Uffici con il Pegaso in tutte le province

La Toscana è stata la prima Regione ad approvare una legge per il riordino delle funzioni delle Province. Il Consiglio regionale l'ha votata, su proposta della giunta, a febbraio 2015 e dal 2016 è entrata in vigore. L'esito è stata una Regione più vicina ai territori, che si è riappropriata delle funzioni delegate alle Province all'inizio degli anni Duemila.

Tre parole chiave hanno fatto da guida: sussidiarietà, adeguatezza e differenziazione. E' stato affidato ai Comuni tutto quello che si poteva e lasciate alla Regione funzioni adeguate al suo livello e che altrove difficilmente potevano essere gestite. Particolare attenzione è stata posta anche anche a differenziare bene le competenze, con una migliore definizione di chi fa cosa.

Dal 2016 la Regione si occupa così direttamente di formazione, agricoltura e difesa del suolo, con uffici con il Pegaso nei territori di tutte e nove le province e della città metropolitana. Si occupa anche di caccia e pesca e dei centri per l'impiego. Ha competenze in materia di  rifiuti, difesa del suolo, tutela della qualità dell'aria e delle acqua. Si occupa ancora di inquinamento acustico ed energia, dell'osservatorio sociale e delle autorizzazioni come Aia, Vas, Via e Aia. Il Genio Civile, con i suoi uffici sparsi per la Toscana, è competente nella progettazione, manutenzione e polizia idraulica. Quanto alle strade regionali, progettazione e realizzazione di opere strategiche saranno regionali mentre la manutenzione è rimasta alle Province.

Con le ‘nuove' funzioni la Regione ha riassorbito naturalmente anche il personale che a queste era dedicato.
 

APPROFONDIMENTI

  • La nuova Regione - la mappa delle competenze, dei servizi e delle sedi ►►


CAMPAGNA DI COMUNICAZIONE

Aggiornato al:
16.10.2017
Article ID:
14706402