Censimento popolazione 2011: toscani aumentati del 5%. Più femmine che maschi, aumentano i grandi vecchi

Al 9 ottobre 2011, data di riferimento del 15° Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, la popolazione residente in Toscana ammonta a 3.672.202 individui. I toscani sono aumentati rispetto a 10 anni fa. Infatti rispetto al 2001, quando si contavano 3.497.806 residenti, l'incremento è del 5%, da attribuire esclusivamente alla componente straniera. Nel decennio intercensuario la popolazione di cittadinanza italiana residente in Toscana è diminuita di oltre 38 mila individui, mentre quella straniera è aumentata di oltre 200 mila unità.

La struttura per genere della popolazione toscana si caratterizza per una maggior presenza della componente femminile. Le donne infatti sono 1.910.758 (pari al 52% del totale) e superano gli uomini di 149.314 unità. La differenza di genere, dovuta al progressivo invecchiamento della popolazione e alla maggiore speranza di vita delle donne, fa si che in Toscana si contano 92,2 uomini ogni 100 donne.

Dal 2001 al 2011 la percentuale di popolazione di 65 anni e più è passata dal 22% (785.747 persone) al 24% (879.980 persone). I "grandi vecchi", ovvero gli ultra 85enni, aumentano il loro peso sul totale della popolazione residente (dal 2,9 del 2001 al 3,6 del 2011). Nel 2011 la Toscana fa registrare un indice di vecchiaia (rapporto tra la popolazione ultra 65enne e quella con meno di 15 anni) pari al 187,3%, ed è superata solo dal Friuli Venezia Giulia (190%) e dalla Liguria (238,4%).

In Toscana vive l'8% degli stranieri residenti in Italia. Prevale, anche se di poco, la componente femminile che rappresenta il 54,1% del totale degli stranieri residenti nella regione. Il rapporto di mascolinità è di 84,8 maschi ogni 100 femmine. L'incidenza è abbastanza elevata con 88 stranieri ogni mille censiti.




 

 

Aggiornato al:
16.10.2014
Article ID:
657198