Dipartimenti di prevenzione delle Aziende usl


E' la struttura preposta alla tutela della salute collettiva ed opera per rimuovere i rischi presenti negli ambienti di vita e di lavoro, perseguendo obiettivi di promozione della salute, prevenzione delle malattie e miglioramento della qualità della vita.
Svolge funzioni nei seguenti ambiti: igiene pubblica e della nutrizione, sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare, educazione e promozione della salute, medicina dello sport, prevenzione igiene urbana, prevenzione e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Le funzioni del dipartimento di prevenzione sono definite dal''articolo 67 della legge regionale n. 40/2005 - Disciplina del servizio sanitario regionale. di cui all'articolo 21, comma 2, lettera a).
Le prestazioni erogate da parte delle strutture organizzative del Dipartimento di Prevenzione si avvalgono della collaborazione del personale assegnato al Dipartimento delle Professioni tecnico sanitarie e della riabilitazione e della prevenzione.

Queste strutture aziendali sono amministrate da un direttore e sono organizzate in Unità Funzionali:
a) igiene pubblica e della nutrizione
b) sanità pubblica veterinaria e sicurezza alimentare
c) prevenzione, igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro
e) medicina dello sport.

In ogni azienda sono costituite le Unità operative professionali, sulla base degli indirizzi della Giunta regionale, .
Presso il centro direzionale è costituito un comitato direttivo di dipartimento che assiste la direzione aziendale nella funzione di pianificazione strategica; è presieduto dal direttore del dipartimento ed è composto dai responsabili delle unità funzionali, da quelli delle Unità operative, e dal direttore del centro laboristico specialistico a valenza regionale appartenente alla struttura unica regionale dei laboratori di sanità pubblica. Ulteriori componenti possono essere nominati dal direttore generale su proposta del Direttore del dipartimento.

Laboratorio Unico regionale di Sanità pubblica

Esercita tutte le funzioni amministrative e gestionali relative al coordinamento tecnico operativo e di programmazione delle attività dei laboratori. Si  raccorda funzionalmente con le strutture di laboratorio Arpat e dell'Istituto Zooprofilattico sperimentale delle Regioni Lazio e Toscana. Si articola per sede unica o sede di azienda.

Nel territorio regionale sono attivi i laboratori di  Lucca (Azienda Usl Toscana nord ovest), Firenze (Azienda Usl Toscana centro) e Siena (Azienda Usl Toscana sud est) e si caratterizzano per un bacino di utenza sovraziendale. Sono stati istituiti per l'individuazione e la determinazione del rischio biologico, chimico e fisico nell'ambito delle attività di prevenzione collettiva. I tre laboratori costituiscono sul territorio regionale un servizio a rete. E' istituita la funzione regionale di coordinamento della rete dei Laboratori per assicurare le modalità operative di raccordo, nonché razionalizzare e programmare la ripartizione delle risorse, degli investimenti e delle attività.


La rete della prevenzione sul territorio

Per favorire lo sviluppo a rete dei servizi di prevenzione collettiva e di elaborare piani di rilevanza interaziendale e regionale, è istituito presso la competente Direzione della Giunta regionale il Comitato tecnico dei direttori di dipartimento nominato dal direttore della medesima direzione e presieduto dal responsabile della competente struttura della direzione regionale. Al comitato tecnico partecipano i direttori dei dipartimenti della prevenzione delle aziende Usl e i responsabili dei pertinenti settori della direzione regionale, un Direttore delle professioni tecnico sanitarie e della riabilitazione e della prevenzione di una Azienda Usl in rappresentanza delle tre Aziende Usl.

Sono altresì costituiti, presso la competente direzione della Giunta regionale, tavoli di confronto, dette articolazioni tecniche, ai quali partecipano i responsabili dei settori regionali e i responsabili delle rispettive unità funzionali delle aziende unità sanitarie locali. Si tratta di una modalità di confronto nell'ambito delle seguenti attività:
- igiene pubblica e nutrizione
- sicurezza alimentare e sanità pubblica veterinaria
- medicina dello sport
- prevenzione igiene e sicurezza sul lavoro.

Aggiornato al:
30.11.2016
Article ID:
82401