Studi di Microzonazione e analisi CLE - Legge 77/2009

Immagine di banconote di diverso taglioIl Piano nazionale per la prevenzione del rischio sismico prevede all'articolo 11 della legge 24 giugno 2009, n. 77 pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 56 del 7.03.2012, l'assegnazione di risorse secondo il seguente piano pluriennale:

  • 2010 - € 44,0   milioni
  • 2011 - € 145,1 milioni
  • 2012 - € 195,6 milioni
  • 2013 - € 195,6 milioni
  • 2014 - € 195,6 milioni
  • 2015 - € 145,1 milioni
  • 2016 - € 44,0   milioni
  • 2019-2020-2021 - € 150,0 milioni

Per ogni annualità sono individuate le attività di prevenzione del rischio sismico con Ordinanza, la cui attuazione avviene con successivo Decreto  che ripartisce le risorse per ciascuna regione e definisce criteri generali per l'individuazione degli interventi (ad esempio studi di microzonazione sismica, interventi su edifici pubblici e privati, ecc.). Con Deliberazione di Giunta regionale sono regolati l'avvio delle procedure e la ripartizione delle risorse fra edifici pubblici e privati.

Annualità 2019-2020-2021

L’Ordinanza Cdpc n. 780/2021, analogamente alle Ordinanze Dpc n. 3907/2010, 4007/2012, 52/2013, 171/2014, 293/2015, 344/2016, 532/2018 regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell’annualità 2019-2020-2021. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 150 milioni di euro ripartita tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica, tra cui circa 16,28 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS).

I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo “ag”, non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).

Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione civile del 22/06/2021, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 193 del 13 Agosto 2021, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l’annualità 201-2020-2021, un finanziamento pari a 670.056,34 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di Grt n. 977 del 27.09.2021, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedenti Deliberazioni di Grt n. 261/2011, 741/2012, 971/2013, 144/2015, 468/2020 che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica (V.4.1) elaborati dalla “Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS” e la procedura per la definizione delle CLE di cui all’art. 18 dell’Opcm n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.

Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l’attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 670.056,34  a carico del Dipartimento della Protezione Civile a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.

Il finanziamento in oggetto è rivolto esclusivamente agli studi di MS di livello 2 e/o 3 e analisi CLE. I comuni che potranno partecipare alla presente iniziativa, dovranno far parte dell’elenco di cui all’All. 7 dell’Ocdpc 344/2016 e dovranno disporre di studi di MS di livello 1 già approvati e, limitatamente al contributo per il livello 3, dovranno rientrare nella Tab. 3 dell’avviso (All.2).

Con Decreto di Grt n. 16720 del 29/09/2021 è stato pubblicato sul Burt n. 40 parte III del 06/10/2021, lo schema di "Avviso di Manifestazione di Interesse" (All. 2) per i Comuni che intendono partecipare all'iniziativa.

Pertanto si invitano le Amministrazioni interessate all’iniziativa in oggetto, a fornire la propria manifestazione di interesse (a partire dal prossimo 4 ottobre 2021) compilando la domanda on-line, entro e non oltre il 25 ottobre 2021 e utilizzando il seguente form on-line:

https://servizi.toscana.it/formulari (accesso consentito con autentificazione Spid, CIE, CNS)

si accede nella sezione disponibile nell’area “Scrivania Formulari/Compila formulario” in alto a destra della pagina.

E’ disponibile il manuale d’uso per la compilazione on-line della domanda.

Sono disponibili le slide della presentazione del 1.10.2021 presso Anci >>> slide in formato pdf

Riferimenti utili

Tecnici
Dott. Geol. Massimo Baglione 055. 4387104
Dott. Geol Pierangelo Fabbroni 055. 4387106
Dott. Geol. Vittorio D’Intinosante 055. 4387190
Email: sismica@regione.toscana.it

Informatici e tecnici
Dott. Geol. Pio Positano 055.4385299
Email: formulari.sismica@regione.toscana.it


Annualità 2016

L'Ordinanza C.D.P.C. n. 532/2018, analogamente alle precedenti Ordinanze DPC n. 3907/2010, 4007/2012, 52/2013, 171/2014, 293/2015 e n. 344/2016, regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell'annualità 2016. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 43,560 milioni di euro ripartiti tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica, tra cui circa 8 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS).

I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo "ag", non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).

Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione civile del 09/08/2018, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 224 del 26/09/2018, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2016, un finanziamento pari a 330.916,54 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di G.R.T. n. 1162 del 22/10/2018, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedenti Deliberazioni di G.R.T. n.261/2011, 741/2012, 971/2013, 144/2015 e 468/2018 che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica (V.4.1) elaborati dalla "Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS" e la procedura per la definizione delle analisi CLE di cui all'art. 18 dell'O.P.C.M.  n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.

Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l'attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 264.000,00 a carico del D.P.C a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.

Il finanziamento in oggetto è rivolto esclusivamente agli studi di MS di livello 2 e/o 3 e analisi CLE. Saranno finanziati, mediante scorrimento della graduatoria esistente (di cui al DD 16262/2018) n. 8 studi di MS 2 e n.4 di MS3.

Per ulteriori informazioni si invita a contattare i seguenti nominativi:

Dr. Geol. Pierangelo Fabbroni - 055/4387106 – pierangelo.fabbroni@regione.toscana.it
Dr. Geol. Vittorio D'Intinosante – 055/4387190 - vittorio.dintinosante@regione.toscana.it
Dr. Geol. Massimo Baglione – 055/4387104 – massimo.baglione@regione.toscana.it


Annualità 2015

L'Ordinanza C.D.P.C. n. 344/2016, analogamente all'ordinanza DPC n. 3907/2010, 4007/2012, 52/2013, 171/2014, 293/2015 regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell'annualità 2015. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 145.100 milioni di euro ripartita tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica, tra cui circa 16 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS).

I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo "ag", non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).

Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione civile del 09/03/2017, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 78 del 03/04/2017, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2015, un finanziamento pari a 658.532,03 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di G.R.T. n. 468 del 02/05/2018, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedenti Deliberazioni di G.R.T. n.261/2011, 741/2012, 971/2013 e 144/2015 che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica (V.4.1) elaborati dalla "Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS" e la procedura per la definizione delle CLE di cui all'art. 18 dell'O.P.C.M.  n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.

Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l'attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 658.532,03 a carico del D.P.C a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.

Il finanziamento in oggetto è rivolto esclusivamente agli studi di MS di livello 2 e/o 3 e analisi CLE. I comuni che potranno partecipare alla presente iniziativa, dovranno far parte dell'elenco di cui all'All.7 dell'OCDPC 344/2016 e dovranno disporre di studi di MS di livello 1 già approvati e, limitatamente al contributo per il livello 3, dovranno rientrare nella Tab.3 dell'avviso (All.2);

Con Decreto di GRT n. 9406 del 14/06/2018 è stato pubblicato sul BURT n.25 parte III del 20/06/2018, lo schema di "Avviso di Manifestazione di Interesse" (All.2) e il relativo "fac-simile di domanda" (All.3) per i Comuni che intendono partecipare all'iniziativa.

Pertanto si invitano le Amministrazioni interessate all'iniziativa in oggetto, a fornire la propria manifestazione di interesse compilando la domanda (All.3) ed inviandola, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 20/07/2018 (cioè 30gg dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT n.25 parte III del 20/06/2018), con una delle seguenti modalità alternative:

- tramite trasmissione al protocollo interoperabile, per le amministrazioni pubbliche attive sul sistema InterPRO;

- tramite casella di posta elettronica certificata (PEC) all'indirizzo PEC istituzionale di Regione Toscana, regionetoscana@postacert.toscana.it, per le amministrazioni pubbliche toscane non ancora attive sul sistema InterPRO.

Il campo oggetto deve riportare la seguente dicitura "SETTORE SISMICA – AVVISO DI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE PER REALIZZAZIONE INDAGINI E STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA E ANALISI CLE"

Per ulteriori informazioni si invita a contattare anche i seguenti nominativi:

Dr. Geol. Pierangelo Fabbroni - 055/4387106 – pierangelo.fabbroni@regione.toscana.it

Dr. Geol. Vittorio D'Intinosante – 055/4387190 - vittorio.dintinosante@regione.toscana.it

Dr. Geol. Massimo Baglione – 055/4387104 – massimo.baglione@regione.toscana.it

Con Decreto di GRT n. 16262 del 04/10/2018 è stata approvata la graduatoria dei Comuni ammissibili a finanziamento (allegato 1), i Comuni finanziati (allegato 2) e gli esclusi (allegato 3). per la redazione di indagini e studi di microzonazione sismica dei centri urbani (MS di livello 2 e 3) e le analisi delle condizioni limite per l'emergenza (CLE).

