Start-up toscana Achilles Vaccines si aggiudica 46 milioni di finanziamenti

Quarantasei milioni di euro in cinque anni, di cui 10,8 subito, destinati a tre progetti di ricerca sulla malaria e altre malattie infettive, e di uno relativo al Covid-19. È il più grande finanziamento europeo ottenuto da una start-up del biotech italiano, Achilles Vaccines, azienda che fa parte dell’incubatore presso Toscana Life Sciences a Siena. Il finanziamento è riconducibile a EU Malaria Fund e tra i soggetti che partecipano al fondo compaiono la Commissione Europea, la Banca Europea degli Investimenti, la Bill & Melinda Gates Foundation e la Fondazione Monte dei Paschi di Siena. 

Il progetto principale del maxi-finanziamento da 46 milioni di euro è "MalOMVax', con cui l'azienda intende sviluppare un vaccino per la malaria in grado di attivare immunità contro più antigeni del parassita e quindi di fornire una protezione ampia e di lunga durata. Ma Achilles Vaccines avrà anche l'opportunità di partecipare allo sviluppo dell'anticorpo monoclonale contro SARS-CoV-2 grazie al progetto 'MAbCo19' condotto da un team di ricerca di Toscana Life Sciences coordinato dal Rino Rappuoli e che ha da poco completato la fase di discovery. Maggiori informazioni sono disponibili sul seguente sito.
 

Aggiornato al:
23.06.2020
Article ID:
25217805