Finanziamento di percorsi triennali IeFP delle agenzie formative accreditate per l'obbligo d'istruzione: bando pluriennale 2023-2024-2025 (annualità 2023)

Bando chiuso. Graduatoria ed impegno di spesa per i progetti annualità 2024-2025 (decreto del 12 ottobre 2023). Progetti ammissibili a valutazione tecnica (decreto del 10 agosto 2023).  Online le FAQ del 24 maggio 2023. Priorità 4 Occupazione giovanile.


BANDO CON ATTUAZIONE
Condividi

Data di pubblicazione bando su BURT

10 maggio 2023

Data di scadenza presentazione domande

31 maggio 2023


La Regione Toscana, con decreto dirigenziale 8883 del 20 aprile 2023 (Burt del 10 maggio 2023), ha approvato l’avviso pubblico (bando) pluriennale rivolto agli Organismi formativi accreditati nell'ambito “obbligo d'istruzione” per la presentazione di domande di contributo per realizzare percorsi triennali di Istruzione e formazione professionale (IeFP) (allegato A del decreto) che prenderanno avvio nelle annualità formative 2024-2025, 2025-2026 e 2026-2027. Il bando è finanziato dal Pr Fse2021-2027, in particolare dalle risorse assegnate all'attività 4.f.4  “Percorsi per il contrasto alla  dispersione scolastica IeFP” del programma, in attuazione della delibera di giunta 296 del 20 marzo 2023 e rientra nell'ambito di Giovanisì, il progetto della Regione Toscana per l'autonomia dei giovani.

In evidenza: pubblicato il nuovo bando Pr Fse

Con la delibera di giunta 128 del 12 febbraio 2024 vengono rivalutate le Unità di costo standard (Ucs) e il contributo concedibile per la realizzazione dei percorsi triennali di IeFP delle agenzie formative accreditate per l'obbligo di istruzione per le annualità 2025-2026 e 2026-2027, in attuazione della delibera di giunta 1500 del 18 febbraio 2023



Le fasi del bando chiuso


Graduatoria ed impegno di spesa relativo all'annualità 2024-2025 (decreto del 12 ottobre 2023)
Con decreto dirigenziale 21797 del 12 ottobre 2023  la Regione ha approvato la graduatoria, redatta dai nuclei di valutazione nominati con decreto dirigenziale 17048 del 4 agosto 2023, dei progetti finanziabili, assegnando i contributi ai soggetti attuatori dei progetti finanziati e rinviando la concessione del contributo per i progetti finanziabili ma non finanziati per esaurimento risorse":



Progetti ammissibili e non ammissibili a valutazione tecnica (decreto del 10 agosto 2023)

Con decreto dirigenziale 17505 del 10 agosto 2023, la Regione ha approvato l'elenco dei progetti presentati a valere sull'avviso dei percorsi triennali di IeFP delle agenzie formative (allegato A), quello dei progetti ammessi a valutazione tecnica (allegato B) e l'elenco dei
progetti non ammessi a valutazione (allegato C):



Pubblicate le FAQ aggiornate al 24 maggio 2023


Finalità


I percorsi sostenuti dal bando rivolti ai minori in possesso di licenza media ancora soggetti al diritto-dovere all’istruzione e formazione, offrono la possibilità di conseguire la qualifica professionale di IeFP attraverso lezioni svolte in aula da esperti provenienti dal mondo del lavoro, attività pratiche di laboratorio e attività di apprendimento svolta in modalità duale in contesti di impresa simulata e in alternanza rafforzata all’interno di imprese del settore in modalità di stage o con contratti di apprendistato di I livello.

Questi percorsi si collocano nel sistema complessivo dell'offerta formativa regionale di IeFP con la finalità strategica di favorire l’occupazione giovanile e l’obiettivo specifico di promuovere l’accesso e il completamento di una istruzione e una formazione inclusiva e di qualità attraverso la realizzazione di una istruzione e formazione generale e professionale inclusiva per tutti e accessibile alle persone con disabilità con le seguenti finalità:

  • concorrere a garantire l'assolvimento dell'obbligo di istruzione e del diritto-dovere all'istruzione e formazione professionale;
  • favorire il successo scolastico e formativo e ridurre la dispersione scolastica;
  • facilitare le transizioni tra il sistema della formazione professionale e il mondo del lavoro, anche attraverso la promozione di modalità di apprendimento ed esperienze in contesti lavorativi;
  • fornire una risposta coerente ai fabbisogni formativi e professionali dei territori.