Pertanto saranno avviate, a cura dell'Amministrazione Comunale in qualità di enti beneficiari del finanziamento, attività di indagini e studi di MS e analisi CLE, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali, sostenendo eventuali spese eccedenti il contributo previsto.

SLIDES  relative all' incontro informativo del 29 ottobre 2018 con le amministrazioni interessate in formato PDF.


Annualità 2014

L'Ordinanza C.D.P.C. n. 293/2015, analogamente all'ordinanza DPC n. 3907/2010, 4007/2012, 52/2013 e 171/2014 regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell'annualità 2013. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 195.600 milioni di euro ripartita tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica, tra cui circa 16 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS).
I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo "ag", non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).
Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione Civile del 14/12/2015, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 34 del 11/02/2016, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2014, un finanziamento pari a 658.532,03 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di G.R.T. n. 144 del 23/02/2015, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedenti Deliberazioni di G.R.T. n.261/2011, 741/2012 e 971/2013 e che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica elaborati dalla "Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS" e la procedura per la definizione delle CLE di cui all'art. 18 dell'O.P.C.M. n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.
Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l'attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 658.532,03 a carico del D.P.C a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.

Con Decreto di GRT n. 16585 del 06/11/2017 è stato predisposto lo scorrimento della graduatoria dei Comuni finanziati approvata con precedente Decreto di G.R.T. n. 13460 del 14/11/2016, individuando n.13 Comuni e n.3 Unioni di Comuni ammessi al finanziamento per questa annualità (All.1) per la redazione di indagini e studi di microzonazione sismica dei centri urbani (MS) e le analisi delle condizioni limite per l'emergenza (CLE).

Pertanto saranno avviate, a cura dell'Amministrazione Comunale in qualità di enti beneficiari del finanziamento, attività di indagini e studi di MS e analisi CLE, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali, sostenendo eventuali spese eccedenti il contributo previsto.

SLIDES  relative all' incontro informativo del 30 Novembre 2017 con le amministrazioni interessate in formato PDF.


Annualità 2013

L'Ordinanza C.D.P.C. n. 171/2014, analogamente all'ordinanza DPC n. 3907/2010, 4007/2012 e 52/2013 regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell'annualità 2013. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 195.600 milioni di euro ripartita tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica, tra cui circa 16 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS).
I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo "ag", non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).
Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione Civile del 4/08/2014, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 258 del 6/11/2014, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2013, un finanziamento pari a 658.532,03 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di G.R.T. n. 144 del 23/02/2015, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedenti Deliberazioni di G.R.T. n.261/2011, 741/2012 e 971/2013 e che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica elaborati dalla "Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS" e la procedura per la definizione delle CLE di cui all'art. 18 dell'O.P.C.M. n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.
Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l'attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 658.532,03 a carico del D.P.C a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.
Altri aspetti di rilievo sono i seguenti:

  • introduzione, nell'ambito delle attività di indagini e studi di MS, della predisposizione obbligatoria dell'analisi CLE per tutti i Comuni finanziati;
  • redazione, nell'ambito di indagini e studi di microzonazione di livello 2, di cartografie basate sull'utilizzo di abachi litostratigrafici.

Con Decreto di GRT n. 8709 del 07/09/2016 è stato pubblicato lo schema di "Avviso di Manifestazione di Interesse" (All.1) e il relativo "fac-simile di domanda" (All.2) per i Comuni che intendono partecipare all'iniziativa.

Le Amministrazioni interessate hanno fornito la propria manifestazione di interesse compilando la domanda (All. 2) ed inviandola via PEC al seguente indirizzo:  regionetoscana@postacert.toscana.it, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 03 ottobre 2016 (cioè 20 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT n.37 parte III del 14/09/2016).

Con successivo Decreto di G.R.T. n. 13460 del 14/11/2016 è stata approvata la graduatoria definitiva dei Comuni ammessi a finanziamento per questa annualità (All.2), relativamente alla redazione di indagini e studi di microzonazione sismica dei centri urbani (MS) e le analisi delle condizioni limite per l'emergenza (CLE), la graduatoria dei Comuni ammissibili al finanziamento (All.1) e dei Comuni esclusi (All.3).

