Salta al contenuto Salta al menu'

Formazione complementare per operatore socio sanitario

Formazione complementare per operatore socio sanitario

La giunta regionale ha affidato alle Aziende Ospedaliero Universitarie l'incarico di organizzare i moduli di formazione complementare in assistenza sanitaria, rivolto a chi è già in possesso della qualifica Oss. Non si tratta di un nuovo profilo ma di una "specializzazione" dell'operatore socio sanitario.
I moduli, della durata di 400 ore saranno in tutto 3, per complessivi 90 posti e così distribuiti:

  • Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana 1 modulo
  • Azienda Ospedaliero Universitaria Senese 1 modulo
  • Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi 1 modulo

La quota di iscrizione al corso è di 250.

I requisiti di accesso e di ammissione al modulo sono:

  •  possesso dell'attestato di qualifica di Operatore socio sanitario
  • superamento di un test a risposta multipla su elementi di anatomia e fisiologia, di igiene e di assistenza alla persona, ovvero materie del modulo professionalizzante previsto dal curriculum formativo dell'OSS
  • valutazione del servizio svolto presso strutture assistenziali sanitarie e socio sanitarie pubbliche e private nella qualifica di OTAA o AAB (ed equipollenti) o di Operatore Socio Sanitario.
     

Informazioni e bandi presso le Aziende.

  • Azienda ospedaliero universitaria Careggi ►►
  • Azienda ospedaliero universitaria Senese ►►
  • Azienda ospedaliero universitaria Pisana ►►

    Referenti aziendali per la formazione Oss
     

Documenti

Delibera giunta regionale n.1505/2017 Programmazione dei corsi per Operatore socio sanitario e dei moduli di Formazione complementare in assistenza sanitaria per Operatori socio sanitari. Autorizzazione alle Aziende sanitarie della Toscana all'attivazione dei percorsi formativi per l'anno scolastico 2017/2018.
Indirizzi organizzazione corsi (Allegato A - Delibera giunta regionale 1505/2017)

Provvedimento del 16 gennaio 2003 "Accordo tra il Ministro della salute, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano per la disciplina della formazione complementare in assistenza sanitaria della figura professionale dell'operatore socio-sanitario di cui all'articolo 1, comma 8, del decreto-legge 12 novembre 2001, n. 402, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 gennaio 2001, n.1"


Ultima modifica: 21/02/2018 12:04:41 - Id: 81105