Formazione elenco idonei alla funzione di Responsabile Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente

Avviso approvato con Decreto 133 del 10 gennaio 2020

Pubblicato sul BURT n° 4 del 22 gennaio 2020

Scadenza presentazione manifestazione di interesse: 06 febbraio 2020


Oggetto
La Regione Toscana indice un pubblico avviso per la  formazione di un elenco di soggetti idonei allo svolgimento della funzione di Responsabile del Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente di cui alla DGR n. 75/2018.
Il  Presidente della Giunta regionale si riserva comunque la facoltà di nominare soggetti che non siano inseriti nell'elenco di cui sopra, fermi restando i requisiti previsti dal presente avviso.

Requisiti
1. Essere assunto in qualità di dirigente presso una Azienda sanitaria o Ente del servizio sanitario regionale;
2. Possedere comprovata e documentata  esperienza almeno triennale in materia di rischio clinico e sicurezza delle cure;
3.  Essere in possesso del seguente titolo di studio:
a) Diploma di laurea in medicina e chirurgia con specializzazione in igiene, o epidemiologia e sanità pubblica, o medicina legale;
    ovvero
b) Diploma di laurea secondo il previgente ordinamento (o laurea specialistica o magistrale secondo il nuovo ordinamento) in altra disciplina, e avere una adeguata formazione, coerente con le aree di competenze indicate nel curriculum formativo OMS sulla sicurezza delle cure, in particolare ergonomia e fattore umano.

Funzioni del Responsabile del Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente
Le funzioni del Responsabile del Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente sono quelle previste dalla normativa nazionale (L. 208/2015 e 24/2017) e dalla Deliberazione della Giunta regionale n. 75/2018. In partitolare il Responsabile:

  • Coordina, in accordo con i Settori regionali competenti in materia di qualità e sicurezza delle cure ed in collaborazione con le direzioni delle aziende sanitarie, le attività per la gestione del rischio e la sicurezza del paziente a livello regionale previste dalle DGR 717/2016 e 1330/2017;
  • Coordina l’unità di crisi regionale che si costituisce in caso di eventi sentinella di particolare rilevanza per il servizio sanitario regionale ai sensi della DGR 717/2016;
  • Coordina il comitato regionale per la valutazione dei sinistri (CRVS) e produce annualmente un rapporto sullo stato economico dei risarcimenti;
  • Coordina le attività del personale multiprofessionale di supporto messo a disposizione dall’AOU Careggi, ai sensi della DGR 75/2018;
  • Partecipa agli incontri di organismi nazionali e internazionali (Ministero della Salute, AGENAS, Istituto Superiore di Sanità, Organizzazione Mondiale della Sanità) a cui viene invitato per il suo ruolo e funzione regionale e nazionale.


Durata della nomina e trattamento economico
Il Responsabile del Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente è nominato con decreto del Presidente della Giunta regionale e resta in carica per la durata della legislatura regionale. Continua ad esercitare le proprie funzioni fino alla nomina del nuovo Responsabile, che deve essere effettuata entro 150 giorni dalla data della prima seduta del nuovo Consiglio Regionale.
La funzione sarà svolta a tempo parziale, in modo da garantire comunque le attività svolte all’interno dell’amministrazione di appartenenza, pertanto il conferimento dell’incarico è subordinato al rilascio di apposita autorizzazione dell’amministrazione stessa.
Lo svolgimento della funzione di Responsabile non implica corresponsione di indennità di carica, ma eslcusivamente il rimborso delle spese sostenute per la funzione, nella misura prevista per i dirigenti regionali. 

Incompatibilità e cause ostative
Non può assumere l’incarico oggetto del presente avviso chi:
1. si trovi in una delle situazioni previste dall'art. 7 comma 1 del D.Lgs 31 dicembre 2012, n. 235 (Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilità e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi, a norma dell'articolo 1, comma 63 della legge 6 novembre 2012 n. 190);
2. sia stato condannato con sentenza definitiva per violazione della L. 25 gennaio 1982 n. 17 (Norme di attuazione dell'art. 18 della Costituzione in materia di associazioni segrete e scioglimento della associazione denominata Loggia P2) (dichiarazione obbligatoria ai sensi della L.R.  68/1983.