Pertanto saranno avviate, a cura dell'Amministrazione Comunale in qualità di enti beneficiari del finanziamento, attività di indagini e studi di MS e analisi CLE, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali, sostenendo eventuali spese eccedenti il contributo previsto.

SLIDES in formato PDF relative all' incontro informativo del 12 gennaio 2017 con le amministrazioni interessate.


Annualità 2012

L'Ordinanza C.D.P.C. n. 52/2013, analogamente all'ordinanza DPC n. 3907/2010 e 4007/2012, regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell'annualità 2012. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 195.600 milioni di euro ripartita tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica, tra cui circa 16 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS).
I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo "ag", non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).
Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione civile del 15/04/2013, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 160 del 10/07/2013, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2012, un finanziamento pari a 658.532,03 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di G.R.T. n. 971 del 25/11/2013, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedenti Deliberazioni di G.R.T. n.261/2011 e 741/2012 e che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica elaborati dalla "Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS" e la procedura per la definizione delle CLE di cui all'art. 18 dell'O.P.C.M. n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.
Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l'attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 658.532,03 a carico del D.P.C a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.
Altro aspetto importante è stato quello di introdurre, nell'ambito delle attività di indagini e studi di MS, la predisposizione obbligatoria dell'analisi CLE per tutti i Comuni finanziati.

Con Decreto di GRT n. 5016 del 28/11/2013 è stato pubblicato lo schema di "Avviso di Manifestazione di Interesse" (All.1) e il relativo "fac-simile di domanda" (All.2) per i Comuni che intendono partecipare all'iniziativa.

Pertanto si invitano le Amministrazioni interessate all'iniziativa in oggetto, a fornire la propria manifestazione di interesse compilando la domanda (All.2) ed inviandola via PEC al seguente indirizzo: regionetoscana@postacert.toscana.it oppure in alternativa inviandola via posta in forma cartacea all'ufficio Prevenzione Sismica – Via S.Gallo 34a – 50129 Firenze, entro e non oltre le ore 12:00 del giorno 10/01/2014 (cioè 30gg dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT n.50 parte III).

Con successivo Decreto di G.R.T. n. 1669 del 24/04/2014 è stata approvata la graduatoria definitiva dei Comuni ammessi a finanziamento per questa annualità (All.2), relativamente alla redazione di indagini e studi di microzonazione sismica dei centri urbani (MS) e le analisi delle condizioni limite per l'emergenza (CLE), la graduatoria dei Comuni ammissibili al finanziamento (All.1) e dei Comuni esclusi (All.3).

Pertanto saranno avviate, a cura dell'Amministrazione Comunale in qualità di enti beneficiari del finanziamento, attività di indagini e studi di MS e analisi CLE, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali, sostenendo eventuali spese eccedenti il contributo previsto.


Annualità 2011

L'Ordinanza DPC n. 4007/2012, analogamente all'ordinanza DPC n. 3907/2010, regola le modalità di finanziamento degli interventi di mitigazione del rischio sismico relativamente ai fondi messi a disposizione nell'annualità 2011. Nello specifico, mediante tale ordinanza, si stabilisce un finanziamento complessivo pari a 145,1 milioni di euro ripartita tra le varie Regioni per una serie di attività di prevenzione sismica; fra questi circa 10 milioni di euro sono destinati a studi di microzonazione sismica (di seguito MS).
I finanziamenti riguardano gli interventi di prevenzione del rischio sismico nei Comuni in cui la pericolosità sismica di base, espressa in termini di accelerazione al suolo "ag", non sia inferiore a 0,125g (allegato 7).
Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione civile n. rep. 1133 del 19/03/2012, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 138 del 15/06/2012, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2011, un finanziamento pari a 411.582,52 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di G.R.T. n. 741 del 06/08/2012, la Regione Toscana approva un nuovo aggiornamento delle specifiche tecniche regionali (Allegato A), che rappresenta un documento aggiornato rispetto a quello approvato con precedente Deliberazione di G.R.T. n.261/2011 e che contiene i nuovi standard di rappresentazione e archiviazione informatica elaborati dalla "Commissione Tecnica per il Monitoraggio degli studi di MS" e la procedura per la definizione delle CLE di cui all'art. 18 dell'O.P.C.M.n. 4007/12, nonché le modalità di finanziamento per gli studi di MS.
Inoltre con detta delibera si approva anche un vademecum esplicativo (Allegato B) relativo alla modalità di realizzazione delle indagini e degli studi di MS di livello 1.
Dal punto di vista finanziario, la disponibilità per l'attuazione delle attività previste per questa annualità, è pari complessivamente ad Euro 411.582,52 a carico del D.P.C a cui i Comuni dovranno obbligatoriamente prevedere un cofinanziamento pari almeno al 25% del costo degli studi di MS.
Altro aspetto importante è stato quello di introdurre, nell'ambito delle attività di indagini e studi di MS, la predisposizione obbligatoria dell'analisi CLE per tutti i Comuni finanziati.

