Protezione dati personali, estorisioni tramite ransom: iniziativa “No More Ransom”

Europol, l’agenzia dell’UE per il contrasto alla criminalità internazionale e al terrorismo, celebra i 5 anni dall’avvio del proprio progetto “No More Ransom” pubblicando un sito web completamente rinnovato e tradotto in oltre 30 lingue, che offre alle vittime del ransomware  strumenti di decrittografia per recuperare i propri file criptati, le aiuta a segnalare i casi alle autorità di contrasto e contribuisce a sensibilizzare su questo crimine.

Il ransomware è un’estorsione basata su un tipo di malware che blocca i computer degli utenti e cripta i loro dati. Gli estorsori chiedono alle vittime del malware un riscatto per poter riprendere il controllo del dispositivo o dei file interessati.

Dal suo lancio il progetto ha già aiutato oltre 6 milioni di vittime in tutto il mondo e impedito ai criminali di realizzare profitti per circa 1 miliardo di euro. La Commissione UE è un partner del progetto, insieme ad imprese del settore tecnologico, alle autorità di contrasto e ad organismi del settore pubblico e privato. Il ransomware rappresenta una minaccia crescente che interessa tutti i settori, comprese le infrastrutture energetiche o l'assistenza sanitaria. Proteggere i cittadini e le imprese europee dalle minacce informatiche, compreso il ransomware, rappresenta una priorità per la Commissione europea.
 

Aggiornato al:
09.08.2021
Article ID:
72792806