipo di operazione per un periodo quinquennale

Come partecipare

Presentazione della domanda attraverso il portale di ARTEA www.artea.toscana.it

Leggi il bando

Bando testo aggiornato alle modifiche / integrazioni introdotte con decreto 548 del 20 gennaio 2017 a cui aggiungere le  integrazioni approvate con decreto dirigenziale n. 3659/2017

(il bando era stato approvato con decreto n. 10619/2016  e successivamente modificato con decreto 11184/2016

Delibera n.225 del 14-03-2017
Reg. (UE) n. 1305/2013 Indicazioni per l'attuazione del PSR 2014-2020 - Sottomisura 10.1 " Pagamento per impegni agro-climatico-ambientali" - Modifica delibera GR n. 216/2016.

Decreto Artea n. 60/2017 - Approvazione graduatoria
- Allegato 1 - Graduatoria
- Allegato 2 - Domande respinte
- Allegato 3 - Proiezione finanziaria

 

Finalità del bando
Il bando è finalizzato a favorire l'integrità e la qualità ecologica dei sistemi pascolivi e prativi della Toscana, in quanto elementi funzionali al mantenimento della biodiversità, attraverso il mantenimento dell'attività zootecnica per contenere l'avanzamento del bosco e l'aumento di uniformità ambientale.

Punti salienti del bando

1) Beneficiari

I soggetti beneficiari del sostegno sono gli agricoltori ai sensi dell'art.2135 del Codice Civile.
Sono esclusi dal sostegno gli imprenditori che hanno riportato sentenze definitive di condanna per violazione di normative in materia di lavoro.

2) Superficie e capi

La superficie minima ad impegno deve essere almeno il 40% della superficie a pascolo: la superficie a premio  non deve essere inferiore a 2 ha.
Le aziende devono presentare una consistenza minima di stalla di almeno 5 UBA.
Il carico di bestiame (UBA/ha/anno) deve essere compreso fra 0,2 e 0,8 nelle zone Natura 2000 e tra 0,4 e 0,8 nelle altre zone.


3) Tipologia degli impegni finanziabili

Gli impegni del presente tipo di operazione si distinguono in:

  • standard
  • superiori

Gli impegni superiori comprendono gli impegni standard più alcuni impegni aggiuntivi e si applicano solo in alcuni habitat all'interno delle zone Natura 2000.


Gli impegni standard sono quelli non sottolineati, quelli superiori sono tutti quelli elencati:

  • divieto di diserbo chimico
  • divieto di utilizzo di fitofarmaci per la difesa
  • divieto di fertilizzazione chimica
  • divieto di trasemina
  • eliminazione meccanica e/o manuale delle piante arbustive infestanti a partire dal primo anno di impegno, asportando tutto il materiale di risulta (al di fuori del periodo riproduttivo dell'avifauna: marzo – settembre)
  • escluso il pascolo con suini e ungulati selvatici allevati
  • nel caso in cui il carico di bestiame sia compreso tra 0,2 e 0,4 UBA/ha/anno, obbligo di almeno uno sfalcio l'anno da effettuare con macchine con organo falciante orizzontale e al di fuori del periodo riproduttivo dell'avifauna (marzo-settembre)
  • allestimento di punti di abbeveraggio al pascolo in ragione di un rapporto di almeno 1 ogni 8 UBA
  • divieto di accumulo di letame nelle zone di maggiore sosta del bestiame
  • apporto massimo di letame fino ad un massimo di 68 kg/ha/anno di N organico


4) Tipologia di sostegno

Il premio varia secondo la tipologia di impegno e la zonizzazione:
Premio standard = 100 euro/ha di pascolo
Premio superiore per pascoli presenti negli habitat elencati nel paragrafo "Descrizione del tipo di intervento", compresi nei siti Natura 2000, nei quali è previsto l'obbligo di sfalcio = 130 euro/ha
Fino al termine della georeferenziazione degli habitat all'interno delle zone Natura 2000, tutti i pascoli all'interno delle zone che li contengono sono assoggettati agli impegni superiori con la corresponsione del premio standard = 100 euro/ha di pascolo

5) Dotazione finanziaria del bando

Le risorse stanziate sono pari a 1,48 milioni di euro all'anno per 5 anni per un totale di 7,4 milioni di euro.

6) Criteri di selezione

I criteri utilizzati per l'assegnazione dei punteggi si riferiscono a elementi di natura territoriale quali il ricadere all'interno:

  • delle zone montane o soggette a vincoli naturali
  • delle zone Natura 2000 e altre aree protette
  • delle ZVN

7) Fasi procedurali

Presentazione delle domande di aiuto
Le domande possono essere presentate dal 1° febbraio al 10 aprile 2017

Avvio procedimento
Data di protocollazione nel sistema informativa ARTEA

Approvazione della graduatoria
Entro  30 giorni dalla chiusura dei termini per la presentazione delle domande
Presentazione della prima domanda di pagamento
Entro il 15 maggio 2018
Presentazione delle domande di pagamento annue
Entro il 15 maggio di ogni annualità successiva alla presentazione della domanda di pagamento annualità 2018

La durata dell'impegno è pari a 5 anni a partire dal 16 maggio 2017.

8) Presentazione della domanda

Ai fini della procedura istruttoria le domande si distinguono in domanda di aiuto e domanda di pagamento.
I soggetti interessati sono tenuti alla presentazione del Piano delle coltivazioni, nell'ambito del sistema informativo ARTEA.
La domanda di pagamento è la richiesta annuale di erogazione del pagamento a seguito di ammissione della domanda di aiuto e deve essere presentata entro il 15 maggio di ogni anno.  

9) Consulta il testo del bando aggiornato alle modifiche / integrazioni introdotte con decreto 548 del 20 gennaio 2017 a cui aggiungere le  integrazioni approvate con decreto dirigenziale n. 3659 del 23 marzo 2017

Delibera n.225 del 14-03-2017
Reg. (UE) n. 1305/2013 Indicazioni per l'attuazione del PSR 2014-2020 - Sottomisura 10.1 " Pagamento per impegni agro-climatico-ambientali" - Modifica delibera GR n. 216/2016.

Per saperne di più  >> modulo online scrivici

Regione Toscana

Ultima modifica: 18/05/2017 12:30:23 - Id: 13853988
  • Condividi
  • Condividi