Toscana tra le regioni top dell'export: saldo commerciale 2013 di 10,2 miliardi


Le elaborazioni statistiche dell'Ufficio regionale di Statistica della Regione Toscana, sugli ultimi dati Istat  relativi al commercio con l'estero (banca dati Coeweb, indagini Intrastat ed Extrastat), scattano la fotografia dei flussi commerciali nella nostra regione: la Toscana si conferma nel 2013 tra le regioni con il saldo commerciale maggiore, insieme a Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia e Piemonte. Il saldo commerciale (esportazioni meno importazioni) si attesta attorno ai 10,2 miliardi di euro, pressoché costante rispetto al 2012. In particolare,  le esportazioni toscane nel 2013, in prevalenza (58%) verso l'Europa e costituite per il 98% da prodotti dell'attività manifatturiera (cuoio conciato e lavorato, macchinari di impiego generale e metalli preziosi di base), con un ammontare complessivo di 31.289 milioni di euro, rappresentano l'8% di quelle nazionali, facendo guadagnare alla Toscana il 5° posto nella graduatoria delle regioni più rilevanti per l'export.

Sul fronte delle importazioni la nostra regione, sempre nel 2013, anno in cui prosegue il calo delle importazioni nazionali iniziato nel 2011, si piazza al 6° posto della classifica nazionale dell'import regionale: scambi, che avvengono per oltre il 50% con paesi europei e per il 24% con l'Asia, per un valore di 21.041 milioni di euro, pari al 6% del valore delle importazioni nazionali. Prossime alla nostra regione sono Piemonte e Lazio (8%) e l'Emilia Romagna (9%). Le principali voci dell'import toscano nel 2013 sono prodotti delle attività manifatturiere (79%), metalli di base e prodotti in metallo, esclusi macchine e impianti (16%), prodotti tessili, abbigliamento, pelli e accessori (13,8%), prodotti dell'estrazione di minerali e cave (13,5%), mezzi di trasporto (11%).

Scarica Informazioni statistiche "L'import- export toscano nel 2013: le principali tendenze"
scarica la sintesi in .ppt

ALF
 

Aggiornato al:
30.10.2015
Article ID:
12380041