Nuovi passi per garantire il diritto alla mobilità

Condividi

La mobilità è un diritto fondamentale di ogni cittadino e buona parte del lavoro di questo assessorato è esattamente mirato a sostenerlo e declinarlo.

In questa newsletter si parla di un accordo per andare a verificare se esistano le condizioni per progettare una nuova stazione lungo la direttissima, tra Roma e Firenze, per consentire un accesso più semplice ai servizi veloci per i cittadini dell'Umbria  e della Toscana del sud. Ma si parla anche di impegno per lo sviluppo della mobilità ciclabile, dove la Toscana ha in programma investimenti per 25 milioni nei prossimi anni. Si parla di innovativi progetti sull'infomobilità, con la consapevolezza che proprio l'informazione, fornita attraverso i molteplici strumenti che la tecnologia ci mette oggi a disposizione, rappresenta una premessa indispensabile per una mobilità sostenibile e funzionale alle esigenze dei cittadini.

In questo senso vi suggerisco di andarvi a vedere il nuovo speciale "Muoversi in Toscana", con tutti i nuovi contenuti già attivi, tra cui il notiziario sperimentale aggiornato ogni 30 minuti, 7 giorni su 7; o la rubrica Treni News, con la quale si cerca di garantire ai pendolari della ferrovia informazioni utili, in  tempo reale, sulle criticità del servizio, sulla base delle informazioni forniteci da Trenitalia e Rfi. E si parla di strade, dell'impegno della Regione per tutelare l'interesse dei cittadini ad avere infrastrutture adeguate alle esigenze dei territori.

E ancora, di trasporto pubblico su gomma, con l'attività propedeutica alla chiusura della gara regionale che servirà per individuare il gestore  del futuro gestore unico, con l'obiettivo di garantire servizi efficienti ai cittadini e mezzi adeguati al trasporto, pur in carenza di risorse alla luce dei tagli rilevanti fatti a livello centrale negli scorsi anni.
Questo significa per noi garantire il diritto alla mobilità ai cittadini di questa regione.

Vincenzo Ceccarelli

Aggiornato al:
25.07.2014
Article ID:
11840215