Verifiche sismiche

Calcolatrice scientificaL'Ordinanza P.C.M. n. 3274 del 20 marzo 2003 (art. 2 comma 3) ha istituito l'obbligo per i proprietari, pubblici e privati, di effettuare le verifiche tecniche delle opere (edifici e opere infrastrutturali) di interesse strategico o rilevanti in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso.

Ai sensi del comma 5 dell'art. 2 della stessa O.P.C.M. 3274, l'obbligo non sussiste nel caso di opere progettate secondo norme vigenti successivamente al 1984, eccetto quelle situate in Comuni la cui attuale classificazione sismica risulti più severa rispetto a quella dell'epoca di realizzazione.

Attenzione: dal giorno 13 settmbre 2021 il deposito delle verifiche tecniche degli edifici e delle opere strategiche e/o rilevanti previsto ai sensi dell’articolo 5 bis della L.R. 58/2009 avverrà esclusivamente tramite il portale regionale PORTOS (http://wwww327.regione.toscana.it/)

Pertanto a decorrere da quella data non saranno più consentiti depositi mediante canali
differenti (es. PEC e/o in forma cartacea).

Il D.L. 30 dicembre 2019 n. 162 (cosiddetto Milleproroghe), convertito con L. 28 febbraio 2020 n. 8, all'art. 6 riporta esplicitamente che le verifiche tecniche di cui all'art. 2 c. 3 dell'Ordinanza P.C.M. 3274/2003 devono essere effettuate a cura dei rispettivi proprietari entro il 31 dicembre 2021.
Sono confermate sia l'esclusione degli edifici e delle opere progettate in base alle norme sismiche vigenti dal 1984 sia la priorità per edifici e opere ubicati nelle zone sismiche 1 e 2.

Con l'entrata in vigore della delibera di Giunta regionale n. 663 del 20 maggio 2019 è stato approvato l'allegato A relativo all'elenco degli Interventi relativi ad edifici di interesse strategico e alle opere infrastrutturali la cui funzionalità durante gli eventi sismici assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile, nonché relativi agli edifici e alle opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un loro eventuale collasso (Paragrafo 3.2, punto 3 delle Linee Guida approvate con la deliberazione della Giunta regionale).

Tale elenco di fatto abroga quello precedentemente in vigore (all. A al regolamento 36/r di attuazione dell'articolo 117, commi 1 e 2 della L.R. 3 gennaio 2005 n. 1, approvato con decreto del Presidente della Giunta Regionale 9 luglio 2009 , disciplina le modalità di svolgimento delle attività di vigilanza e verifica delle opere e delle costruzioni in zone soggette a rischio sismico) in forza dell'art. 94 bis del D.Lgsl. 32/2019.

Per approfondimenti si vedano le sezioni:

Per informazioni rivolgersi a:
ing. Gabriella Bortone -  gabriellafrancesca.bortone@regione.toscana.it - tel. 055-4387109
arch. Vanessa Prestifilippo - vanessa.prestifilippo@regione.toscana.it - tel. 055-4387125

Aggiornato al:
06.09.2021
Article ID:
175528