Comune di Rosignano (Li)

Località della strage Rosignano Solvay data 2 luglio 1944



Elenco delle vittime

Ermando Luppichini, 55
Angiolo Ricciarelli, 79
Ulisse Ricciarelli,47
Emo Ricciarelli, 32
Zelinda Turini, 77
Maria Geppini, 79
Jole Ricciarelli
Francesca Bettini

Descrizione

Nel podere Saracino sono rifugiati alcuni agricoltori della zona ed altri sfollati, insieme al vecchio fattore Angiolo Ricciarelli. Tra essi, Ermando Luppichini con la moglie ed i figli. Era stato approntato un rifugio, a circa 20 metri della casa padronale, entro il quale gli sfollati si rifugiavano durante i frequenti cannoneggiamenti: il fronte sta infatti arrivando nella zona.
Intorno alle 17.30 del 2 luglio giungono al podere 3 militari tedeschi, di stanza nella zona dalle prime ore della mattinata: una pattuglia più consistente resta appostati nelle vicinanze del podere.
In quel momento, Emo Ricciarelli approfitta di una pausa nel cannoneggiamento per uscire dal rifugio ed andare a dar da mangiare al bestiame che nei giorni precedenti ha garantito la sopravvivenza. Inigo, il nipote 16enne, sta uscendo per andare a dargli una mano quando vede i tedeschi, per cui torna al rifugio ad avvertire gli altri e tutti si dirigono alla casa.
Appena entrati, vedono in cucina i 3 tedeschi parlare concitatamente tra loro; Ermando Luppichini, genero del fattore, offre loro da bere e cerca di stabilire un rapporto con i soldati. Ma questi rifiutano ed intimano anzi allo stesso ed a Ulisse ed Emo Ricciarelli (figli di Angiolo) di uscire con loro ed andare ad aiutarli a tirar fuori una "macina" da un campo. Angiolo si offre di accompagnarli, ma viene fatto rimanere in casa perché troppo vecchio.
Dopo poco, i presenti rimasti entro la casa sentono i colpi di mitra e le grida dei 3; Angiolo esce e si getta contro gli omicidi dei suoi figli ma viene falciato da un colpo di mitraglia; lo stesso trattamento viene riservato poco dopo a Zelinda Turini, Maria Geppini, Jole Ricciarelli e Francesca Bettini. Responsabili:
Il reparto autore del massacro resta non identificato.

Aggiornato al:
09.02.2009
Article ID:
581143