Soggetti attuatori

Singoli soggetti o partenariati costituiti o da costituire a finanziamento approvato (in quest’ultimo caso i soggetti attuatori devono dichiarare l’intenzione di costituire l’associazione e indicare il capofila sin dal momento della presentazione del progetto).
Ciascun partenariato può essere composto al massimo da 3 organismi formativi.

Al momento della presentazione della domanda di finanziamento, gli organismi formativi devono  essere già accreditati per l’ambito “obbligo di istruzione” ai sensi dell’art. 70 comma 3 del Regolamento 47/R del 8 agosto 2003 di esecuzione della legge regionale 32/2002 e delibera 1407/2016 e successive modifiche e integrazioni (link all'atto e atti di modifica successivi).

Sono ammessi anche partenariati misti, composti da organismi formativi accreditati e da Istituti Professionali accreditati per i percorsi di IeFP e/o per la formazione finanziata ai sensi della delibera 894/2017 e successive modifiche e integrazioni al momento della presentazione della domanda.
Non sarà ammesso più di un Istituto Professionale per partenariato e il soggetto capofila dovrà essere obbligatoriamente una agenzia formativa.
Anche nel caso di partenariati misti, il numero dei partecipanti, compreso l’IP, è pari a massimo 3 soggetti.

  • In relazione a ciascuna scadenza annuale, sommando i progetti presentati, sia singolarmente che in partenariato, ciascun organismo formativo potrà presentare al massimo 6 progetti.
     
  • Per ciascuna scadenza annuale, gli Istituti Professionali, in qualità di soggetto partner, potranno presentare un solo progetto con sede di erogazione del percorso localizzata obbligatoriamente nel SLL in cui sono situati e solo per figure di IeFP non precedentemente attivate da IP o Agenzie formative non appartenenti al partenariato nelle passate edizioni dell’avviso dei percorsi triennali di IeFP con riferimento al medesimo territorio provinciale.
     

Scadenza e presentazione delle domande

L’avviso pubblico (bando) prevede tre aperture per presentare le domande di contributo, che devono pervenire nel rispetto dei seguenti termini e modalità:

  • Scadenza annuale 2023
    Per i percorsi triennali di IeFP che prenderanno avvio nell’annualità scolastica e formativa 2024-2025, le domande di contributo dovranno essere presentate a partire dal 11 maggio 2023 e dovranno pervenire obbligatoriamente entro e non oltre le ore 13.00 del 31 maggio 2023;
     
  • Scadenza annuale 2024
    Per i percorsi triennali di IeFP che prenderanno avvio nell’annualità scolastica e formativa 2025-2026, le domande di contributo dovranno essere presentate a partire dal 28 febbraio 2024 e dovranno pervenire obbligatoriamente entro e non oltre le ore 13.00 del 5 aprile 2024;
     
  • Scadenza annuale 2025
    Per i percorsi triennali di IeFP che prenderanno avvio nell’annualità scolastica e formativa 2026-2027, le domande di contributo dovranno essere presentate a partire dal 28 febbraio 2025 e dovranno pervenire obbligatoriamente entro e non oltre le ore 13.00 del 4 aprile 2025.

Per le scadenze delle annualità successive il settore competente della Regione procederà con proprio atto all’aggiornamento dei dati per permettere l’apertura della seconda e della terza annualità del bando pluriennale.

Le domande, comprensive della documentazione allegata prevista dall’avviso, devono essere presentate tramite l’applicazione “Formulario di presentazione dei progetti FSE on line” previa registrazione al Sistema Informativo FSE all’indirizzo https://web.rete.toscana.it/fse3. Non sono ammesse altre modalità di presentazione della domanda.

Si accede al Sistema Informativo FSE con l’utilizzo di una Carta nazionale dei servizi-CNS attivata (di solito quella presente sulla Tessera Sanitaria della Regione Toscana) oppure con credenziali SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale), per il cui rilascio si possono seguire le indicazioni della pagina open.toscana.it/spid.

