Censimento permanente delle Istituzioni pubbliche: risultati preliminari 2020

La terza edizione della Rilevazione censuaria Istat sulle Istituzioni pubbliche  si è svolta dal 18 marzo al 15 settembre 2021 ed è stata caratterizzata dall’introduzione di una nuova sezione finalizzata a indagare quale è stata la risposta delle istituzioni pubbliche all’emergenza sanitaria, rilevando le strategie, le misure e le iniziative messe in atto per dare continuità all'attività istituzionale, cogliendo le innovazioni dal punto di vista dell’organizzazione interna e del lavoro, a partire dallo smart working o lavoro agile, come viene definito contrattualmente nel Pubblico Impiego.

La rilevazione censuaria ha coinvolto a livello nazionale 13.052 istituzioni pubbliche  e oltre 100 mila unità locali con lo scopo di verificare la copertura del registro statistico delle istituzioni pubbliche e di aggiornare le informazioni con una particolare attenzione al dettaglio territoriale tramite la rilevazione dei dati a livello di singole unità locali presso cui operano le istituzioni.

Vengono rilasciati i risultati preliminari delle sezioni relative allo smart working e impatto covId-19 e alla digitalizzazione. Tali risultati riguardano tutte le Istituzioni Pubbliche e il personale civile in servizio presso di esse (in questo primo rilascio non sono ricompresi i dati relativi alle Forze dell'Ordine, di Polizia e Capitaneria di porto); si esclude il personale delle scuole, per il quale le informazioni sono acquisite da fonti amministrative.

Le informazioni oggi diffuse rappresentano un primo benchmark della nuova rilevazione sia a livello nazionale che regionale. 

Nei prossimi mesi proseguirà la diffusione delle informazioni con successivi rilasci relativi alle altre sezioni previste nel questionario somministrato in fase di rilevazione.

Condividi
Aggiornato al:
21.07.2022
Article ID:
118046121