Annuario statistico Toscana 2010: dati sezione “Agricoltura”

La Regione Toscana presenta le tavole dati sulle principali rilevazioni statistiche presenti nella sezione agricoltura dell'"Annuario Statistico Regionale Toscana 2010": i dati sulle strutture e sui risultati economici delle aziende agricole, sulle principali coltivazioni agricole, sui principali mezzi di produzione in agricoltura, sul florovivaismo, sulle aziende agrituristiche e sulle aziende biologiche e le elaborazioni su dati agricoli secondo criteri economici.

Scarica le 29 tavole dati in un unico file .xls

Vedi Glossario dei termini statistici utilizzati

Note metodologiche

I dati sulla struttura aziendale presentati (indagine campionaria biennale ISTAT sulla struttura e sulle produzioni delle aziende agricole - SPA -) si riferiscono al "campo di osservazione UE" che comprende le aziende con superficie agricola utilizzata (sau) uguale o superiore ad un ettaro, le aziende esclusivamente zootecniche, le forestali-zootecniche e quelle con sau inferiore a un ettaro che abbiano una produzione commercializzata annua di almeno 2.500 euro. Sono escluse dal campo di osservazione le aziende esclusivamente forestali (aziende con terreni investiti esclusivamente a boschi o arboricoltura da legno che non hanno praticato alcun allevamento di bestiame o non hanno avuto coltivazioni agricole nel corso dell'annata agraria).

L'analisi dei dati agricoli secondo criteri economici utilizza due parametri economici come la dimensione economica (De) e l'orientamento tecnico-economico (Ote), in base ai quali viene calcolato il reddito lordo standard (Rsl) complessivo dell'azienda, derivandolo dai valori medi dei costi e dei ricavi osservati nel territorio di insediamento.

I risultati economici delle aziende agricole (rilevazioni sui risultati economici delle aziende agricole – REA- e sulla rete contabile agricola – RICA - ) sono svolte in collaborazione con l'Istituto nazionale di economia agraria (INEA) in attuazione dei regolamenti comunitari CEE 2223/96 (introduce il Sistema europeo dei conti nazionali SEC/95) e CEE 79/65 e successive modificazioni (istituisce la rete di rilevazione contabile europea – FADN- prevedendo l'invio di dati contabili aziendali alla Commissione europea).

Le tavole dati sulle superfici e le produzioni delle principali coltivazioni agricole sono stime in base alle valutazioni di esperti provinciali di settore su analisi sul territorio, andamento a livello locale delle principali coltivazioni nell'annata agraria in corso (gruppi seminativi, legnose agrarie e foraggere con approfondimenti sull'utilizzo della vite e delle olive per la produzione di vino ed olio). I dati relativi alla produzione del riso e del tabacco sono stime ISTAT su informazioni di natura amministrativa dell'Ente Risi e dell'AGEA.

I dati sui principali mezzi di produzione impiegati in agricoltura vengono rilevati dall'ISTAT attraverso indagini censuarie annuali sulla quantità di fertilizzanti, sementi, prodotti fitosanitari e mangimi distribuiti da ogni azienda e/o impresa agricola con il proprio marchio a livello provinciale.

I dati del florovivaismo per le annate agrarie 2003 (indagine della Regione Toscana in collaborazione con la Provincia e la CCIAA di Pistoia, l'ARPAT, l'ARSIA, le altre Amministrazioni Provinciali toscane e l'Istat per una valutazione più veritiera della produzione fortemente sottostimata nei conti di contabilità nazionale), 2005 e 2007 (rilevazioni nazionali realizzate in collaborazione tra Regione Toscana e Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali – Mipaaf - ).

I dati sulle aziende agrituristiche (aziende agricole autorizzate all'esercizio di una o più tipologie di attività turistica come alloggio, ristorazione, degustazione e altre attività) sono della rilevazione ISTAT effettuata in collaborazione con Regioni e Province autonome sugli archivi amministrativi degli enti territoriali competenti in materia di agriturismo.

Infine vengono riportati i dati sulle aziende biologiche, in conversione e miste e sulle superfici autorizzate alla produzione biologica della rilevazione dell'ARSIA (agenzia regionale per lo sviluppo e l'innovazione nel settore agricolo forestale) che detiene per competenza l'elenco regionale degli operatori biologici (operatori definiti "produttori agricoli", "preparatori" e/o "raccoglitori del prodotti spontanei" dal regolamento CEE 2092/91, dal D.Lgs 220/95 e dalla L.R. 49/97) e può quindi monitorare le aziende agricole, autorizzate dal Mipaaf, a effettuare produzione biologica in Toscana.

 

Aggiornato al:
11.06.2020
Article ID:
12038895