Con successivo Decreto di G.R.T. n. 3559 del 10/08/2012 è stato pubblicato lo schema di "Avviso di manifestazione di interesse" e il relativo "fac-simile di domanda" per i Comuni che intendono partecipare all'iniziativa.

Pertanto si invitano le Amministrazioni interessate all'iniziativa in oggetto, a fornire la propria manifestazione di interesse compilando la domanda (All.2) ed inviandola esclusivamente in forma cartacea per posta all'ufficio Coordinamento Regionale Prevenzione Sismica – Via S.Gallo 34a – 50129 Firenze, entro e non oltre il 21/09/2012 (cioè 30gg dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT n.34 parte III).

Con successivo Decreto di G.R.T. n. 5079 del 16/10/2012 è stata approvata la graduatoria definitiva dei Comuni ammessi a finanziamento per questa annualità (All.2), relativamente alla redazione di indagini e studi di microzonazione sismica dei centri urbani e la graduatoria dei Comuni ammissibili al finanziamento (All.1) e dei Comuni esclusi (All.3).

Pertanto saranno avviate, a cura dell'Amministrazione Comunale in qualità di enti beneficiari del finanziamento, attività di indagini e studi di MS e analisi CLE, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali, sostenendo eventuali spese eccedenti il contributo previsto.


Annualità 2010

L' Ordinanza DPC n. 3907/10, disciplina i contributi per gli interventi di prevenzione del rischio sismico previsti dall'art.11 della legge 77 del 24 giugno 2009 relativamente ai fondi disponibili per l'annualità 2010.

Nello specifico, detta ordinanza stabilisce, ai sensi dell'art. 2 comma 1, un finanziamento per il 2010, pari a 42,504 milioni di euro, ripartito tra le Regioni per una serie di attività e interventi di prevenzione sismica, tra cui circa 4 milioni di euro per studi di microzonazione sismica (di seguito chiamati MS). Tali risorse sono state successivamente impegnate con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dip.to di Protezione civile n. rep. 8422 del 10 dicembre 2010, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 21 Febbraio 2011, mediante il quale è stato assegnato alla Regione Toscana, per l'annualità 2010, un finanziamento pari a 137.860,97 euro per indagini e studi di MS.

Con Delibera di GRT n.261 del 18.04.2011, la Regione Toscana sulla base delle indicazioni di cui all'art.5 e 6 dell'Ord. 3907/2010 e dopo aver sentito gli Enti Locali, ha:

  • predisposto le specifiche tecniche regionali (allegato A) per la realizzazione dei suddetti studi di MS recependo come documento tecnico di riferimento gli "Indirizzi e criteri per la microzonazione sismica" (di seguito indicato con la sigla ICMS) approvati il 13 novembre 2008 dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome;
  • definito le condizioni minime necessarie per la realizzazione dei suddetti studi di MS, individuando anche le modalità di recepimento e utilizzo dei risultati degli studi di MS in fase pianificatoria;
  • individuato i territori nei quali è prioritaria la realizzazione degli studi e indagini di MS sulla base delle indicazioni e dei criteri nazionali previsti dall'Allegato 7 dell'O.P.C.M. 3907/2010;
  • definito le modalità di finanziamento di tali studi di MS, prevedendo, per i Comuni individuati, un cofinanziamento a carico della Regione Toscana (pari a circa il 50% del costo degli studi di MS) che andrà ad aggiungersi ed integrarsi con quello nazionale.

L'obiettivo di tale iniziativa è quello di pervenire, per i Comuni che saranno interessati dall'iniziativa, alla realizzazione di un quadro conoscitivo di base sulla pericolosità sismica locale del proprio territorio, attraverso attività di analisi, indagini e studi di MS almeno di livello 1, secondo le modalità, criteri, procedure e termini di attuazione previsti nelle specifiche tecniche regionali di cui alla Del GRT n.261/2011 e più in generale facendo riferimento al documento nazionale degli ICMS.
Tali studi, una volta realizzati e certificati, dovranno essere utilizzati e recepiti all'interno del quadro conoscitivo degli strumenti urbanistici a cura del Comune, secondo le modalità previste nel regolamento regionale in corso di approvazione.