Se un soggetto non è registrato è necessario compilare la sezione "Inserimento dati per richiesta accesso" al momento del primo accesso al suindicato indirizzo web del Sistema Informativo.

Le richieste di nuovi accessi al Sistema Informativo FSE devono essere presentate con almeno 10 giorni lavorativi di anticipo rispetto alle scadenze dei bandi. Oltre tale termine non sarà garantita una risposta entro la scadenza del bando.

La domanda e la documentazione allegata prevista dall’avviso devono essere inserite nell’applicazione “Formulario di presentazione dei progetti FSE on line” secondo le indicazioni fornite nelle allegate “Istruzioni per compilazione e presentazione on line Formulario progetti FSE” (allegato 2).

Tutti i documenti devono essere in formato pdf, la cui autenticità e validità sono garantite dall’accesso tramite identificazione digitale sopra descritto.
 

Caratteristiche dei percorsi formativi

I percorsi formativi devono avere le seguenti caratteristiche:

  • essere progettati per una delle figure nazionali di riferimento dei percorsi di istruzione e formazione professionale di cui all’Accordo Stato-Regioni del 1 agosto 2019 contenute nel “Repertorio nazionale delle figure di riferimento per le qualifiche e i diplomi professionali”, così come recepito dalla Regione Toscana con delibera di giunta 342/2020 come indicate nell’allegato 8) al presente avviso;
     
  • essere progettati nel rispetto dei Livelli Essenziali di Prestazioni fissati dal MIUR (art. 17, comma 1 del D. Lgs. 226/2005) e degli standard di percorso definiti dal Sistema Regionale delle Competenze ai sensi della delibera di giunta 988/2019 e ss.mm.ii. per quanto applicabile;
     
  • prevedere la programmazione didattica della prima, seconda e terza annualità;
     
  • indicare il Sistema Locale del Lavoro (SLL) per il quale sono presentati e nel quale saranno realizzati tra quelli elencati nell’allegato 9) al presente avviso.

La figura professionale progettata non deve essere presente nell'offerta formativa di IeFP (classi prima, seconda e terza) effettivamente attivata nell’annualità 2022-2023 dagli Istituti Professionali con sede di erogazione del percorso (PES) nello stesso Sistema Locale del Lavoro (SLL) per il quale viene presentato il progetto di cui alle seguenti graduatorie:

Nel caso di partecipazione di un istituto professionale al partenariato, il presente criterio di esclusione sarà esteso a livello provinciale con riferimento all’offerta formativa di IeFP (classi prima o seconda o terza) effettivamente attivata nell’annualità 2022-2023 dagli altri Istituti Professionali diversi dall’IP che presenta il progetto.

Quanto sopra specificato non si applica alle seguenti eccezioni:

  • le figure già presenti in percorsi triennali di IeFP presentati da Organismi Formativi accreditati per l’obbligo di istruzione a valere sullo stesso SLL finanziati, e non revocati, con precedenti edizioni del presente Avviso prima dell’attivazione del medesimo percorso triennale da parte degli IP;
     
  • i progetti presentati sul SLL di Firenze, per il quale possono essere progettate tutte le figure professionali indicate nell’allegato 8) all’Avviso in considerazione dell’elevato numero di abitanti nella fascia di età 14-17 anni e di giovani in uscita dalla scuola secondaria di I grado. La presente eccezione non si applica quando nel partenariato è presente un IP.

Il costo totale di ciascun percorso triennale ammesso a finanziamento è definito in base al numero di allievi/e del percorso applicando le Unità di costo standard (Uxs) europee stabilite dall’Allegato IX al Regolamento delegato UE 2021/702 pari a Euro 5.995,00 per anno formativo ad allievo.

Ciascun percorso dovrà essere progettato con un numero di iscritti pari a 15 allievi/e, corrispondenti a un contributo totale assegnabile a ciascun progetto pari 269.775 euro.

Il relativo contributo espresso in UCS sarà riconosciuto annualmente per ciascun allievo/a che ha frequentata il percorso per un numero di ore pari ad almeno il 75% della durata annuale del percorso.

