Avviati gli incontri con i sindaci delle Aree interne

In arrivo entro novembre 2022 un avviso rivolto alle sei aree interne 2021-2027 della Toscana per presentare strategie territoriali preliminari. Dopo gli incontri che si sono svolti a settembre e ottobre, prosegue il confronto con i sindaci delle aree interne: il 4 novembre tappa a Borgo San Lorenzo, una delle tre aree pilota già presenti nelle programmazione 2014-2020.

Nei mesi di settembre ed ottobre 2022, nell’ambito della collaborazione attivata con Anci Toscana formalizzata con un Accordo sottoscritto ad agosto 2022, che si inserisce nell'ambito del Protocollo d’intesa per lo sviluppo delle politiche per la montagna e per le aree interne, sono stati realizzati i primi incontri sul territorio per attivare il confronto e l’interlocuzione diretti tra amministratori locali, ufficio regionale di coordinamento della Strategia per le aree interne ed Autorità di gestione Fesr della Regione Toscana e la stessa Anci Toscana.

I primi tre incontri sono stati realizzati nelle tre nuove aree interne della programmazione  2021-2027, ossia area interna "Alta Valdera, Alta Valdicecina, Colline Metallifere, Valdimerse"; area interna "Amiata Valdorcia, Amiata Grossetana, Colline del Fiora"; area interna "Valdichiana Senese:

  • a Volterra il 15 settembre
  • a Abbadia San Salvatore il 28 settembre (ore 10.30)
  • a San Casciano dei Bagni il 28 settembre 2022 (ore 15)

Per queste tre aree interne le principali sfide sono:

  • il nuovo approccio di cooperazione tra amministrazioni per realizzare obiettivi comuni a livello d’area, a partire dalla definizione di un sistema di governance locale della strategia;
  • la capacità per amministrazioni locali di piccole dimensioni di adempiere ai compiti di programmazione d’area e progettazione degli interventi.

A queste tre aree interne Anci Toscana offrirà un supporto qualificato e strategico nella prima fase di elaborazione delle strategie. Infatti sono stati già programmati ulteriori incontri con le amministrazioni per approfondire il confronto ed iniziare la definizione di obiettivi e priorità.

La Regione Toscana ha previsto per la seconda fase di elaborazione definitiva delle strategie di mettere a disposizione specifiche risorse, nell’ambito dei finanziamenti disponibili, per iniziative di rafforzamento e di formazione del personale.

Nelle diversi incontri gli interventi di apertura del direttore Anci, Simone Gheri, e dell’Autorità di gestione Fesr di Regione Toscana, Angelita Luciani, hanno illustrato le opportunità dei fondi europei ed il percorso per la definizione delle strategie territoriali. Sono seguiti poi momenti di dibattito con i sindaci e con gli amministratori presenti.

Dal mese di ottobre 2022 sono stati avviati anche gli incontri con i sindaci delle tre Aree pilota 2014-2020, ossia Casentino e Valtiberina; Garfagnana, Lunigiana, Mediavalle del Serchio e Appennino Pistoiese; Valdarno-Valdisive, Mugello, Val di Bisenzio:

  • a Poppi il 12 ottobre
  • a Castelnuovo in Garfagnana il 17 ottobre e
  • a Borgo San Lorenzo il 4 novembre 2022.

L’interlocuzione con sindaci e amministratori di queste Aree ha consentito di mettere a fuoco

  • le opportunità per lo sviluppo locale della nuova programmazione, da cogliere in ottica di continuità
  • complementarietà con le Strategie d’area attivate dalla Snai 2014-2020;

Gli incontri sono stati l’occasione anche per fare il punto sull’attuazione degli Accordi di programma quadro 2014-2020.

In attuazione dell’Accordo con la Regione, Anci Toscana ha attivato da settembre anche un tavolo di lavoro con i rappresentati regionali delle associazioni di categoria, dei sindacati e delle centrali cooperative, al fine di avviare gradualmente un confronto costruttivo e coordinato con gli stakeholders delle aree interessate e garantire una utile conoscenza e condivisione di obiettivi e bisogni, sin dalla fase di definizione delle strategie preliminari.


In arrivo entro novembre 2022

Entro il mese di novembre la Regione Toscana pubblicherà un’avviso rivolto alle sei aree interne per la manifestazione di interesse a presentare le Strategie territoriali preliminari, per giungere entro il primo trimestre 2023 alla valutazione di completezza e rispondenza delle strategie che saranno individuate ai requisiti fissati per il sostegno nella programmazione 2021-2027.


Le risorse della programmazione 2021-2027 disponibili per le sei aree interne

Per il ciclo di programmazione 2021-2027 la Toscana ha individuato sei Aree interne da sostenere mediante la Strategia nazionale per le aree interne (Snai) che costituisce la modalità individuata dai regolamenti europei e dall’Accordo di partenariato dell’Italia per promuovere lo sviluppo territoriale nelle aree “diverse da quelle urbane” (Reg.1058/2021).

Le risorse disponibili sono principalmente quelle del Programma regionale del Fesr 2021-2027, approvato dalla Commissione Europea il 3 ottobre 2022, per un ammontare di oltre 93 milioni di euro.

A questi si aggiungono una quota di risorse del programma regionale Fse+ ed i finanziamenti statali dedicati alla Snai, oltre al concorso di altri fondi quali Feasr e Feampa, una volta che saranno stati definiti i relativi documenti programmatici.


Le sei aree interne 2021-2027

Tre sono le nuove Aree interne della Toscana centro-meridionale che si aggiungnoo alle tre Aree già inserite nel percorso Snai della programmazione 2014-2020:

  • area interna Alta Valdera, Alta Valdicecina, Colline Metallifere, Valdimerse;
  • area interna Amiata Valdorcia, Amiata Grossetana, Colline del Fiora;
  • area interna Valdichiana Senese
     
  • area interna Casentino e Valtiberina (area pilota nel ciclo 2014-2020);
  • area interna Garfagnana, Lunigiana, Mediavalle del Serchio e Appennino Pistoiese (area pilota nel ciclo 2014-2020);;
  • area interna Valdarno-Valdisive, Mugello, Val di Bisenzio (area pilota nel ciclo 2014-2020);

 

Condividi
Aggiornato al:
03.11.2022
Article ID:
133492691