Intellettuali in fuga dall'Italia fascista. Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali

Il progetto di ricerca "Intellettuali in fuga dall'Italia fascista. Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali", è stato promosso dall’Università di Firenze, con la direzione scientifica di Patrizia Guarnieri, in occasione dell’80° anniversario delle leggi razziali.

Il progetto, sostenuto dalla Regione Toscana, con il patrocinio di importanti istituzioni ed enti esteri, nasce per affrontare un tema ancora non molto indagato della recente storia del nostro Novecento, poco conosciuto sia in termini di numeri, sia nelle vicende biografiche, nei percorsi e negli esiti accademici e professionali. 

"Intellettuali in fuga" è un importante lavoro di ricerca ad accesso aperto e bilingue, utile strumento per la didattica e la divulgazione presso un pubblico ampio sui temi affrontati con un forte richiamo all’attualità e con una serie di esigenze e domande di rilevante significato pubblico e insieme storiografico: la valorizzazione della cultura italiana del Novecento all’estero; la consapevolezza dei danni e delle perdite subite con la dittatura e l’antisemitismo, non solo dalle vittime ma da tutto il paese; il contribuito della conoscenza storica sulla cosiddetta “fuga dei cervelli” che coinvolge, anche ai nostri giorni, le giovani generazioni, la scuola e l’università.

  • Il portale on line ►►
  • Intellettuali in fuga dall’Italia fascista. Migranti, esuli e rifugiati per motivi politici e razziali, di Patrizia Guarnieri ►►

Aggiornato al:
10.05.2021
Article ID:
60010235