Imprese in Toscana nel 2016: in crescita le unità locali dei distretti industriali


La Toscana nel 2016 detiene quasi il 7% delle imprese italiane e si colloca al 12° posto nella classifica delle regioni con tasso di crescita più elevato (nel 2015 occupava il 15°), con oltre 413mila 500 imprese registrate, oltre 356mila 300 le imprese attive. Sul totale delle imprese, oltre il 58% è rappresentato dalle ditte individuali, le cui tendenze sono rimaste pressoché costanti rispetto al 2015. Commercio e manifatturiero restano stabili. Crescono i servizi di alloggio e ristorazione, mentre non si arresta il declino delle costruzioni e del comparto artigiano in genere. Continua l'espansione del settore Ict. Aumentano, rispetto al 2015 le unità locali nei comuni della Toscana che fanno parte di un distretto industriale (grafico 1), con particolare riferimento al manifatturiero. Buone le performance del distretto tessile pratese e quello orafo aretino. In perdita il distretto pelle, cuoio e calzature di Montecatini. Sono alcuni dei dati pubblicati dal settore "Sistema informativo a supporto delle decisioni. Ufficio regionale di Statistica" della Regione Toscana nel rapporto statistico "Il sistema imprenditoriale toscano dai dati del Registro delle imprese anno 2016" (file pdf).

Secondo il rapporto, nel 2015 e 2016 i tassi di crescita delle imprese sono positivi e il turnover è mediamente più basso. Prato è la provincia con il maggior numero di movimenti anagrafici, tra nuove iscrizioni e cessazioni. La Toscana è tra le regioni d'Italia con l'incremento maggiore di startup rispetto al 2015, e la percentuale di startup a prevalenza giovanile, forte o esclusiva, è superiore alla media nazionale.

Il report aggiorna al 2016, attingendo  ai registri delle Camere di Commercio, i dati del sistema imprenditoriale toscano: i principali dati di struttura e alcuni indicatori di movimento sono analizzati nel tempo e confrontati con il dato nazionale. Alcuni approfondimenti sono dedicati al fenomeno delle startup innovative, all'evoluzione del settore Ict (Information and Communications Technology) e all'analisi descrittiva dei distretti industriali toscani, come definiti da Istat, dopo l'ultimo Censimento dell'industria.


Grafico 1 - Imprese e unità locali per area-distretto. Toscana. Anno 2016 (valori percentuali sul totale delle imprese e delle unità locali dei comuni distrettuali toscani). Fonte: elaborazioni "Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica" su dati Istat


Grafico 2 - Distretti industriali toscani secondo la specializzazione. Toscana. Anno 2016
Fonte: elaborazioni "Settore Sistema Informativo di supporto alle decisioni. Ufficio Regionale di Statistica" su dati Istat

 


Anna Luisa Freschi

Aggiornato al:
19.09.2018
Article ID:
14113111