Radiazioni ionizzanti

Condividi

Le attività che comportano l'impiego di radiazioni ionizzanti possono essere in via di principio rischiose per la salute degli operatori, perciò devono essere disciplinate da norme specifiche chiamate norme di radioprotezione. Inoltre in ogni ambiente in cui vengono impiegate radiazioni ionizzanti deve esistere un regolamento interno che stabilisca le modalità di esecuzione delle attività lavorative di quel settore al fine di ottimizzare la radioprotezione.

Le norme di radioprotezione sono discusse a livello internazionale da gruppi di esperti che costituiscono "La commissione internazionale di radioprotezione" (con un acronimo inglese ICRP). L'ICRP fissa delle linee guida tecniche a cui si uniformano i vari stati emanando leggi che fissano gli adempimenti necessari al fine di realizzare di fatto la radioprotezione stessa.

In Italia le norme di radioprotezione sono dettate dal D.Lgs. 230/95 e successive modifiche ed integrazioni.

I principi su cui deve basarsi la radioprotezione sono fissati nell'art. 2 del citato D.Lgs.

Questo aggiornamento lo trovi in:
Aggiornato al:
17.03.2017
Article ID:
82221