Rock Contest Computer age edition 2020: premio Fse-Giovanisì agli Anders

Premio Fse / Giovanisì di 3 mila euro all’interno di "Rock Contest Computer age edition 2020", assegnato al gruppo fiorentino Anders per il testo “Joshua - Mi sento più al sicuro qui”  dedicato a Joshua Wong , leader della rivoluzione degli ombrelli di Hong Kong.

La 32° edizione del Rock Contest, il concorso nazionale per band e giovani musicisti emergenti organizzato da Controradio e Controradio Club, in collaborazione con Regione Toscana (FSE/Giovanisì), il patrocinio di Comune di Firenze e SIAE quest’anno si è svolta online, naturale conseguenza delle limitazioni imposte dalla pandemia da covid-19.

Il premio Fse / Giovanisì all’interno di Rock Contest Computer age edition 2020, è stato assegnato al gruppo fiorentino Anders per il testo “Joshua - Mi sento più al sicuro qui”  dedicato a Joshua Wong , leader della rivoluzione degli ombrelli di Hong Kong.

Wong ha 18 anni e la sua camera, lo schermo del suo computer non possono contenere la solitudine che lo pervade e la ricerca di valori forti per incanalare il proprio impegno e dare un significato non effimero al proprio stare nel mondo. Ad essi si oppongono le millle luci dei grattacieli di Hong Kong e la folla, reale, tangibile della piazza Civic Square, come a dire che solo l'atto collettivo, la concretezza del fare e dell’impegno sono portatori di creatività e di cambiamento.

I vincitori del premio Fse / Giovanisi: gli Andres

Hanno composto la canzone il cui testo meglio esprimeva, all’interno di questa edizione del Rock Contest (Rock Contest - Computer age edition), la sensibilità e l’immaginario del mondo giovanile: per questo gli Anders, giovane band fiorentina, si sono sono aggiudicati il Premio FSE/Giovanisì del valore di 3,000 euro. La storia della band fiorentina ha un inizio recente. La scorsa primavera, in concomitanza con la fine del primo lockdown dovuto all'emergenza sanitaria in atto, Beniamino Cianferoni, Giovanni Mazzanti e Andrea Cerrone decidono di fondare il gruppo, mettendo a frutto le loro esperienze musicali pregresse. Scelgono la strada di un rock ruvido, post hardcore, con uno spoken word di impegno e denuncia sociale, che li porta alla manifestazione musicale con tre brani: “Le migliori menti. Tu come stai”, “Il fuoco” e “Joshua. Mi sento più al sicuro qui”. Ed è con quest’ultimo il brano che si aggiudicano il Premio Fse/Giovanisì. La canzone è dedicata allo studente Joshua Wong, uno dei leader della protesta iniziata nel 2014 a Hong Kong per chiedere elezioni libere. La canzone racconta questo tema delicato, individuando Wong come simbolo della necessità di far sentire la propria voce, manifestare e nel caso disobbedire per difendere i diritti.

Ben al di là del riferimento esplicito a Joshua Wong, il testo è un esplicito invito al protagonismo giovanile, quasi l’appello rivolto ad una generazione affinchè ritrovi la parola, la volontà di partecipare, di incidere nella società, di lasciare una propria traccia nel mondo.


Il premio Fse / Giovanisì all'interno del Rock Contest e la premiazione

Questo premio assegnato all’interno del Rock Contest dal 2017, è stato istituito per premiare il brano che meglio ha saputo interpretare  sensibilità e immaginari del mondo giovanile.
Il premio – per un ammontare di 3000 euro – finanzia un progetto artistico legato all’evoluzione musicale e professionale dell’artista o della band che hanno realizzato il brano vincitore, rispondendo così anche ad un bisogno di visibilità, di crescita professionale e di opportunità per i giovani musicisti emergenti che – nella nostra regione - rappresentano una grande risorsa di cultura musicale, di socialità e di potenzialità artistiche.
 


La campagna “Giovanisi, il talento è un bene comune”

Durante il Rock Contest - Computer age edition 2020 è stata promossa la campagna  informativa “Giovanisi, il talento è un bene comune” che, attraverso dei video emozionali, è arrivata ad una vasta platea online per trasmettere un messaggio di fiducia e speranza ai giovani che più di altri stanno subendo le conseguenze economiche e sociali della pandemia, insieme all’incoraggiamento a mettere il gioco tutto il loro patrimonio di talento, creatività, passione e apertura al cambiamento: un “bene comune” da mettere al centro del motore della ripresa e della crescita del paese. Sono stati infatti 400.000 coloro hanno seguito online le otto serate del concorso trasmesse in streaming, nelle quali sono stati mandati i video che hanno permesso di  far conoscere gli strumenti che l’Europa e la Regione Toscana - grazie al il Fondo Sociale Europeo ed al Progetto Giovanisi - mettono a disposizione dei giovani nel campo dell’istruzione, formazione, ricerca e lavoro


Ascolta la canzone su Controradio


Guarda il video su youtube


 

Aggiornato al:
05.02.2021
Article ID:
38964603