In caso di iscrizione al percorso di allievi/e con disabilità certificata ai sensi della legge 104/92, al soggetto attuatore sarà riconosciuto un contributo annuale aggiuntivo fino a un numero massimo di 3 allievi/e per la realizzazione delle relative attività individualizzate di sostegno e supporto.

Il contributo aggiuntivo è quantificato con l’utilizzo delle Unità di costi standard (UCS) relative ai percorsi integrativi di cui all’Allegato IV del Regolamento delegato UE 2021/702 per gli interventi integrativi di formazione individualizzata pari a euro 42 ora/partecipante, fino a un massimo di 100 ore annue/allievo.

In presenza di alunni/e con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92, il numero complessivo di iscritti/e può essere ridotto da 15 a 12 iscritti/e.


Destinatari dei corsi IeFP

  • Giovani di età inferiore ai 18 anni in possesso del titolo conclusivo del primo ciclo di istruzione soggetti al diritto-dovere all’istruzione e formazione.
     
  • Giovani di età inferiore ai 18 anni che non hanno conseguito, o non sono in grado di dimostrare di aver conseguito, il titolo di studio conclusivo del primo ciclo di istruzione, purché vengano inseriti in un percorso finalizzato al conseguimento del titolo di licenza media in contemporanea con la frequenza del percorso di IeFP; la licenza media dovrà essere conseguita dal ragazzo/a nell'anno scolastico e formativo precedente a quello di ammissione all'esame di qualifica del percorso di IeFP.

L’iscrizione e la frequenza dei percorsi triennali di IeFP non prevede alcun costo a carico degli allievi/e e sono completamente gratuiti.
 

Dotazione finanziaria

Le risorse disponibili per l’attuazione del presente avviso pluriennale sono pari a complessivi 24.000.000 euro stanziati sulla priorità  4 “Occupazione giovanile” del Programma eegionale del Fondo sociale europeo+ 2021-2027 a valere sull’attività 4.f.4  “Percorsi per il contrasto alla  dispersione  scolastica IeFP” e sono destinate al finanziamento delle tre scadenze annuali dell’avviso per un importo pari di 8.000.000 euro per ciascuna scadenza.

I percorsi, definiti in coerenza con le Linee guida per la Programmazione e attuazione dei Percorsi di IeFP del Piano nazionale di ripresa e resilienza, potranno essere finanziati a valere rsulle risorse della Missione 5 - Investimento 1.4 “Sistema duale” del Pnrr a seguito di specifica delibera di giunta regionale.

Relativamente alla prima scadenza dell’avviso, le risorse destinate al finanziamento dei percorsi triennali di IeFP per l’annualità 2024/25 sono ripartite per ambito provinciale in base ai seguenti dati ISTAT sulla popolazione residente in età 14-17 anni al primo gennaio 2022:

Ambito provinciale

Popolazione 14-17 anni - ISTAT 2022

%

Firenze

37.127

27,43

Pisa

15.437

11,40

Lucca

13.902

10,27

Arezzo

12.337

9,11

Livorno

11.812

8,72

Prato

10.847

8,01

Pistoia

10.634

7,85

Siena

9.417

6,95

Grosseto

7.504

5,54

Massa-Carrara

6.389

4,72

TOTALE

135.406

100


Per le scadenze successive il settore competente della Regione Toscana procederà con proprio atto al necessario aggiornamento dei dati per permettere l’apertura della seconda e della terza annualità del bando.


Per conoscere tutti i dettagli necessari

a presentare correttamente la domanda consultare integralmente il bando e i suoi allegati.
Gli allegati di gestione del progetto sono qui pubblicati in formato editabile per consentire la compilazione digitale:


Per saperne di più

  • Settore “Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) e Istruzione e Formazione Tecnica Superiore (IFTS e ITS)” della Regione Toscana alla e-mail:   formazione.iefp@regione.toscana.it
     
  • Ufficio Giovanisì: numero verde: 800 098 719, e-mail: info@giovanisi.it

 

Priorità 4 occupazione giovanile

Organismo emittente:
Regione Toscana

Aggiornato al:
23.02.2024
Article ID:
153676755