Salta al contenuto Salta al menu'

Bando sottomisura 1.1: Sostegno alla formazione professionale e acquisizione di competenze, annualità 2016

Bando sottomisura 1.1: Sostegno alla formazione professionale e acquisizione di competenze, annualità 2016

Psr Feasr 2014-2020

mercoledì, 14 dicembre 2016 12:00
giovedì, 16 marzo 2017 13:00
Non specificato

 

Bando
La sottomisura 1.1 è finalizzata alla concessione di contributi in conto capitale ai Beneficiari che intendano realizzare interventi di formazione professionale e acquisizione di competenze, destinati agli addetti del settore agricolo, agroalimentare e forestale, oltre ai gestori del territorio.

Scadenza
Le domande possono essere presentate dal 15 dicembre 2016 al 16 marzo, ore 13.00

A chi si rivolge

Sono ammesse a presentare domanda e a beneficiare del sostegno le Agenzie formative accreditate ai sensi della Legge Regionale n. 32/2002 e s.m.i., accreditate secondo quanto previsto dalla DGR 968/2007 e s.m.i., o che si impegnano ad accreditarsi entro la data di sottoscrizione del contratto per l'assegnazione dei contributi.

Opportunità

Importo massimo del contributo concedibile per ogni istanza: euro 200.000.
La percentuale di contribuzione varia dall'80  al 100% per tutte le tipologie di costi sostenuti.

Come partecipare

L'istanza si presenta sul portale di ARTEA: www.artea.toscana.it

Leggi il bando completo

Decreto n. 11407/2017 - Approvazione graduatoria

Delibera n. 970 del 13/9/2017 - incremento dotazione finanziaria

Finalità del bando

La sottomisura è finalizzata a realizzare attività formative di aggiornamento e di formazione professionale degli operatori coinvolti nelle attività agricole e forestali, nonché dei giovani che intendano insediarsi per la prima volta in un'azienda, per favorire l'acquisizione di conoscenze tecniche e l'introduzione di processi innovativi attraverso interventi sia di carattere collettivo che individuale con diversi gradi di approfondimento (formazione-aggiornamento). I contenuti specialistici saranno calibrati in base alla preparazione dei partecipanti e con diverse modalità e strumenti di attuazione. Il raggiungimento di tali obiettivi è possibile attraverso l'attivazione di un progetto formativo articolato in corsi di formazione, corsi e-learning, coaching e workshop o combinazione degli stessi per macroaree tematiche per le quali si chiede di trattare elementi minimi di trattazione.

Per l'azione relativa alle attività di coaching, l'avviso rientra nell'ambito di Giovanisì (www.giovanisi.it), il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.

Scadenza e presentazione della domanda

La domanda di aiuto deve essere presentata impiegando esclusivamente, mediante procedura informatizzata, la modulistica disponibile sulla piattaforma gestionale dell'Anagrafe Regionale delle aziende agricole gestita da ARTEA e raggiungibile dal sito www.artea.toscana.it.

La domanda deve essere sottoscritta e presentata secondo le modalità indicate dal decreto di ARTEA n. 140 del 31/12/2015 e s.m.i. Allegato A – Disposizioni per la costituzione ed aggiornamento del Fascicolo Aziendale nell'Anagrafe delle Aziende Agricole di ARTEA e per la gestione della Dichiarazione Unica Aziendale (DUA).

Punti salienti del bando

1) Beneficiari

L'aiuto è riservato ai prestatori di servizi di formazione o di altri tipi di trasferimento di conoscenza. Ai sensi dell'art. 38 comma 4 del Reg. (CE) 702/2014 sono ammissibili unicamente gli aiuti che siano erogati ai prestatori dei servizi di trasferimento delle conoscenze e delle azioni di informazione. Sono pertanto ammessi a presentare domanda e a beneficiare del sostegno i seguenti soggetti, eventualmente in associazione temporanea di imprese o di scopo (ATI/ATS), costituita o da costituire a finanziamento approvato:

a) Agenzie formative accreditate ai sensi della Legge Regionale n. 32/2002 e s.m.i., accreditate secondo quanto previsto dalla DGR 968/2007 e s.m.i., o che si impegnano ad accreditarsi entro la data di sottoscrizione del contratto per l'assegnazione dei contributi. Nel caso di assegnazione a soggetto non accreditato, quest'ultimo dovrà presentare la domanda di accreditamento, secondo quanto stabilito dalla DGR 968/2007 e s.m.i., entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria sul BURT. La mancata presentazione della domanda di accreditamento o l'esito negativo dell'istruttoria della stessa comporteranno la non concessione del contributo.

