Salta al contenuto Salta al menu'

Psr Feasr 2014-2020, operazione 10.1.1: Conservazione del suolo e della sostanza organica

Psr Feasr 2014-2020, operazione 10.1.1: Conservazione del suolo e della sostanza organica

Integrazioni del bando relative a requisiti di accesso e regolarità del beneficiario in materia di lavoro, approvate il 27 marzo 2017.. Pagamento di un premio annuale ad ettaro di superficie di seminativo o arboreto specializzato sottoposto agli impegni previsti dall'operazione per un periodo quinquennale. Domande di aiuto entro il 10 aprile

lunedì, 10 aprile 2017 23:59
Non specificato

 

Bando
Pagamento ad ettaro di superficie di seminativo o arboreto specializzato sottoposto agli impegni previsti dall'operazione per un periodo quinquennale.

Scadenza
Le domande possono essere presentate dal 1° febbraio fino al 10 aprile 2017, per proroga approvata con decreto dirigenziale n. 3659 del 27 marzo 2017

A chi si rivolge
Agli agricoltori ai sensi dell'art.2135 del Codice Civile.

Opportunità
Pagamento di un premio annuale ad ettaro di superficie di seminativo o arboreto specializzato sottoposto agli impegni previsti dall'operazione per un periodo quinquennale.

Come partecipare

Presentazione della domanda attraverso il portale di ARTEA www.artea.toscana.it

Leggi il bando:

Bando  testo aggiornato alle modifiche /integrazioni introdotte con decreto n. 548 del 20 gennaio 2017, a cui aggiungere le integrazioni approvate con decreto dirigenziale n. 3659 del 23 marzo 2017

(il bando era stato approvato ad ottobre 206 con decreto n. 10619/2016  e modificato con decreto 11184/2016)

Delibera n.225 del 14-03-2017
Reg. (UE) n. 1305/2013 Indicazioni per l'attuazione del PSR 2014-2020 - Sottomisura 10.1 " Pagamento per impegni agro-climatico-ambientali" - Modifica delibera GR n. 216/2016.

Decreto Artea n. 58/2017:approvazione graduatoria
- Allegato 1 - Graduatoria
- Allegato 2 - Respinte
- Allegato 3 - Proiezione finanziaria



Finalità del bando
Il bando è finalizzato alla promozione di pratiche produttive che favoriscono la tutela del suolo da fenomeni erosivi, da dissesto idrogeologico, da  frane e da alluvioni favorendo  al contempo  l'incremento della sostanza organica nei suoli  e il contenimento della desertificazione.

Punti salienti del bando

1) Beneficiari

I soggetti beneficiari del sostegno  sono gli agricoltori ai sensi dell'art.2135 del Codice Civile.

Sono esclusi dal sostegno gli imprenditori che hanno riportato sentenze definitive di condanna per violazione di normative in materia di lavoro.

2) Superficie

La superficie minima a premio deve essere pari ad almeno 1 ha di seminativo o 1 ha di coltura arborea specializzata, castagneti esclusi, e ogni anno deve interessare almeno il 20% della superficie a seminativi (sono esclusi dal calcolo i pascoli ed i prati permanenti) o il 50% di  colture arboree specializzate dell'UTE oggetto di domanda (esclusi i castagneti).
Le superfici per cui si richiede il premio devono ricadere nel territorio della Regione Toscana.


3) Tipi di impegni finanziabili

1    Semina su sodo
L'impegno quinquennale, che deve interessare almeno il 20% della superficie a seminativi dell'UTE oggetto di impegno, prevede:
a)    la semina su sodo con utilizzo di seminatrici speciali
b)    il mantenimento in loco dei residui della coltura in precessione a quella seminata su sodo
Sono esclusi dal computo dei seminativi aziendali i pascoli ed i prati permanenti. I terreni ritirati dalla produzione concorrono alla superficie totale su cui calcolare la percentuale di SOI, ma non sono ammessi a premio.
I residui della coltura in precessione devono essere lasciati in loco.

2    Introduzione di colture da copertura e da sovescio
L'impegno quinquennale, che deve interessare almeno il 20% della superficie a seminativi dell'UTE oggetto di impegno, prevede:
a) la semina, con lavorazione minima, di colture di copertura a a ciclo autunno-invernale
b) l'uso esclusivo di mezzi meccanici per la devitalizzazione delle colture da sovescio da interrare con lavorazione minima
c) la semina della coltura principale su terreno lavorato con lavorazione minima

Sono esclusi dal computo dei seminativi aziendali i pascoli ed i prati permanenti. I terreni ritirati dalla produzione concorrono alla superficie totale su cui calcolare la percentuale di SOI, ma non sono ammessi a premio.

