Salta al contenuto Salta al menu'

Legalità

Osservatorio sui beni confiscati alla criminalità organizzata in Toscana

Osservatorio sui beni confiscati alla criminalità organizzata in Toscana

 

L'Osservatorio sui beni confiscati alla criminalità organizzata in Toscana è realizzato dal Centro di documentazione "Cultura della Legalità Democratica" (CCLD) della Regione Toscana ed è finalizzato alla pubblicizzazione di tutta la documentazioni disponibile sui beni confiscati alla criminalità organizzata presenti nella regione, con il proposito di facilitare le attività di studio, prevenzione e il riutilizzo sociale dei beni.

La banca dati liberamente consultabile sul sito della Regione Toscana con accesso georeferenziato, contiene le informazioni e le immagini di 69 beni immobili e aziendali raggruppati nelle loro 37 localizzazioni. I dati utilizzati sono gli ultimi resi disponibili ufficialmente dall'ANBSC (Agenzia Nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata) con un livello di dettaglio che permette di identificare con precisione ogni singolo bene, aggiornati al 31 dicembre 2013.

Informazioni più recenti e sommarie sono rese dall'ANBSC sul proprio sito, aggiornate al 30 settembre 2015 e limitate al numero totale dei beni confiscati a livello regionale (vedi a questo indirizzo).

Accesso alla banca dati:
mappe.rete.toscana.it/webstat/index.html?area=beniconfiscati
 

L'Osservatorio sui beni confiscati alla criminalità organizzata in Toscana nasce in occasione della XVIII giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime delle mafie (Firenze, 16 marzo 2013) in collaborazione con Libera Associazioni, nomi e numeri contro mafie.  Le informazioni di base sono a cura dell' ANBSC. Le informazioni aggiuntive sono ottenute con il contributo delle amministrazioni locali, di Libera Toscana, dell'Arci Toscana, della Fondazione Caponnetto, dei volontari e dei ricercatori che hanno lavorato sul tema. L'iniziativa è aperta al contributo di tutte le associazioni operanti sul tema dell'antimafia sociale.

Per informazioni e contributi: beniconfiscati@regione.toscana.it

Conferenza regionale sui beni confiscati in Toscana
Il 10 luglio 2014, l' 8 ottobre 2014 e il 14 dicembre 2015 è stata organizzata la "Conferenza regionale sui beni confiscati in Toscana" che ha avuto per oggetto lo stato di applicazione della legge e le criticità esistenti sull'utilizzo dei beni immobili confiscati, allo scopo di coordinare e promuovere il migliore riutilizzo di questi beni.
Comunicati stampa: 10 luglio 2014 - 8 ottobre 201414 dicembre 2015

 

Approfondimenti:

 

Altri siti georeferenziati:

 

Documentazione:

  • Infiltrazioni mafiose in aree non tradizionali: attività e beni confiscati in Toscana (Tesi di laurea) di Elisa Bolognini
  • I beni confiscati alla criminalità organizzata: aspetti giuridici e sociologici (Tesi di laurea) di Pasquale Tancredi
  • Beni confiscati alla criminalità organizzata: un'occasione di sviluppo di Azzurra Pirami

 

Altre iniziative:


Ultima modifica: 23/05/2016 11:39:39 - Id: 635386