Possono presentare domanda di aiuto solo le Agenzie formative accreditate, o che si impegnano ad ottenere l'accreditamento, con almeno una sede localizzata in Toscana.

 

2) Dotazione finanziaria

L'importo complessivo dei fondi messo a disposizione nel bando è pari a 2.000.000 euro.

 

3) Interventi finanziabili

L'operazione è relativa al sostegno per l'erogazione di attività formative quali corsi di formazione, corsi e-learning, coaching e workshop, come di seguito specificate:

Corsi di formazione

Attività erogata con metodologie sia tradizionali che innovative, distinta in tre classi di durata espressa in ore di contatto formativo.

Corsi e-learning

Tipologia di corso FAD (formazione a distanza) finalizzata a realizzare interventi formativi erogati in modalità on line.

Coaching

Attività finalizzata a sostenere il tutoraggio a nuovi agricoltori di età inferiore ai 40 anni da parte di agricoltori esperti, i quali sono temporaneamente chiamati a svolgere un ruolo di mentore, offrendo indicazioni e consigli ai loro ‘allievi' su tutti gli aspetti legati alla conduzione di un'azienda agricola. Tale strumento incoraggia gli agricoltori e coloro che avviano un'impresa agricola a sostenersi a vicenda attraverso l'apprendimento condiviso e lo scambio di esperienze.

Workshop

Attività diretta ad offrire occasioni di apprendimento attivo basandosi su esercitazioni di gruppo e sulla proattività dei partecipanti. Sono escluse le iniziative basate esclusivamente su docenze frontali e presentazioni seminariali seguite da semplice dibattito.

 

4) Indicazioni specifiche

L'importo massimo del contributo pubblico concesso per singola domanda di aiuto, è pari a 250.000 euro; non sono ammesse le domande con un contributo minimo richiesto/concesso inferiore a 50.000 euro. La rendicontazione è a costi standard con applicazione delle UCS (Unità di Costo standard).

Il sostegno consta nel rimborso dei costi sostenuti dal fornitore (beneficiario del sostegno) per far partecipare alle attività di formazione e di trasferimento i destinatari finali. Il costo viene determinato applicando le opzioni definite alle lettere a), b) e c) del comma 1 dell'articolo 67 del regolamento (UE) 1303/2013 del Parlamento e del Consiglio del 17 dicembre 2013.

 

5) Graduatoria

Entro 75 giorni dalla data della scadenza per la presentazione dei progetti il dirigente regionale responsabile adotta l'atto con il quale vengono approvati i progetti ammessi e non ammessi a finanziamento, pubblicando la graduatoria sul BURT e comunicandola ad ARTEA e sul portale del progetto Giovanisì (www.giovanisi.it). Sarà approvata una unica graduatoria regionale. La Regione si riserva la facoltà di aprire il bando con scadenze successive.

Il Decreto di approvazione della graduatoria e la graduatoria allegata saranno pubblicati sul BURT e ne sarà data evidenza sul sito www.artea.toscana.it.

 

Consulta il testo del bando

Il bando è stato approvato con Decreto Dirigenziale n. 13017 del 28/11/2016

Leggi il bando

Decreto n. 791 del  26 gennaio 2017 Proroga termini presentazione domande

Decreto n. 2022 del 21 febbraio 2017 Ulteriore proroga termini presentazione domande

Per informazioni è possibile compilare il modulo on-line alla pagina www.regione.toscana.it/psr-2014-2020/scrivici

Regione Toscana

Ultima modifica: 18/09/2017 10:07:11 - Id: 13930478
  • Condividi
  • Condividi