San Giuliano Terme (Pi)

Località della strage S.Giuliano Terme data 19 agosto



Elenco delle vittime

Bucchioni Giuseppe
Del Moretto Giancarlo
Della Bertola Marino
Di Fonzo Ernesto
Giorgi Giovanni
Palla Curzio

Descrizione

Gello si trova nella zona retrostante il fronte, a metà tra i Monti Pisani e la zona litoranea, e dai primi giorni di agosto è dichiarata "zona nera" nella quale i civili non possono più risiedere. Tutta l'area è infatti investita pressoché giornalmente da rastrellamenti e spedizioni delle truppe tedesche, che portano ad esempio alle stragi di S. Rossore e della bonifica di Migliarino.
Il 19 agosto, una squadra di soldati tedeschi entra nell'abitazione di Del Moretto, a Gello, ove trova il proprietario con il figlio e altri cinque sfollati. Tutti gli occupanti dell'abitazione vengono rastrellati, ed i tedeschi comunicano loro che saranno deportati verso Lucca e impiegati nella costruzione di trincee. Instradati verso S. Giuliano, dopo poche decine di metri invece i sette civili vengono messi in fila lungo il muro di una casa colonica e fucilati. Si Salva solo il figlio del Del Moretto, quattordicenne: viene costretto a scavare la fossa per le vittime, viene poi lasciato libero.
Responsabili
:
Non ci sono informazioni precise. La zona è comunque nel territorio di competenza della 16a Divisione "SS" del generale Simon.

Aggiornato al:
06.02.2009
Article ID:
581698