Più toscani che bevono alcolici in eccesso e fuori dai pasti


In Toscana il pranzo è nella gran parte dei casi il pasto principale: +63% della popolazione di 3 anni e più in Toscana (67,2% in Italia), consumato nel 72,4% dei casi a casa (73,4% in Italia). Una buona abitudine che permette di scegliere, rispetto al pranzo fuori casa, alimenti ed ingredienti dei propri pasti. La quota di chi dichiara il pranzo come pasto principale è aumentata di 3 punti percentuali rispetto al 2014, ed è aumentata anche la quota di chi sceglie di pranzare a casa. Nel 2015 il numero di persone che beve alcolici fuori dai pasti nella nostra regione cresce rispetto al 2014: +3% rispetto alla media nazionale. Sono circa 679 mila le persone di 11 anni e più che eccedono rispetto alla quantità raccomandate, praticando un consumo abituale eccedente e il "binge drinking" (ubriacatura), di cui 465 mila maschi e 214mila femmine. A dirlo sono i dati del rapporto "Stili di vita in Toscana - anno 2015" (file pdf) pubblicato dal settore "Sistemi informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di statitsica" della Regione Toscana, elaborato sulla base dei risultati dell'indagine annuale Istat "Aspetti della vita quotidiana". Al centro del rapporto l'analisi toscana delle abitudini e stili di vita che concorrrono o sono causa diretta dell'insorgenza di malattie, in particolare durante l'invecchiamento: obesità, sedentarietà (assenza di attività sportiva), consumo di alcool e fumo. E le abitudini salutari, come quella di consumare il pasto prinicipale a casa.

Nel 2015, rivelano i dati del rappoorto, la Toscana è al 2° posto tra tutte le regioni, dopo la Valle d'Aosta, per uomini con consumo abituale di alcolici eccedente (grafico 1). E il numero delle donne toscane che li consumano abitualmente in modo eccessivo è il più elevato che in tutte le altre regioni (grafico 2).  Sempre rispetto al 2014, aumentano i fumatori (grafico 3), anche se è in calo il numero medio di sigarette fumate in un giorno, in linea con il dato nazionale.

Grafico 1 - Persone di 11 anni e più che consumano bevande alcoliche giornalmente per sesso e regioni. Anno 2015 (Valori percentuali). Fonte: Istat, Indagine annuale "Aspetti della vita quotidiana"-Anno 2015

 

Grafico 2 - Femmine di 11 anni e più per tipo di comportamento a rischio nel consumo di bevande alcoliche per regione. Anno 2015. Fonte: Istat, Indagine annuale "Aspetti della vita quotidiana"-Anno 2015

Grafico 3 - Persone di 14 anni e più che dichiarano di essere fumatori e numero medio di sigarette fumate al giorno. Toscana e Italia. Anni 2014 e 2015 (Valori percentuali). Fonte: Istat, Indagine annuale "Aspetti della vita quotidiana"-Anno 2015



Anna Luisa Freschi

Aggiornato al:
06.09.2018
Article ID:
13764342