Modalità di presentazione della manifestazione d'interesse
La   dichiarazione   di   interesse,   redatta   in   carta   semplice   utilizzando   esclusivamente   l'apposito modulo allegato, e corredata del curriculum vitae (datato e firmato) e di una copia fotostatica   di   un   documento   di   riconoscimento   in   corso   di   validità,   deve   pervenire  entro il termine perentoriodi 15 giorni a decorrere dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente avviso sul Bollettino Ufficiale  della Regione Toscana:

                Regione Toscana 
                Direzione Diritti di cittadinanza e coesione sociale
                Via Taddeo Alderotti 26/n
                50139 FIRENZE

La documentazione deve essere inviata per via informatica, specificando nell’oggetto “Manifestazione di interesse per Responsabile Centro regionale Gestione rischio clinico”, attraverso uno di questi due canali:

il sistema web Apaci (Amministrazione pubblica aperta a cittadini e imprese),  collegandosi a http://www.regione.toscana.it/apaci e selezionando come amministrazione destinataria "Regione Toscana Giunta",

PEC (Posta elettronica certificata) -  indirizzando le comunicazioni alla casella istituzionale di Regione Toscana  regionetoscana@postacert.toscana.it solo da caselle PEC.

Ai fini della scadenza dei termini fa fede la consegna della dichiarazione di interesse come risulta nello STATO “RICEVUTA” di APACI; l’assenza di questa notifica indica che la domanda non è stata ricevuta dai sistemi regionali. E’ onere del candidato verificare l’effettiva ricezione da parte dell’Amministrazione regionale attraverso la notifica di cui sopra.

Eventuali richieste di chiarimento sul presente Avviso possono essere indirizzate per e-mail a carlorinaldo.tomassini@regione.toscana.it.

La mancata sottoscrizione della domanda ed il mancato invio dei seguenti allegati comportano la inammissibilità della domanda alla selezione:

1) curriculum vitae, datato e firmato;
2) fotocopia non autenticata del documento di identità.

Le manifestazioni di interesse presentate ai sensi del presente avviso pubblico, saranno valutate, ai fini della verifica del possesso dei requisiti richiesti, dalla Commissione di cui al Decreto del Direttore Generale della Regione Toscana n. 3738 del 29/03/2017. 

Ai soggetti che hanno presentato dichiarazione di manifestazione di interesse è data   comunicazione   mediante   e-mail  in   ordine   alla   presenza   di   cause   di inammissibilità o mancanza dei requisiti ai fini dell'inserimento nell'elenco di cui al presente avviso.

L'elenco dei soggetti che presentano i requisiti di ammissibilità, sarà trasmesso al Presidente della Giunta regionale, che provvederà alla nomina oggetto del presente avviso.

Le manifestazioni di interesse avranno validità per  la durata della attuale Legislatura e potranno essere utilizzate per eventuali sostituzioni.

Informativa  agli interessati ex art. 13 Regolamento UE n. 679/2016 “Regolamento Generale sulla protezione dei dati”
Ai sensi dell'articolo 13 del Reg. UE/679/2016 i  dati personali, che saranno raccolti al fine di formare un elenco di soggetti idonei allo svolgimento della funzione di Responsabile del Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente di cui alla DGR n. 75/2018, saranno trattati in modo lecito, corretto e trasparente.

A tal fine si fa presente che:
1. La Regione Toscana- Giunta regionale è il titolare del trattamento (dati di contatto: P.zza Duomo 10 - 50122 Firenze; 
2. Il conferimento dei dati, che saranno trattati dal personale autorizzato con modalità manuale e/o informatizzata, è obbligatorio e il loro mancato conferimento preclude la valutazione di idoneità allo svolgimento della funzione di Responsabile del Centro regionale per la Gestione del Rischio Clinico e la Sicurezza del paziente di cui alla DGR n. 75/2018.  I dati raccolti non saranno oggetto di comunicazione a terzi, se non per obbligo di legge  e non saranno oggetto di diffusione.
3. I dati saranno conservati presso gli uffici della Direzione Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale  per il tempo necessario alla conclusione del procedimento stesso. Saranno poi conservati in conformità alle norme sulla conservazione della documentazione amministrativa.
4. L’interessato ha il diritto di accedere ai dati personali che lo riguardano, di chiederne la rettifica, la limitazione o la cancellazione se incompleti, erronei o raccolti in violazione della legge, nonché di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi rivolgendo le richieste al Responsabile della protezione dei dati (urp_dpo@regione.toscana.it) . Può inoltre proporre reclamo al Garante per la protezione dei dati personali, seguendo le indicazioni riportate sul sito dell’Autorità di controllo (http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/4535524

 

Condividi
Aggiornato al:
27.01.2020