Cos'è

Il Centro regionale criticità relazionali (CRCR) concorre al raggiungimento dell'eccellenza dei Servizi sanitari attraverso la cura della dimensione relazionale, quale variabile cruciale per la salute degli operatori e dei cittadini, e lo sviluppo delle organizzazioni del Sistema Sanitario Regionale. 
Perseguire un obiettivo di Salute necessita infatti del complesso apporto di modelli organizzativi innovativi, di elevate competenze tecnico-professionali nonché di tecniche di indagine e di intervento avanzate. 
Negli ultimi decenni vi è stato uno straordinario sviluppo degli strumenti di indagine ed intervento a disposizione dei professionisti sanitari nell’ambito dei percorsi di cura e sono stati introdotti notevoli cambiamenti negli assetti organizzativi con conseguente ridistribuzione di ruoli e compiti.
Le organizzazioni che compongono il SSR riflettono e sostanziano tutta la loro complessità anche nell’intreccio di relazioni e rapporti che si realizzano quotidianamente e che concorrono al raggiungimento della loro mission istituzionale. 
Per questa ragione promuovere la salute delle organizzazioni necessita di un approccio dinamico e integrato che, nell’attuale scenario storico, economico, sociale, ricostruisca una dimensione dialettica finalizzata a far emergere nuovi significati e nuovi equilibri. 

Caratteristica del CRCR è l'operatività di rete, ovvero una progettualità effettuata secondo un modello sistemico, attraverso il coinvolgimento di tutti i soggetti a diverso titolo implicati in una specifica area, lavorando con una prospettiva multidisciplinare e interprofessionale.
E' composto da un'equipe di Psicologi, Psichiatri e Medici con competenze specifiche nell'area della salute psicologica, sociale e relazionale del singolo, dei gruppi, delle organizzazioni, dello sviluppo organizzativo, della promozione della salute e della convivenza nei vari contesti. 

Istituito nel 2007 e recentemente ridefinito con Delibera di giunta regionale 73/2018 - Allegato A, il Centro è riconosciuto come struttura regionale del Governo Clinico dalla legge regionale 40 del 2005  "Disciplina del servizio sanitario regionale". Il Piano Sanitario Sociale Integrato Regionale vigente lo individua“quale strumento di intervento nelle problematiche relazionali, a disposizione degli operatori e delle organizzazioni sanitarie”.

Aggiornato al:
08.04.2020
Article ID:
582895