I Comuni che saranno interessati dall'iniziativa, rientrano nell'elenco riportato nell'All.A della Del. GRT 261/2011, che manifestano il proprio interesse per l'iniziativa in oggetto, nel limite dei finanziamenti disponibili.
A seguito dell'acquisizione delle manifestazioni di interesse da parte dei Comuni interessati, la Regione Toscana provvederà a stilare la graduatoria definiva dei Comuni ammissibili, sulla base dell'ordine riportato nell'All.A della Del GRT n. 261/2011
Tale graduatoria potrà essere utilizzata anche per le successive annualità, in funzione alle risorse economiche che si renderanno disponibili.

La disponibilità finanziaria per l'attuazione delle attività di indagini e studi di MS prevista, per questa prima annualità, è pari complessivamente ad Euro 277.860,97 di cui Euro 140.000,00 a carico della Regione Toscana ed euro 137.860,97 a carico del D.P.C. Inoltre, limitatamente ai Comuni con popolazione residente maggiore di 50.000 abitanti, è previsto un cofinanziamento aggiuntivo obbligatorio in misura pari al 25% del contributo Stato-Regione.
Il contributo previsto è finalizzato alla realizzazione delle attività di studio e indagini di MS, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali approvate con Del. GRT n.261 del 18.04.2011.
Gli enti locali si impegnano altresì a sostenere eventuali spese eccedenti il contributo previsto.

Per quanto concerne le modalità di realizzazione delle attività di indagini e studio di MS si dovrà far riferimento alle specifiche tecniche regionali approvate con Del. GRT n.261 del 18.04.2011 e redatte sulla base delle indicazioni riportate negli ICMS.

A tale documento tecnico si dovrà fare riferimento in particolare per:

  • la definizione delle specifiche di realizzazione delle indagini e studi di MS regionale;
  • la selezione dei territori e/o delle aree nei quali è prioritaria la realizzazione degli studi di MS;
  • la selezione dei soggetti che saranno coinvolti nella predisposizione ed esecuzione degli studi di MS;
  • la modalità di recepimento e utilizzo dei risultati degli studi di MS in fase di pianificazione urbanistica e di progettazione;
  • la modalità di rappresentazione dei risultati finali;
  • la modalità di finanziamento.

Con successivo Decreto di GRT n. 1716 del 11/05/2011 è stato pubblicato lo schema di "Avviso di Manifestazione di Interesse" e il relativo "fac-simile di domanda" per i Comuni che intendono partecipare all'iniziativa.

Pertanto si invitano le Amministrazioni interessate all'iniziativa in oggetto, a fornire la propria manifestazione di interesse compilando la domanda (All.2) ed inviandola esclusivamente in forma cartacea per posta all'ufficio Coordinamento Regionale Prevenzione Sismica – Via S.Gallo 34a – 50129 Firenze, entro e non oltre il 24/06/2011 (cioè 30 giorni dalla data di pubblicazione del presente avviso sul BURT n.21 parte III e sul sito web della Regione Toscana, sia nella sezione Bandi/Finanziamenti, che nella Sezione Rischio Sismico/Microzonazione Sismica Regionale).

Con Decreto di G.R.T. n. 4431 del 07.10.2011 (pubblicato sul BURT n.43 parte III del 26.10.2011) è stata approvata la graduatoria definitiva dei Comuni ammessi al finanziamento per questa prima annualità (all. 2) , relativamente alla redazione di indagini e studi di microzonazione sismica dei centri urbani e la graduatoria dei Comuni ammissibili a finanziamento (all. 1).

Pertanto, saranno avviate a cura della Amministrazioni finanziate, in qualità di ente beneficiario del finanziamento, dovrà impegnarsi per la realizzazione delle attività di studio e indagini di MS, nel rispetto delle modalità previste dalle specifiche tecniche regionali approvate con Delibera di G.R.T. n. 261 del 18.04.2011, sostenendo eventuali spese eccedenti il contributo previsto.

Aggiornato al:
01.10.2021
Article ID:
176896