Sviluppo rurale, strumenti finanziari: proroga dei prestiti

Con l’approvazione della delibera di giunta regionale 727 del 19 luglio 2021 è operativa l’estensione del termine del periodo di elegibilità per erogare i prestiti atti a finanziare il capitale circolante (liquidità) in risposta alla crisi covid-19.

  • Il nuovo termine per l’erogazione dei prestiti è il 30 settembre 2022.

I beneficiari sono le piccole e medie Imprese (Pmi) colpite dalla crisi dovuta alla pandemia covid 19, ovvero imprese che hanno avuto una riduzione di fatturato nell’anno 2020 rispetto al 2019. Devono inoltre essere rispettati i requisiti richiesti dai tipi di operazione 4.1.6 “Miglioramento della redditività e della competitività delle aziende agricole – strumenti finanziari” e 4.2.2 “Investimenti nella trasformazione, commercializzazione e/o nello sviluppo dei prodotti agricoli – strumenti finanziari” del Programma di Sviluppo Rurale (PSR) del Fondo Europeo per lo Sviluppo Rurale FEASR 2014-2020.

E’ possibile ottenere un prestito esclusivamente per capitale circolante, ovvero un prestito autonomo non collegato a un investimento, a condizione che l'importo massimo del prestito stesso non superi i 200.000 euro.

Le banche abilitate per l’erogazione dei prestiti sono:

  • 1. Banca di Cambiano
  • 2. Credem

Per maggiori informazioni sugli strumenti finanziari del Psr Feasr 2014-2020
https://www.regione.toscana.it/psr-2014-2020/strumenti-finanziari

 

 

Aggiornato al:
23.07.2021
Article ID:
71055466