Programma di sviluppo rurale Feasr 2014-2020: CE approva la versione 8.1

Le modifiche e integrazioni del Psr Feasr 2014-2020 Toscana approvate dalla Commissione europea il 27 luglio 2020

Con decisione della Commissione europea C(2020) 5278 final del 27 luglio 2020 viene approvata dall'Europa la versione 8.1 del Programma di sviluppo rurale (Psr) della Toscana Feasr 2014-2020.

Ecco cosa riguardano le modifiche accolte dalla CE:

Modifica del piano finanziario del Psr Feasr 2014-2020 della Toscana, che consiste in un trasferimento di risorse da misure che presentano fondi residui da allocare a misure che hanno terminato la dotazione finanziaria. Gli importi oggetto di rimodulazione derivano dalle indicazioni pervenute in merito alle economie accertate sui singoli bandi e dalla necessità di prevedere una loro riallocazione ottimale.

Integrazione di tutte le schede dei tipi di operazione della sottomisura 10.1 “Pagamenti per impegni agro-climatico-ambientali” e la scheda della misura 11 “Agricoltura biologica”, per le seguenti motivazioni:

  • prevedere una eventuale proroga annuale degli impegni degli agricoltori da 5  a 7 anni, al fine di dare continuità agli impegni che hanno finalità climatico ambientali;
  • recepire nel Psr quanto disposto dal decreto del presidente della giunta regionale 43/R/2018 “Regolamento di attuazione dell’articolo 28 della legge regionale 28 dicembre  2011, n. 69 (Istituzione dell’autorità idrica toscana e delle autorità per il servizio di gestione integrata dei rifiuti urbani. Modifiche alle leggi regionali 25/1998, 61/2007, 20/2006, 30/2005, 91/1998, 35/2011 e 14/2007) - Disposizioni relative alle aree di salvaguardia: piano di utilizzazione per l’impiego sostenibile dei prodotti fitosanitari e dei fertilizzanti (PUFF) e disposizioni per la perimetrazione”.

Integrazione della scheda della sottomisura 19.2 “Sostegno all'esecuzione degli interventi nell'ambito della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo”. L'emendamento consiste nell'aggiunta dei Gal fra i beneficiari della sottomisura 19.2 per la realizzazione di interventi a gestione diretta Gal, con modifica delle modalità di attivazione degli interventi previsti dalle Strategie Integrate di Sviluppo Locale, prevedendo la duplice possibilità del bando e della regia GAL (diretta o in convenzione).

Modifica della percentuale di contribuzione - scheda del tipo di operazione 4.2.1 “Sostegno a investimenti a favore della trasformazione/ commercializzazione e/o dello sviluppo dei prodotti agricoli” per adeguamento tasso di contribuzione per Pmi.
La modifica consiste, per le sole PMI, nella eliminazione della distinzione del tasso di contribuzione per gli investimenti attivati nell’ambito dei Progetti Integrati di Filiera e per quelli attivati nei bandi singoli, (ovvero fuori dai PIF) e nella eliminazione della distinzione fra le varie tipologie di investimento attualmente prevista per i bandi singoli (25% per beni immobili, 35% per tutto il resto).


Modifica del capitolo 11 “Piano degli indicatori” per allineare gli indicatori in base alle modifiche proposte nel capitolo 10 "piano di finanziamento”.

Aggiornamento degli importi e delle notifiche di cui al capitolo 13 “Aiuti di stato”.

Modifica del capitolo 14 “Informazioni sulla complementarietà” con riferimento al settore vitivinicolo.  L'emendamento consente il passaggio da una demarcazione ad una complementarietà fra vari fonti di finanziamento (OCM, PSR), con riferimento agli investimenti nel settore vitivinicolo. Tale modifica consente di poter utilizzare in Regione Toscana lo strumento del PNS OCM vino anche per gli investimenti aziendali nel settore vitivinicolo, prima non consentito per una scelta iniziale di demarcazione.

Aggiornato al:
29.07.2020
Article ID:
25371747