Semina su sodo + colture di copertura

L'azienda può scegliere di adottare la combinazione degli impegni sopra richiamati (1+2) nel rispetto delle disposizioni riportate nel bando.

3 Inerbimento delle colture arboree specializzate
L'impegno quinquennale deve interessare almeno il 50% della superficie a colture arboree specializzate ai sensi del DM 162/2015, dell'UTE oggetto di impegno.

L'impegno può essere assolto attraverso una delle seguenti modalità:
a) una copertura permanente del terreno da ottenersi con la semina di specie poliennali o annuali auto-riseminanti, in modo uniforme su tutta la superficie oggetto di impegno; vige il divieto di lavorazione meccanica del terreno successivamente alla semina delle specie da inerbimento (è ammessa la lavorazione solo sotto il filare); va garantita di anno in anno una copertura omogenea del terreno.
b) una copertura del terreno nel solo periodo autunno-invernale da ottenersi con la semina di specie annuali  seminate con tecniche di lavorazione minima.
Per gli oliveti è ammesso solo l'impegno di cui alla lettera a).
 Nel caso di colture con inerbimento a file alterne viene conteggiato il 50% della superficie.

4) Tipologia  di sostegno
Il sostegno prevede il pagamento di un premio annuale ad ettaro di superficie di seminativo o arboreto specializzato interessato dall'operazione.
Il premio varia secondo la tipologia di impegno:
Semina su sodo: 220 euro/ha di seminativo
Introduzione di colture di copertura: 240 euro/ha di seminativo
Semina su sodo e introduzione di colture di copertura: 350 euro/ha di seminativo
inerbimento delle colture arboree specializzate: 130 euro/ha di coltura arborea specializzata

5) Dotazione finanziaria
1,060 milioni di euro per un totale nel quinquennio di 5,3 milioni di euro.

6) Criteri di selezione

I criteri utilizzati per l'assegnazione dei punteggi si riferiscono a elementi di natura territoriale quali il ricadere all'interno:

  • delle zone montane o soggette a vincoli naturali
  • delle zone Natura 2000 e altre aree protette
  • delle ZVN

7) Fasi procedurali
Presentazione delle domande di aiuto
Le domande possono essere presentate dal 1° febbraio al 10 aprile 2017

Avvio procedimento
Data di protocollazione nel sistema informativo ARTEA

Approvazione della graduatoria
Entro  30 giorni dalla chiusura dei termini per la presentazione delle domande

Presentazione della prima domanda di pagamento
Entro il 15 maggio 2018

Presentazione delle domande di pagamento annue
Entro il 15 maggio di ogni annualità successiva alla presentazione della domanda di pagamento annualità 2018
La durata dell'impegno è pari a 5 anni a partire dal 16 maggio 2017.

8) Presentazione della domanda
Ai fini della procedura istruttoria le domande si distinguono in domanda di aiuto e domanda di pagamento.
I soggetti interessati sono tenuti alla presentazione del Piano delle coltivazioni, nell'ambito del sistema informativo ARTEA.
La domanda di pagamento è la richiesta annuale di erogazione del pagamento a seguito di ammissione della domanda di aiuto e deve essere presentata entro il 15 maggio di ogni anno

9) Consulta il testo

Bando  testo aggiornato alle modifiche /integrazioni introdotte con decreto n. 548 del 20 gennaio 2017 a cui aggiungere le integrazioni approvate con decreto dirigenziale n. 3659 del 23 marzo 2017

Il bando era stato approvato ad ottobre 206 con decreto n. 10619/2016  e modificato con decreto 11184/2016)

Delibera n.225 del 14-03-2017
Reg. (UE) n. 1305/2013 Indicazioni per l'attuazione del PSR 2014-2020 - Sottomisura 10.1 " Pagamento per impegni agro-climatico-ambientali" - Modifica delibera GR n. 216/2016.


Per saperne di più  >>> modulo on-line scrivici
.

Regione Toscana

Ultima modifica: 21/12/2017 09:23:51 - Id: 13854162
  • Condividi
  • Condividi