Qualificazione del servizio ferroviario e treni

Negli ultimi 5 anni la Toscana ha portato avanti quella che è stata definita la ‘cura del ferro’, cioè investimenti importanti e politiche mirate a promuovere l’uso del treno, sia per gli spostamenti quotidiani degli oltre 230.000 pendolari che si muovono lungo le 14 linee ferroviarie della regione, sia per il trasporto merci e come incentivo ad un turismo più sostenibile (escursionismo, cicloturismo, turismo esperienziale). Per potenziare e rinnovare il trasporto pubblico ferroviario si è lavorato anzitutto sul rinnovamento del materiale rotabile in servizio: grazie alle risorse contenute nel contratto di servizio con Trenitalia, sono entrati in servizio tra il 2014 ed il 2019 ben 70 nuovi treni. Utilizzare treni nuovi e moderni vuol dire ottenere più puntualità ed affidabilità (limitando i ritardi per guasti), aumentare il comfort e la sicurezza del viaggio (tutti i nuovo treni sono dotati di telecamere a bordo), diminuire le emissioni, migliorare la comunicazione con gli utenti (grazie a pannelli, schermi e informazioni acustiche) e rendere il treno accessibile a tutti (anche a chi ha limitate capacità motorie o sensoriali). I risultati sono evidenti: puntualità al 95,4%, gradimento in aumento, reclami in discesa. Grazie al nuovo contratto di servizio sottoscritto a fine 2019, che prolunga l’assegnazione del servizio a Trenitalia fino al 2034, saranno investiti ben 912 milioni (843 d Trenitalia e 69 da bilancio regionale) per l’acquisto di altri 100 treni made in Italy di nuovissima generazione, il 86% dei quali entrerà in servizio entro il 2023. Arriveranno 29 Rock, 25 altri nuovi treni elettrici, 44 ibridi, 2 locomotive di soccorso. I primi 7 Rock sono attesi nel 2020. In questo modo praticamente tutto il parco treni circolante sarà rinnovato. Il servizio ferroviario è stato inoltre migliorato anche concordando con i gestori interventi nelle stazioni e un programma di assistenza alla clientela che si articola in due principali rami: le ‘pettorine rosse’ votate all’assistenza agli utenti e al servizio informazioni, e le ‘pettorine blu’ più attente alla sicurezza.

Aggiornato al:
08.09.2020
Article ID:
24176492

chiuso in redazione il 15 luglio 2020