Nel 2016 toscani soddisfatti per situazione economica e amicizie


Nel 2016 lieve miglioramento in Toscana della soddisfazione per la vita suo nel complesso, espressa in una scala di punteggio tra 0 e 10: da 6,8 del 2015 a 7,1 del 2016, in linea con la tendenza nel'intero Paese (da 6,8 del 2015 a 7,0 del 2016 - tavola 1). Considerando che i toscani dal 2012 al 2015 hanno eguagliato il livello di soddisfazione medio italiano, nel 2016 i toscani esprimono un valore di soddisfazione superiore a quello espresso a scala nazionale. La percentuale di toscani molto o abbastanza soddisfatti per la situazione economica nel 2016 (tavola 2) è stimata 52,7%, mentre per la salute è 81,7%, per le relazioni familiari 90,6%, per le relazioni amicali 84,3% e per il tempo libero 68,6%. Negli ultimi anni l'andamento per i cinque aspetti rilevati (figura 2) mostra una soddisfazione dei toscani medio-alta rispetto al complesso degli italiani, anche se nel 2016 si ha una diminuzione, rispetto al 2015, su aspetti di grande soddisfazione come salute e tempo libero. Sono alcuni dei dati dell'indagine campionaria Istat "Aspetti della vita quotidiana – anno 2016" divulgati oggi (comunicato stampa "La soddisfazione dei cittadini per le condizioni di vita - anno 2016"  e banca dati I.stat). Il settore Sistema informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di statistica" della Regione Toscana aggiorna quindi le serie storiche regionali dei dati, con i confronti su scala nazionale, sulla valutazione del benessere:
scarica Statistiche flash "La soddisfazione dei toscani per le condizioni di vita nel 2016".

Per la Toscana, come per le altre regioni d'Italia, la soddisfazione per la vita è stimata nel 2016 tra il valore minimo (6,6%) della Campania e quello massimo (7,6%) del Trentino Alto Adige (figura 1) con le regioni del Mezzogiorno mediamente meno soddisfatte rispetto alle altre regioni italiane.

La percentuale di famiglie toscane che ritengono molto o abbastanza presente il rischio criminalità nella zona in cui vivono (Figura 3) è stimata 36,5% nel 2016 con un leggero aumento rispetto al 2015 (35,0%) in controtendenza rispetto all'intero Paese dove è pari a 38,9% in lieve diminuzione rispetto al 2015 (41,1%) e all'andamento degli ultimi anni.


Tavola 1 - Stima della soddisfazione per la vita nel complesso delle persone di 14 anni e oltre(a). Toscana, Italia e ripartizioni geografiche - anni 2010-2016 (valori con la media dei voti). Fonte: Indagine Multiscopo Istat "Aspetti della vita quotidiana – anno 2016". Elaborazioni a cura del Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica

(a) Espressa con un voto da 0 (per niente soddisfatto) a 10 (molto soddisfatto)

Figura 1 - Stima della soddisfazione per la vita nel complesso delle persone di 14 anni e oltre(a)(b). Regioni, anno 2016 (valori con la media dei voti). Fonte: Indagine Multiscopo Istat "Aspetti della vita quotidiana – anno 2016". Elaborazioni a cura del Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica

(a) Espressa con un voto da 0 (per niente soddisfatto) a 10 (molto soddisfatto)
(b) La mappa mostra la differenza dei valori di punteggio nelle regioni italiane in soluzione continuativa sulla base delle variazioni di colore tra il valore minimo più chiaro e il valore massimo più scuro.

Tavola 2 - Stima del livello di soddisfazione sugli aspetti della vita delle persone di 14 anni e oltre. Toscana, Italia e ripartizioni geografiche, anno 2016 (valori percentuali). Fonte: Indagine Multiscopo Istat "Aspetti della vita quotidiana – anno 2016". Elaborazioni a cura del Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica


 

Figura 2 - Stima delle persone che si ritengono molto o abbastanza soddisfatti sugli aspetti della vita delle persone di 14 anni e oltre. Toscana, Italia e ripartizioni geografiche, anni 2010-2016. (valori percentuali). Fonte: Indagine Multiscopo Istat "Aspetti della vita quotidiana – anno 2016". Elaborazioni a cura del Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica

Figura 3 – Stima delle famiglie che considerano molto o abbastanza presente il rischio di criminalità nella zona in cui abitano. Toscana, Italia e ripartizioni geografiche, anni 2010-2016 (valori percentuali). Elaborazioni a cura del Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio regionale di Statistica.

Glossario

Indagine campionaria "Aspetti della vita quotidiana": fa parte del sistema integrato di Indagini Multiscopo sulle famiglie avviato dal 1993 con l'obiettivo di produrre informazioni sugli individui e sulle famiglie conoscendo così abitudini e problematiche.
Popolazione di interesse: formata dall'insieme delle unità statistiche intorno alle quali si intende investigare, è costituita dalle famiglie residenti in Italia e dai membri che le compongono; sono pertanto esclusi i membri permanenti delle convivenze. La famiglia è intesa come famiglia di fatto, ossia un insieme di persone coabitanti e legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o affettivi. Il periodo di riferimento è prevalentemente costituito dai dodici mesi che precedono l'intervista, anche se per alcuni quesiti il riferimento è al momento dell'intervista.
Ripartizioni geografiche: costituiscono una suddivisione geografica del territorio nazionale e sono così articolate:

  •  Nord
    - Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia (Nord-ovest);
    - Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia-Romagna (Nord-est);
  • Centro
    -Toscana, Umbria, Marche, Lazio; 
  • Mezzogiorno
    - Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria (Sud);
    - Sicilia, Sardegna (Isole).

Aggiornato al:
14.03.2017
Article ID:
13854054