Sistema di monitoraggio e valutazione del Psr Feasr 2014-2020

Aggiornamento del primo Catalogo buone prassi (2 settembre 2021). La prima Relazione Leader: analisi e giudizio risposta ai quesiti del questionario valutativo (3 giugno 2021). Il primo catalogo buone prassi nella sezione "Relazioni di valutazione tematica" (9 aprile 2021)

L'Autorità di gestione del Programma di sviluppo rurale del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (Feasr), ai sensi del Regolamento (UE) 1305/2013 del Parlamento europeo e del Consiglio, è responsabile dell'efficace, efficiente e corretta gestione del programma e, a tale fine, provvede in particolare ad assicurare l'esistenza di un sistema elettronico adeguato e sicuro per la registrazione, la conservazione, la gestione e la trasmissione di dati statistici sul programma e sulla sua attuazione, richiesti a fini di monitoraggio e valutazione, e segnatamente delle informazioni necessarie per monitorare i progressi compiuti nella realizzazione degli obiettivi e delle priorità prestabiliti.


In evidenza
: Confronto della produzione lorda vendibile (Plv) delle aziende partecipanti alla Misura 11 produzioni biologiche e della sottomisura 10.1.1 – impegno Semina su sodo - rispetto alle produzioni convenzionali (aggiornamento 10 gennaio 2022)  >>> vai al dettaglio

Il sistema di monitoraggio e valutazione persegue gli obiettivi di:

  1. dimostrare i progressi e le realizzazioni della politica di sviluppo rurale e valutare l'impatto, l'efficacia, l'efficienza e la pertinenza dei relativi interventi;
  2. contribuire a un sostegno più mirato dello sviluppo rurale;
  3. favorire un processo di apprendimento comune basato sull'attività di monitoraggio e valutazione.
     

Il sistema di monitoraggio e valutazione contiene un elenco di indicatori comuni relativi alla situazione di partenza nonché all'esecuzione finanziaria, ai prodotti, ai risultati e all'impatto dei programmi, applicabili a tutti i programmi di sviluppo rurale e tali da consentire l'aggregazione dei dati a livello dell'Unione.

Gli indicatori comuni sono basati su dati disponibili e correlati alla struttura e agli obiettivi del quadro strategico per lo sviluppo rurale e consentono di valutare i progressi, l'efficienza e l'efficacia dell'attuazione della politica di sviluppo rurale rispetto agli obiettivi generali e specifici di tale politica a livello unionale, nazionale e di programma. Gli indicatori comuni d'impatto sono basati su dati accessibili.

Il valutatore quantifica l'impatto del programma misurato dagli indicatori d'incidenza. In base ai dati forniti nelle valutazioni riguardanti la PAC, ivi comprese le valutazioni relative ai programmi di sviluppo rurale, la Commissione, con l'aiuto degli Stati membri, valuta l'effetto congiunto di tutti gli strumenti della PAC.

L'attività di monitoraggio ha la finalità di assicurare la qualità di attuazione del programma attraverso mediante l'analisi degli indicatori finanziari, di prodotto e di obiettivo. Ogni anno, entro il 30 giugno, gli Stati membri devono presentare alla Commissione europea una relazione annuale sull'attuazione dei propri programmi di sviluppo rurale riferiti al precedente anno civile.

Le relazioni di attuazione annuali contengono informazioni chiave sull'attuazione del programma e sulle sue priorità con riferimento ai dati finanziari, agli indicatori comuni e specifici per programma e ai valori obiettivo quantificati, compresi i cambiamenti nei valori degli indicatori di risultato se del caso, nonché, a partire dal relazione di attuazione annuale da presentare nel 2017, ai target intermedi definiti nel quadro di riferimento dell'efficacia dell'attuazione. I dati trasmessi si riferiscono ai valori di indicatori relativi a operazioni eseguite completamente e anche, ove possibile, tenuto conto della fase di attuazione, a operazioni selezionate. Indicano altresì una sintesi delle conclusioni di tutte le valutazioni del programma resesi disponibili durante il precedente anno finanziario, gli aspetti che incidono sui risultati del programma, nonché le misure adottate. Contiene, tra l'altro, informazioni sugli impegni finanziari e sulle spese per misura, nonché una sintesi delle attività intraprese in relazione al piano di valutazione.

Relazione annuale sull'attuazione (RAA) del Psr Feasr 2014-2020:

 

L'attività di valutazione (piano di valutazione, nonché valutazioni ex ante, in itinere ed ex post, deve essere conforme al sistema di monitoraggio e valutazione, e gli Stati membri provvedono alla produzione e alla raccolta dei dati richiesti e trasmettono ai valutatori le varie informazioni fornite dal sistema di monitoraggio.

La valutazione ha le finalità di esaminare il grado di utilizzazione delle risorse, analizzare l'efficacia e l'efficienza della programmazione, esaminare il raggiungimento degli obiettivi e individuare i fattori di successo e di insuccesso, nonché gli impatti del programma stesso.


Primo catalogo buone prassi (2 settembre 2021):

  • Fasi di analisi e giudizio (pdf)
  • Schede sintetiche (pdf)
  • Rilevazione dati primari (pdf)

Prima relazione LEADER: Analisi e giudizio risposta ai quesiti del Questionario Valutativo.

  • Analisi e giudizio dell'autovalutazione Leader (scarica documento.pdf)
  • Presentazione dei risultati del processo valutativo (scarica documento.pdf)
  • Sintesi divulgativa (scarica documento.pdf it o en)
  • Sintesi tecnica (scarica documento.pdf it o en)

Prima relazione del valutatore sulla verifica della disponibilità e della qualità delle fonti informative necessarie allo svolgimento delle attività di valutazione.


Relazione di valutazione in itinere del Psr Feasr 2014-2020

  • Seconda relazione di valutazione in itinere (scarica documento.pdf)
  • Sintesi divulgativa (scarica documento.pdf it o en)
  • Sintesi tecnica (scarica documento.pdf it o en)

Relazioni di valutazione tematica

  • L'efficacia della comunicazione nel Psr Feasr Toscana: Analisi e giudizio (.pdf)
  • Sintesi tecnica (.pdf)
  • Sintesi divulgativa (.pdf)
     
  • Strutturazione e osservazione dell'autovalutazione LEADER (.pdf)
  • Rilevazione dati primari (.pdf)
  • Sintesi (.pdf)
     

In evidenza: Seconda relazione

Confronto della PLV delle aziende partecipanti alla Misura 11 produzioni biologiche e della sottomisura 10.1.1 – impegno Semina su sodo - rispetto alle produzioni convenzionali attraverso la stima delle rese ottenute con l’ausilio di una specifica modellistica basata sull’utilizzo delle immagini satellitari:

 

Condividi
Aggiornato al:
14.02.2022
Article ID:
14718903